Siena, nuovo inizio e vittoria. Battuta Agrigento nell’esordio in casa

Siena, nuovo inizio e vittoria. Battuta Agrigento nell’esordio in casa

I Griccioli boys battono la squadra siciliana con una prova più che convincente.

Commenta per primo!

I Griccioli boys battono la squadra siciliana con una prova più che convincente. Su tutti, impressionano l’eleganza di Ebanks e la classe di Turner. Agrigento regge nel primo tempo, lotta nella ripresa ma cede alla distanza.

Soundreef Siena – Moncada Agrigento 102-81

Soundreef Siena: Devin maurice Ebanks 24 (9/13, 0/0), Elston howard Turner jr 24 (8/9, 2/7), Andrea Casella 13 (3/4, 2/5), Daniele Sandri 12 (3/5, 1/1), Lorenzo Saccaggi 11 (4/5, 0/0), Federico Lestini 8 (1/1, 2/4), Dario Masciarelli 6 (0/2, 2/3), Stefano Borsato 4 (2/3, 0/1), Giovanni Vildera 0 (0/5, 0/1), Marko Simonovic 0 (0/0, 0/0), Janko Cepic 0 (0/0, 0/0), Leonardo Ceccarelli 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 15 / 17 – Rimbalzi: 36 8 + 28 (Devin maurice Ebanks 11) – Assist: 18 (Elston howard Turner jr 5)

Moncada Agrigento: Jalen Cannon 17 (8/14, 0/1), Lorenzo Ambrosin 16 (5/6, 2/7), Marco Evangelisti 14 (3/6, 2/3), Pendarvis Williams 12 (5/8, 0/2), Simone Pepe 9 (3/4, 1/6), Paolo Rotondo 6 (3/3, 0/0), Tommaso Guariglia 4 (2/3, 0/1), Isacco Lovisotto 2 (1/1, 0/0), Ruben Zugno 1 (0/3, 0/0), Giuseppe Cuffaro 0 (0/0, 0/0), Luca Savoca 0 (0/0, 0/0), Giuseppe Magro 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 6 / 13 – Rimbalzi: 28 10 + 18 (Jalen Cannon 9) – Assist: 17 (Marco Evangelisti 5

PRIMO QUARTO
Siena in campo con Saccaggi, Turner, Sandri, Lestini, Ebanks. Agrigento risponde con Zugno, Evangelisti, Williams, Cannon e Rotondo. Ritmi piuttosto blandi all’inizio, ma in un combattimento tra pugili che non si conoscono è normale, all’inizio, studiarsi un po’. Una cosa però è certa: gli attacchi per adesso meglio delle difese. Ebanks spadroneggia con un’agilità pazzesca, Cannon risponde dall’altro lato con la sua solidità. Turner però fa da perfetto sparring partner al compagno, e oltre a segnare in proprio suggerisce un alley-oop di tocco che Ebanks deposita. Timo out di Ciani mentre Siena cerca già il primo allungo: 14 a 6. Agrigento prova a rispondere con il primo acuto di Williams, ma i polpastrelli di Turner sono caldi come un caminetto acceso. Gli allenatori iniziano a muovere i rispettivi pini, in cerca di forze fresche. Siena costruisce, ma sbaglia molto, mentre per Agrigento l’esperienza di Evangelisti comincia a portar frutto: primo time out anche per Griccioli sul 20 a 15. Al rientro in campo Elston “the machine” Turner riprende da dove aveva lasciato: altra triplona. Le bombe dalla panchina di Casella e Masciarelli fanno saltare il pubblico (29 a 19), ma il gran canestro di Pepe sulla prima sirena fa capire che Agrigento è viva e vegeta: 29 a 22.

SECONDO QUARTO
Williams comincia forte, Masciarelli risponde ancora dall’arco, dopo che il ferro gli aveva sputato una bomba nell’azione precedente: il coraggio paga. Siena continua a cambiare sempre in difesa, ma come sempre è un’arma a doppio taglio: Agrigento rimane a contatto (32 a 26). Sandri si mette in partita con una bella giocata di garra a rimbalzo offensivo, ma Agrigento lavora ai fianchi e macina il suo gioco senza scomporsi troppo. Inizia a mancare un po’ di lucidità, da una parte e dall’altra, cosa piuttosto normale in queste fasi iniziali. Griccioli però non ci sta: vola via la prima giacca della stagione e minuto di sospensione obbligatorio. Il gioco di Siena è un po’ meno fluido e dall’altra parte le buone giocate di Ambrosini contribuiscono a ricucire lo strappo. Ebanks però torna a segnare col fallo ed anche Lestini mette i primi due in uscita dal blocco: 41 a 34. Siena prova a stringere un po’ in difesa, tanto in attacco c’è il ‘chirurgo’ Ebanks, che colpisce al fianco Agrigento con i suoi movimenti felpati e tecnicamente sbalorditivi: il primo tempo finisce 48 a 36, con la platea che gradisce.

TERZO QUARTO
Siena riparte bella decisa con Sandri che piazza la bomba, Agrigento cerca di andare per vie interne e di sfruttare i muscoli in più. La Mens Sana però fa viaggiare la palla che è un piacere, trovando sempre la soluzione migliore: 56 a 40 con la tripla di Lestini. L’unico problema, per la Mens Sana, viene dalla difesa dentro al pitturato, ed Agrigento è bravissima a far battere la lingua dove il dente duole, con Rotondo e soprattutto con la classe di Cannon (59 a 47). Sandri ha una voglia matta di fare bene, e si vede: con lui in campo tanta energia per Griccioli. Dall’altra parte è ancora Evangelisti che tiene in qualche modo a contatto la Moncada. Per Siena in campo per la prima volta il baby talento Simonovic, che mette subito lo zampino per un comodo canestro di Ebanks (66 a 52). Turner, eleganza da vendere, si rimette in moto quando ce n’è bisogno, e segna due punti di rara bellezza, ma Agrigento non vuole mollare e prova ad andare oltre la fatica. Evangelisti fa un’altra grande giocata prima dello scadere e fissa il punteggio alla penultima sirena sul 74 a 63.

QUARTO QUARTO
Inizio con un po’ di fiatone per la Mens Sana, Agrigento è lì, pronta a mordere e a tornare sotto la doppia cifra di svantaggio. Turner però ha intenzioni serie e il ventesimo punto in zingarata dimostra l’assunto. Casella va in contropiede, Ambrosini lo travolge esagerando un po’: canestro e fallo antisportivo, con bomba del solito Casella dopo la rimessa; rivincita e azione da 5 punti (86 a 69), con Siena che fa le prove generali per la fuga decisiva. Le gambe dei giocatori della Moncada sembrano cedere di fronte alle folate dei biancoverdi, che continuano ad avere grandi percentuali al tiro. Turner adesso fa letteralmente quello che vuole, infilandosi in ogni pertugio con la rapidità di un gatto. Griccioli però non vuole distrazioni, e appena Agrigento si rimette a segnare chiama un minuto per far riaffluire sano ossigeno nella testa dei suoi. Serve eccome. Siena consolida il proprio punteggio e fa sua meritatamente la prima in casa. Finisce con un eloquente 102 a 81. Quale sarà il quadro in primavera nessuno lo sa, ma le prime pennellate sono promettenti.

Fotogallery di Gianluca “J.R.” Romani

SoundReef Mens Sana Siena - Moncada Agrigento

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy