Straripante Voskuil: 32 punti e 9 rimbalzi, e Roma vince con Barcellona

Straripante Voskuil: 32 punti e 9 rimbalzi, e Roma vince con Barcellona

Un perfetto Alan Voskuil porta alla vittoria Roma: miglior giocatore con i suoi 32 punti, recupera il possesso finale e la Virtus batte La Briosa Barcellona 71-68.

Commenta per primo!

Voskuil dei miracoli, in una serata straripante, porta la vittoria alla sua Virtus, una vittoria pesante che davvero serviva alla squadra di coach Caja. La gara è difficile e tirata, e nonostante Barcellona fatichi trova nel suo capitano Migliori una risorsa incredibile: 28 punti molto pesanti, che rimettono la sua squadra in partita ogni volta che Roma prova a scappare via, impendendo la fuga agli avversari e portando la gara a decidersi nell’ultima azione.
Roma fatica molto, probabilmente più di quanto avrebbe dovuto, e soprattutto è molto discontinua: passa da momenti buoni di luce in cui prova ed effettua buoni parziali a momenti di ombra totale in cui soffre, subisce e soprattutto perde completamente la lucidità. La vittoria la squadra di casa la deve sopratutto ad un Alan Voskuil in una delle migliori serata da quando veste la maglia romana: sono 32 i punti segnati, 15 le triple tentate e ben 10 andate a segno e ben 9 i rimbalzi recuperati. Sua è anche la rubata sull’ultimo possesso di Barcellona che poteva valere la vittoria per gli ospiti: Alan ha recuperato il possesso decisivo, e pur con qualche piccola recriminazione un suo eventuale fallo non fischiato, alla fine ha reso positivo il risultato per i suoi compagni. Anche Callahan gioca abbastanza bene, e Olasewere ci mette del suo con 8 punti e 10 rimbalzi, fino a quando non esce dal campo per un infortunio che non sembra promettere niente di buono, che però come si comunica in sala stampa dovrebbero essere solo dei fortissimi crampi.
Per la Virtus le gare che ha di fronte sono tutte fondamentali per chiudere dignitosamente la stagione, e il periodo di pausa ora cade proprio a pennello per recuperare le energie mentali e fisiche e per preparare ed approcciare al meglio quelle che hanno tutta l’aria di essere delle vere e proprie finali.

LA CRONACA

Subito aggressiva la Virtus Roma, che con Olasewere e Voskuil piazza il primo parziale di 5-0, ma spreca con un fallo che regala i primi due punti a Barcellona. Pellegrino e Migliori entrano in partita e in un istante portano la loro squadra al pareggio, mentre dalla sua la Virtus ha poche idee che comunque non riesce a mettere in pratica; si scatena Migliori per gli ospiti che con lui trovano il primo vantaggio a fronte di una Roma poco precisa (15-16 al 10′). Nel secondo periodo è Alan Voskuil l’uomo chiave per la ripresa di Roma: le sue triple impossibili riaccendono anche i compagni, e la Virtus prova la sua prima mini fuga. Barcellona ancora risponde col suo capitano e miglior uomo in campo Migliori, che ribalta in un istante l’inerzia della gara riportando le due squadre in parità sul finale del periodo (35-35 al 20′).
C’è più grinta nei giocatori di casa quando riprende il gioco, e con un bel parziale di Callahan e Olasewere Roma riconquista il vantaggio perduto; Barcellona tira fuori tutta la sua grinta: non vuole arrendersi e ancora una volta riporta la partita in parità, ma Roma gli rende la vita difficile con le triple di Callahan. Non basta però alla Virtus, che cade vittima di un ennesimo blakcout e chiude il periodo avanti di un solo punto (52-51 al 30′). Inizia ancora una volta aggressiva la Virtus, ma La Briosa risponde colpo a colpo e tiene viva la sifda; è ancora uno straripante Voskuil a dare una sferzata alla partita romana, ma non trova supporto nel resto della squadra, che perso  Olasewere per infortunio perde lucidità e con tanti errori permette a Migliori di raggiungere il meno uno a 40 secondi dalla fine. Un miracolo difensivo di Voskuil regala palla e due liberi a Roma, che equivalgono alla vittoria: sono i padroni di casa alla fine a trionfare per 71-68.

 

Acea Virtus Roma-La Briosa Barcellona: 71-68 (15-15; 35-35; 52-52)

Virtus Roma: Olasewere 8, Meini 2, Maresca 9, Callahan 14, Flamini 2, Benetti 1, Voskuil 32, Bonfiglio 3

La Briosa Barcellona: Centanni 12, Pellegrino 10, Fallucca 3, Loubeu 9, Smith 6, Migliori 28

 

SALA STAMPA

Coach Trimboli: “Per noi  è stata una serata un po’ complicata, abbiamo cambiato alcune cose ma mantenuto il vecchio stampo di coach Bartocci, ma certo in una settimana non si può fare molto. Stasera ci abbiamo provato: posso essere soddisfatto per la maggior parte delle cose che abbiamo previsto, anche il tiro di Voskuil..ma non che ne mettesse 10 su 15! Bravissimo lui, mentre a noi è mancata la difesa: in attacco abbiamo subito tantissimo, e i nostri due americani non hanno dato quello che ci aspettiamo da loro….sono i pilastri della squadra e questo rendimento non va bene. A me dispiace molto aver perso dopo aver provato tutta la partita, mi dispiace non aver potuto dare a vittoria ai miei ragazzi e alle persone che erano qui, tante anche dalla Sicilia. Vi possiamo assicurare però che siamo ancora vivi, e fino a quando la matematica non ci condanna noi siamo pronti a lottare.”

Coach Caja: “Una partita molto importante e difficile: giocando con l’ultima in classifica la pressione era tutta nostra, e ancora di più delle altre volte avevamo una grande pressione di fare risultato, e su qualche giocatore si vede che non è stata una pressione positiva. Oggi quello che contava era vincere, non importa come e per merito di chi, si doveva portare a casa il risultato; abbiamo sbagliato nel non chiuderla quando potevamo farlo, ma c’è stata una grande volontà di vincere e i giocatori di esperienza come Voskuil e Callahan sono stati molto bravi a dare il loro importante contributo. Olasewere ha avuto i crampi, fortissimi, ma non dovrebbe esserci altro; per quanto riguarda la pausa ci saranno un paio di giorni di fermo e poi si ricomincia subito a lavorare.”

 

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy