Splendida Trapani a Frosinone, Veroli ko

Splendida Trapani a Frosinone, Veroli ko

di Paolo Troccoli

Una splendida Trapani espugna il Palas di Frosinone con il punteggio di 73-82 in una sfida equilibrata per tre quarti e decisa dalla straordinaria intensità difensiva della squadra di Lardo che negli ultimi 10′ ha dato lo strappo decisivo sul terreno preferito dalla GZC Veroli. Protagonisti i lunghi della compagine siciliana (37 punti in due), con Renzi ottimo in avvio e Baldassarre determinante nel finale: decisiva la regia di Parker (8 assist), a Veroli non bastano i 18 di Sanders.

Quintetto tipo per Ramondino (Tomassini, Sanders, Casella, Samuels, Cittadini), Parker parte dalla panchina per Trapani (Bossi, Lowery, ferrerò, Baldassarre, Renzi). Renzi trova subito una tripla in avvio, poi Lowery appoggia in penetrazione prima che Cittadini sblocchi i suoi dal pitturato: il lungo trapanese è ancora protagonista con un 2+1 e un movimento in post basso, intervallati dai primi due di serata per Samuels (4-10). Tomassini sblocca Veroli dai 6.75, Lardo richiama Lowery che non la prende bene: Parker, appena entrato, serve l’assist per Baldassarre ma poi subisce il recupero di Sanders per i due rapidi di Casella. Renzi arriva in doppia cifra prima di metà frazione, Sanders replica con un bel movimento sul perno e Samuels dalla lunetta firma il primo vantaggio locale (15-14). Un’altra persa dei siciliani vale il +5 di Sanders, prima che un break di 6-0 riporti Trapani a condurre: il secondo di Tomassini vale l’esordio anticipato di Rossi nel match, Cittadini continua ad essere perfetto dal campo (6 punti, 3/3 nei primi 10′), la tripla di Rizzitiello fissa il 21-23 del primo intervallo.

Veroli riparte con l’intenzione di rimettere subito la testa avanti: Rossi sbaglia un libero ma poi segna due triple consecutive per il 7-0 che Lowery, appena tornato sul parquet, chiude con una splendida acrobazia dalla linea di fondo. Carenza colpisce dalla distanza, i granata invece hanno ancora le polveri bagnate: ci pensa Renzi dopo un breve riposo, battendo Samuels nel pitturato per il 31-27. Parker torna a sedere con 2 personali a suo carico, Rossi costruisce dal palleggio la penetrazione del nuovo +6, Renzi (al riposo 6/6 dal campo, 3/3 ai liberi) si mantiene perfetto dalla lunetta. La serata di grazia di Rossi porta il capitano giallorosso in doppia cifra grazie alla tripla che vale il 12esimo punto personale nel quarto (36-29), Renzi replica inchiodando l’assist di Bossi. Blizzard risponde a Baldassarre, Bossi segna la tripla, ancora Baldassarre impatta dalla linea: Ferrero pesta la linea, Sanders commette infrazione di passi e Baldassarre arriva in doppia cifra per il 38-40 dell’intervallo lungo.

Veroli ripresenta lo starting five, gli ospiti si affidano a Parker in cabina di regia.La tripla di Ferrero apre la ripresa, Sanders ne mette 4 consecutivi, ma Trapani è ripartita con grande energia: Parker trova Baldassarre sotto canestro, Ferrero in transizione colpisce dai 6.75 (42-48). La squadra di Lardo è intensa in difesa, Parker sbaglia il passaggio in post e va a commettere il suo terzo fallo: Sanders cattura il suo stesso rimbalzo e appoggia al vetro, Lowery risponde vanificando il tentativo di stoppata di Cittadini. Samuels converte a rimbalzo d’attacco, con Renzi in panchina Cittadini è protagonista con 4 consecutivi per il pareggio a quota 50. Lardo richiama sul parquet Parker e Renzi, Tomassini realizza due piazzati, intervallati dalla tripla di Rizzitiello: il terzo di Samuels (tutti in questo periodo) costringe Ramondino al cambio, Parker serve Baldassarre che non sbaglia la tripla aperta. Il fallo di Renzi vale l’1/2 di Cittadini, nell’ultimo attacco del quarto Lowery inventa un arresto e tiro fuori equilibrio che vale il 55-58 dell’ultimo riposo.

Parker apre il quarto finale con un recupero e l’assist in contropiede per Lowery, Sanders forza e non trova la tripla: le difese tengono e le due squadre sono costrette a provarci dalla distanza senza fortuna (). Renzi trova Baldassarre per il +7 ospite, Samuels risponde con un gioco da tre punti: Parker realizza con una splendida penetrazione, Lowery ruba ma sbaglia in campo aperto un facile appoggio: la sfida è intensa, le difese sono protagoniste. Baldassarre si mangia Carenza in due possessi: prima andando ad inchiodare a due mani sul taglio, poi arrivando in cielo per la stoppata, torna Cittadini. Veroli non segna più, Parker regala la doppia cifra di vantaggio ai suoi: Sanders chiude il parziale ospite con un libero, Lowery segna il +11. La GZC ci spera ancora: Sanders colpisce dall’arco, Ferrero gli risponde immediatamente, ancora Sanders per il 64-73. Trapani allunga con Renzi e Parker, il recupero di Sanders concede a Blizzard l’appoggio in campo aperto: Baldassarre sbaglia, ma Tomassini butta il possesso con un dietro schiena in contropiede che costa a Samuels anche l’antisportivo. Il finale resta intenso, ma per la GZC non c’è più nulla da fare: alla sirena finale è 73-82.

GZC VEROLI – PALLACANESTRO TRAPANI 73-82

VEROLI: Sanders 18, Cittadini 11, Rossi 12, Tomassini 9, Samuels 11, Giammo’ ne, Blizzard 4, Casella 5, Fabiani ne, Carenza 3. All. Ramondino

TRAPANI: Renzi 18, Bartoli ne, Costadura ne, Lowery 14, Baldassarre 19, Bossi 4, Rizzitiello 6, Tabbi, Parker 8, Ferrero 13. All. Lardo

Fotogallery a cura di Matteo Paniccia

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy