Scafati vince al fotofinish, per Verona è retrocessione

Scafati vince al fotofinish, per Verona è retrocessione

Commenta per primo!

Uomo partita Davis che con una tripla a 26 secondi dalla fine ha dato il sorpasso decisivo ai padroni di casa.

Il primo canestro della partita è di Scafati con Hunter, ma Verona con due triple in fila di Bellina e Trepagnier ed una penetrazione al ferro di Porta allunga sul 2-8 al 3’, e costringe al time-out  il coach scafatese Griccioli. Dopo il time-out va ancora a segno Trepagnier (2-10), fino a quando Baldassare con un tiro da fuori rompe il parziale di 10-0 dei veneti (4-10 al 4’). Col passare dei minuti Scafati entra in partita e con un sottomano di Amoni si porta sul -2 (10-12 al 7’), e questa volta è coach Marcelletti a chiamare time-out. All’uscita del time out la Tezenis piazza un nuovo break di 5-0 e riallunga sul 10-17 al 9’. Il primo quarto si chiude con gli ospiti in vantaggio di sette lunghezze sul 12-19. La seconda frazione si apre con due minuti senza punti da parte delle due squadre; il digiuno viene rotto da un canestro di Radulovic (14-19 al 12’). La Sunrise rientra sul -2 (17-19), ma Verona con due liberi di Porta e un canestro di Jurevicus da due ritorna sul +6 (17-23 al 14’). Scafati ha pessime percentuali al tiro dalla distanza, la partita è molto spigolosa e nervosa, ed i veronesi conservano 5 lunghezze di vantaggio sul 20-25 al 16’. Per Scafati si accende Davis che con le sue iniziative porta i suoi sul 25-25 al 18’, ma Verona  con un canestro da due di Jurevicus ed una tripla di Porta si riporta nuovamente sul +5  (25-30 al 19’). Radulovic (10 punti nei primi 20 minuti) con quattro liberi in fila porta i suoi sul -1 (29-30), che con un entrata di Hunter sulla sirena dell’intervallo trovano il vantaggio sul 31-30. La Sunrise al rientro dagli spogliatoi parte forte con un canestro in entrata di Hunter e con una tripla di Baldassarre va sul 36-30 al 21’. Ma proprio lo stesso Baldassarre sul cambio di fronte commette il suo quarto fallo personale con quasi nove minuti da giocare nel terzo quarto. I padroni di casa complice un fallo antisportivo fischiato a Trepagnier con due triple in fila di Radulovic ed Hunter  vola sul +13 (47-34 al 24’). Verona, però dopo un time-out di Marcelletti, sospinta da Porta prova a rientrare (50-44 al 17’). La Tezenis continua nella sua rimonta e con un tap-in di Waleskowsky si riporta sul -2  (52-50 al 28’). Il terzo quarto si chiude con i padroni di casa che riallungano sul +6 (58-52 al 30’). Ad inizio terzo quarto Verona con un gioco da tre punti di Waleskowsky va sul -3 (60-57 al 31’), ma Scafati riallunga ed un tripla di Amoni fissa il risultato sul 65-57 al 32’. Tra i scaligeri sale in cattedra Jurevicus che con quattro punti in fila riporta i suoi sul -3 (67-64 al 35’) con coach Griccioli costretto al time-out.  La Tezenis con un gran schiacciata di Renzi ed un’entrata dell’indomito Porta mette la testa avanti sul 67-68 al 37’. La Sunrise con un canestro da sotto di Levin  e un libero di Radulovic rimette al testa avanti sul 70-68 , ma Trepagnier con un lay-up riporta la partita in pareggio a quota 70 al 39’. Radulovic perde palla in attacco e Renzi con due liberi porta Verona avanti sul 70-72 a 40 secondi dalla fine. Dall’altra parte del campo Davis piazza una fantastica tripla in uscita dai blocchi (73-72 a 26 secondi dalla fine). Jurevicus fallisce il canestro del sorpasso e Verona è costretta al fallo su Davis a due secondi e sei decimi dalla fine. L’americano sbaglia il primo, ma segna il secondo (74-72); Porta prova un disperato tiro dalla lunghissima distanza che scalfisce a mala pena il ferro. Scafati vince, per Verona è retrocessione.

Tabellino dell’incontro

Sunrise Scafati: Radulovic 17, Hunter 17, Davis 17, Levin 9, Amoni 7, Baldassarre 6, Casini 2

Tezenis Verona: Jurevicus 17, Porta 17,Waleskowsy 13, Trepagnier 9,Bellina 7,Renzi 7, Gueye 2

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy