Stop inatteso per Latina, punti salvezza in casa Omegna

Stop inatteso per Latina, punti salvezza in casa Omegna

Il successo finale per i rossoverdi è stato di 90-78, decisivi Iannuzzi e Smith, migliori realizzatori e anche i migliori sotto canestro a catturare rimbalzi.

Commenta per primo!

BENACQUISTA LATINA – PAFFONI OMEGNA 78-90 (19-23, 40-48, 59-70)

Latina: Guerra ne, Grande 6, Tavernelli 16, Tagliabue, Novacic 21, Ihedioha 3, Mei 7, Pastore 10, Di Ianni 3, Mosley 12. All.: Gramenzi

Paffoni: Zanelli 4, Iannuzzi 19, Vildera ne, Cappelletti 8, Galmarini 4, Casella 10, Banach ne, Gurini 10, Smith 22, Galloway 13. All.: Magro

Vittoria di grandissima importanza per la Paffoni Fulgor Omegna, che sbanca il PalaBianchini di Latina 79-90. Contro una Benaquista senza Stanback e Uglietti, quello che inizia meglio è Casella, che con 8 punti degli 11 totali porta avanti Omegna 8-11 dopo cinque minuti di gioco. In un primo quarto dove gli attacchi dominano sulle difese, la Paffoni ha giocate aree da parte di Smith e Galloway, che mantengono la Fulgor avanti 19-23. Novacic tiene in scia Latina, mentre la Paffoni muove molto bene la palla sulla metà campo, continuando a comandare nel punteggio. Nonostante qualche problema di falli la Fulgor prova a non abbassare il suo livello di pallacanestro e a tre minuti dalla pausa lunga conduce 32-37. Il massimo vantaggio arriva proprio nel finale di primo tempo, quando i rosso-verdi toccano il più 14. Si va negli spogliatoi con la tripla dell’ex Tavernelli sulla sirena, ma con Omegna sempre avanti sul 40-48. La Paffoni torna in campo con grande attitudine difensiva, in attacco Smith veste i panni del trascinatore e la Fulgor resta in vantaggio in doppia cifra. Con Mosley con problemi di falli e Ihedioha out per motivi fisici, la Benacquista mette tanta energia e spirito di sacrificio e, con l’aiuto dei suoi giocatori under, torna sotto di 8. La terza frazione però si chiude con l’inchiodata di Iannuzzi e Omegna a condurre 59-70. Nel quarto quarto le due compagini mettono in campo tutto quello che hanno, ma la Paffoni tiene a bada la rimonta altrui. La Fulgor mette il turbo e non si volta più indietro, arrivando a toccare il più 19, dove Smith e Iannuzzi sono grandi protagonisti. Nel finale la Paffoni gestisce e porta a casa un successo di primaria importanza.

Queste le parole di coach Magro: “Quando una squadra come la mia, abituata a lottare in fondo alla classifica, riesce a conquistare una vittoria come questa, c’è che da essere felici e ringraziare i propri giocatori. Stasera era importante perchè con questo successo ci portiamo 2-0 con Latina e quindi, qualora arrivassimo a pari punti, questo ci permetterebbe di avere il vantaggio negli scontri diretti. Vado ad analizzare una partita che ha dei numeri un po’ falsati dalle assenze che Latina aveva, perchè Mosley ha un problema al ginocchio, Ihedioha ha provato poi si è fermato e non c’era Uglietti. Abbiamo giocato contro una squadra che ha provato e per alcuni ci è riuscita a rimanere attaccata, salvo che l’inerzia penso fosse stata sempre dalla nostra parte. Credo che stasera abbiamo forzato poco, abbiamo fatto delle palle perse, ma non sono state di frenesia, ma nate dal tentativo di costruire, e abbiamo fatto 20 assist, quindi la volontà di passarsi la palla è stata molto importante. Mi dispiace per Latina perchè non ha potuto esprimere il meglio di se, però è una di quelle squadre che puntiamo a metterci dietro in classifica. Adesso abbiamo la pausa, poi avremo un’altra partita fondamentale che è Roma in casa e l’obiettivo è, sulle ali dell’entusiasmo, continuare questo percorso perchè i ragazzi se lo meritano.”

FONTE: Uff. Stampa Fulgor Basket Omegna

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy