Scafati stecca e rimonta troppo tardi, Roma torna grande al PalaMangano

Scafati stecca e rimonta troppo tardi, Roma torna grande al PalaMangano

Commenta per primo!

Seconda sconfitta consecutiva casalinga per Scafati che ora dovrà vedersela in trasferta, con Ferentino.

GIVOVA SCAFATI – ACEA ROMA 70-80

PARZIALI: 22-25; 40-49; 51-69

SCAFATI: Di Palma ne, Portannese 7, Crow 11, Spizzichini, Rezzano 2, Melillo ne, Baldassarre 12, Mayo 18, Simmons 8, Matrone ne, Loschi 12. All.: Perdichizzi.

ROMA: Olasewere 12, Meini 1, Maresca 15, Leonzio, Callahan 14, Benetti 2, Voskuil 24, Casagrande, Bonfiglio 12, Zambon. All.: Caja.

Coach Perdichizzi ritrova Portannese e inizia con il solito starting Five composto da Mayo, Portannese, Loschi, Baldassarre e Simmons; coach Caja risponde con Voskuil, Meini, Maresca, Callahan e Olasewere. Il primo break è firmato Roma (5-10), Scafati ricuce con Loschi e Simmons, ma Roma inizia con un Voskuil strepitoso (3 triple nel solo primo quarto). Il primo periodo termina con i padroni di casa sotto di 3 lunghezze (22-25).

Nel secondo quarto 0-7 e time out Perdichizzi. Dopo il time out gioco da 3 di Simmons (non concretizzato) che illude i padroni di casa visto che Roma mantiene in pugno la gara sul +11 (27-38). Dopo il terzo fallo di Olasewere ecco il primo break gialloblè grazie alle bombe di Crow e Portannese (33-37), ma riecco che Roma si affida ad un super Callahan e Bonfiglio per ricreare un buon margine di vantaggio (35-42). Strepitosa un’azione difensiva di Rezzano su Voskuil, che mantiene il cambio sul blocco e costringe la guardia danese all’infrazione di 24 secondi.
Scafati gestisce male gli ultimi due possessi con 40 secondi sul cronometro e subisce altri due punti da Callahan. Si va al riposo sul punteggio di 40-49.

La musica non cambia nella ripresa con Roma che trova punti fondamentali da Maresca e Scafati prova a tenere botta con Loschi (45-56). Roma gioca bene e trova sempre la via del canestro grazie alle giocate individuali di Voskuil e Bonfiglio: il danese in una di quelle serate in cui è impossibile marcarlo rappresenta il grattacapo numero 1 per gli uomini di Perdichizzi.
Scafati sbaglia dalla lunetta, 0/6 di Simmons e Spizzichini, e Roma allunga fino al +18 (51-69) punteggio dell’ultimo mini intervallo.

Roma tocca il +20 a inizio periodo, ma Josh Mayo segna due bombe in fila (57-71) e costringe Coach Caja al time-out. Baldassarre con 6 punti in fila di rabbia e potenza si carica i Gialloble sulle spalle fino al -8 (63-71). Ma Roma trova una bomba con Voskuil che taglia le gambe ai padroni di casa che non riescono più a reagire e a trovare la via del canestro. La partita finisce con il punteggio di 70-80.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy