Sigma-Biancoblù: Barcellona la spunta dopo 45′ di emozioni

Sigma-Biancoblù: Barcellona la spunta dopo 45′ di emozioni

Commenta per primo!

Dopo ben due giornate di campionato lontane dalle mura amiche per la Sigma Barcellona è giunta l’ora di tornare al caldo Pala Alberti.

È tutto pronto, per l’attesissima gara che vedrà di fronte Barcellona e Bologna. Due roster che daranno vita a una gara importante ai fini della classifica.

I ragazzi del presidente Bonina provengono da vittorie importanti come quelle sul campo di Jesi e Pistoia; quest’ultima vittoria dal sapore quasi “ divino” per 97-103 conquistata in volata disputando un tempo supplementare, aggrappandosi alla vetta con Pistoia e Casale. Per i ragazzi del Longano è già iniziato un periodo intenso di big match, che li guideranno dritti dritti ai play-off, stiamo parlando di gare che metteranno di fronte li scudieri di coach Perdichizzi a  squadre come: Bologna (in casa ), Capo D’Orlando, Brescia(in casa ) e Scafati .

Sull’altra sponda, parliamo chiaramente della Biancoblù Bologna si lotta per restare aggrappati ai play off. I ragazzi di coach Salieri provengono da due vittorie nelle ultime due gare, rispettivamente contro Veroli e Brescia; quest’ultima portata a casa con il risultato di 85-72. I tempi stringono, i posti nella griglia play off pure, il gioco si fa duro e nessuno vuole più scherzare;  tanti fattori che portano le squadre a dare cuore e anima in campo.

Bologna però stasera sarà costretta a scendere in campo con una squadra dimezzata e senza elementi di spicco come Pecile, ma si tratta comunque di una squadra giovane a cui la tenacia e il sangue freddo non mancano. E non sono mancati: i presupposti per un bel match c’erano tutti e il risultato ne dà atto: Bologna può tornare a casa a testa alta per aver dato uno spettacolo emozionante che si è concluso solo dopo un tempo supplementare. La Sigma raggiunge invece con cinque minuti di ritardo Pistoia a quota 36, ma lo fa regalando mille emozioni al suo popolo, 100-97 il risultato finale.

Quintetti

Sigma :Green Hardy Thomas Callahan Cittadini

Biancoblù Pini,Montano,Cutolo, Vitali e Cournooh

Primo possesso per i padroni di casa, Bologna parte subito con una difesa forte ma Hardy, Thomas  e Callahan spezzano subito gli equilibri con tre triple approfittando degli errori avversari portandosi sul 9-0. Per i Biancoblù suona la sveglia Cournooh dalla media dopo 2 minuti e mezzo il parziale è di 9-2.Barcellona pasticcia un po’ sotto le plance facendosi sfuggire dei rimbalzi, Pini ne approfitta e realizza il 9-4, ma Cittadini si fa subito perdonare inchiodando due punti su assist di Thomas, e successivamente Hardy piazza un’altra firma dai 6 e 75 . A meta periodo il parziale recita 14-8.

I ragazzi dello “Sceriffo” Perdichizzi non trovano la via del canestro, dando la possibilità al coloured di Villafranca  di riavvicinarsi fino al -1, ma Cittadini non ci sta, la difesa emiliana lascia due metri e lui ne approfitta piazzando una bomba che riporta sul +4 Barcellona; 17-13. In questo primo periodo Green e compagni hanno perso qualche pallone di troppo, ma nonostante tutto sono riusciti a portare a casa il quarto con il punteggio di 22-17.

Per i secondi 10’ rimette la palla Bologna, che non riesce a convertire il primo possesso in punti grazie alla buona pressione difensiva di Bucci e co. Il primo a sbloccare la retina è Hardy dalla lunghissima distanza, i ragazzi di Salieri sembrano in difficoltà, arrivano sotto canestro ma vengono bloccati dagli scudieri del Longano. Dopo due minuti del secondo quarto il parziale è di 27-17. Mosley non ne può più di vedere i suoi in difficoltà ed esordisce con una prodezza delle sue, Barcellona pasticcia un pò troppo in fase offensiva e subisce diversi contropiedi che riportano gli avversari sul -4 ; 30-26 dopo quattro minuti di gioco. Così la Biancoblu si fa sotto con Cutolo che sigla il -1, applica una buona pressione difensiva ma Giuri allo scadere allunga il distacco con una tripla. Da questo momento è un continuo botta e risposta tra le due compagini,  i padroni di casa mancano un appello e Cournooh sigla il 37-37 dopo otto minuti; Cutolo ha anche avuto la potenziale palla del sorpasso ma non è riuscito a concretizzare il tutto. I siciliani poi anticipano un tentativo di corsa prima Eliantonio poi Hardy dalla lunetta mettono la testa avanti;41-37. Mosley, Verri e Vitali però non si perdono d’animo e mangiano ogni piccola briciola che lasciano i giallo-rossi, fino a raggiungere il pareggio con Drenovac. Gli ultimi secondi del secondo quarto sono stati caratterizzati da qualche fallo di troppo il che ha generato parecchi viaggi in lunetta da entrambe le parti. Il secondo periodo termina sul 47-45.

Dopo venti minuti le percentuali al tiro per la Sigma sono del 75% da 2, 50% da 3; conditi da 18 rimbalzi 9 palle perse e 11 assist, per Bologna 57% da 2, 31% da 3; conditi da  14 rimbalzi, 3 palle perse e 5 assist.

Dopo il thè caldo le due squadre tornano in campo, questa volta il primo possesso è marchiato Sigma, non ci pensa due volte Cittadini a tagliare il nastro del terzo periodo. Salieri decide di partire con in quintetto forte, Cournooh mette una doppietta e riporta in perfetto equilibrio il punteggio. Ancora Cittadini per i suoi la mette dentro non contento si prende pure il fallo e riporta a +3 ; 52-49, con lui sprona i suoi anche Thomas. I siciliani si lasciano scappare qualche rimbalzo di troppo concedendo tre possessi consecutivi agli ospiti che non si lasciano scappare l’occasione di ridurre le distanze, oltre agli errori in fase  difensiva, Thomas e co. Commettono anche errori in fase offensiva, dopo sei minuti Harris segna il 55-56. Barcellona trova con difficoltà la via del canestro, sembra che si siano invertiti i copioni delle due squadre, Bologna segna con una maggiore facilità e conquistando anche doppi possessi e porta a termine qualche contropiede. Dopo otto minuti il tabellone del PalaAlberti recita 59-66. Servono forze fresche in casa Sigma, esce Callahan entra Bucci e con lui anche il popolo del Pala Alberti, Thomas manda in cielo una bomba che brucia la retina. Il terzo periodo termina sul punteggio di 65-68.

Nel quarto periodo a portare in equilibrio il parziale  ci pensa il capitano Bucci con un tiro dalla media condito da un fallo ma Vitali risponde prontamente rimettendo la testa avanti di tre punti. Qualche fischio arbitrale dubbio accende gli animi in campo, gli emiliani giocano al limite del fallo in qualche azione, Ryan Bucci accompagnato da Callahan completa una rimonta con sorpasso: 6 punti consecutivi, e dopo cinque minuti 78-76  Il palazzo è sceso in campo per trascinare i propri beniamini,  Cutolo e Mosley però non si fanno intimorire e rimettono la testa avanti 78-80; Cittadini,Callahan e Giuri commettono però qualche pasticcio dal quale i bolognesi compiono il sorpasso, e a tre minuti scarsi al termine del match Cournooh riporta a +4 i suoi sul 78-82. Hardy risponde prontamente, ma ancora più pronto è il giovane e ispiratissimo esterno felsineo, sempre li ad allungare le distanze: è una vera e propria macchinetta, 26 punti per lui. “Peccato” però che Cittadini e poi Hardy realizzino i canestri della parità, e con loro “scende in campo” anche Nino Alberti con tutti i suoi tifosi. Ultimi 24 secondi  caratterizzati da errori da entrambe le parti, a

11 secondi al termine la terna assegna un infrazione di passi a Hardy e coach Salieri chiama in panca i suoi. Da questo time out viene fuori il fallo di Thomas e ancora fallo di Hardy grande pressione difensiva che non concede l’ultimo tiro a Harris. Il quarto periodo termina con il punteggio 84-84

OVER TIME

Altri 5 minuti di “guerra” nel palazzo di contrada Zagari, Hardy fallisce il primo possesso ma lo stesso fa Bologna, per il primo canestro ci pensa Cutolo dopo due minuti; lo stesso Cutolo manda in lunetta Job Thomas che realizza l’85-86, ma  l’ex Trieste si fa perdonare convertendo un contropiede in punti 87-86. Mosley in questa fase del match vola spesso in lunetta dove realizza 2/4 e rimette la testa avant;87-88. E l’ora delle sportellate, Callahan non sta fermo a guardare l’operato del suo diretto rivale e segna il canestro del 89-88, i ragazzi di Salieri non trovano la via del canestro dall’altra parte Thomas non fa complimenti e la piazza da casa sua; 92-88 quando manca un minuto scarso. Difesa forte giallorossa che non serve però a bloccare la mano calda  da 3 punti di Cutulo. in seguito Giuri vola in lunetta e realizza il 2 su 2 94-93  dopo di lui fa tappa anche Green con il 100% e ma Cournooh e Mosley danno spettacolo e riportano a -1 i suoi, Bologna manda in lunetta Hardy il quale realizza il 100%;98-95 a quattro secondi dal termine del  match con Harris in lunetta che realizza il 100% e riporta sul 98-97. Time out Bologna; Salieri opta per il fallo immediato ai danni di Green 100%; 100-97 Bologna pasticcia l’ultima palla e la Sigma conquista i due punti. Bellissima partita disputata da entrambe le compagini, nonostante la sconfitta Bologna può uscire con la testa alta dal parquet.

SIGMA BARCELLONA – BIANCOBLU’ BASKET BOLOGNA 100-97 (dts)

PARZIALI: 22-17; 47-45; 65-68; 84-84

BARCELLONA PDG: Cittadini 13, Biondo ne, Thomas 20, Hardy 19, Green 8, Bucci 10, Callahan 16, Mocavero 2, Eliantonio 2, Giuri 10, Coviello ne. All. Perdichizzi.

BOLOGNA: Harris 11, Cournooh 28, Verri 8, Gasparin ne, Montano 2, Cutolo 12, Pini 4, Vitali 7, Drenovac 6, Mosley 19. All. Salieri.

VISUALIZZA LA FOTOGALLERY REALIZZATA DA MASSIMILIANO AGRIP

 
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy