Successo di personalità per Barcellona. Il cuore ha la meglio su Agropoli

Successo di personalità per Barcellona. Il cuore ha la meglio su Agropoli

Commenta per primo!

In casa Barcellona si chiede al pubblico la spinta necessaria verso un successo non più rinviabile, in tal senso il PalAlberti sarà gratuito per tutti gli appassionati, con un roster sempre privo di Cefarelli e con un occhio inevitabile rivolto al mercato per potenziare un organico apparso sfiduciato dalla spirale negativa. Agropoli, partita a razzo, si è un po’ inceppata per via di infortuni pesanti a Trasolini, Carenza e Di Prampero che stringeranno i denti e proveranno a conquistare in Sicilia il 2-0 negli scontri diretti per mettere un’ipoteca sulla salvezza che oggi appare una formalità (12 punti di margine tra le due squadre).

La cronaca: Briosa scende sul parquet col quintetto formato da Centanni, Smith, Fallucca, il ritorno dal primo minuto di Migliori e Loubeau; Agropoli ribatte con Santolamazza, Roderick, Spizzichini, De Paoli e Tavernari. Pochi secondi e tripla di Migliori, a segno la risposta di Spizzichini. Cilentani in vantaggio con Santolamazza, Migliori però è caldo da tre (6 punti). Pareggia a quota 6 Spizzichini e azzurri che trovano continuità con Santolamazza (6-8). Roderick brucia in attacco in 1vs1 Smith, efficace il mezzo gancio nel pitturato di Loubeau. Ancora Spizzichini preciso al tiro e punisce un mancato adeguamento difensivo. Mancato gioco da tre punti per il lungo De Paoli (8-14), Fallucca si difende col ferro ed aggira la difesa campana. Accorcia Loubeau ai liberi ed arriva la tripla di Di Prampero. Roderick segna al volo dalla rimessa (12-19). Penetrazione vincente di Maccaferri, abile col ball handling. Primo quarto chiuso sul 16-19 coi liberi di Bianconi e l’ingresso in difesa di Varotta. In apertura di secondo -1 con Loubeau e sorpasso con Fallucca (liberi). Loubeau incontenibile nel pitturato, risposta del giovane Di Prampero (22-21). Ritmi spezzettati dai fischi arbitrali, Briosa avanti con un libero di Bianconi e sorpasso Agropoli dall’arco del vivace Spizzichini, fratello dell’ex giallorosso. Funziona l’asse Roderick-Spizzichini che va a segno (11 punti), due tripla pesanti per Fallucca (10 p.) che scuotono il palas (30-26). Equilibrio in campo: ricuce Bolpin con cinque punti, nuovo controbreak ospite con Roderick rintuzzato da Loubeau. Giovani protagonisti, è il turno di Merella. Jumper vincente per Tavernari, Roderick è preciso ai liberi (34-39). Scelta coraggiosa di Centanni, Tavenari però è in striscia. Si chiude il primo tempo sul 39-41 con la tripla tutta fosforo di Fallucca (mvp con 15 p.). Si riparte per le ostilità con Smith fasciato ad una gamba, a segno Tavernari, un fattore in questa fase e Santolamazza ed Agropoli forza i tempi (39-45). Fallo tecnico a Fallucca per aver accentuato il contatto, segna De Paoli gravato di falli. Smith dalla spazzatura trova il cesto ma gli risponde Roderick con la transizione e la bomba che chiude il break di 11-2 per il 41-52. Allo scadere dei 24 la Briosa si aggrappa all’affondata a due mani di Loubeau, circola bene palla Agropoli e griffa il match con la bomba di Santolamazza. Magia al suono della sirena di Bianconi con tripla di tabella, Roderick però sale in cattedra con due canestri e sfornando l’assist per Spizzichini (48-61). Si prende le sue responsabilità Smith con due triple in sequenza al rientro dal time out. Spizzichini ben pescato sigla il più nove ma Fallucca indovina la tripla frontale che rianima la Briosa (57-63). Doppio antisportivo per Roderick e Smith. Un libero per Di Prampero ma Smith è on fire e sale a 11 punti. Al 30’ il parziale è di 59-64 con i locali in rimonta. Loubeau inaugura l’ultimo quarto e la sfida si accende ulteriormente. Il tifo si scalda, pareggia a quota 64 Maccaferri che riscatta alcuni errori di gestione ma è limitato dai falli; Agropoli è sorretta dal giovane Bolpin al tiro da fuori. Due azioni fotocopia di Centanni che appoggia al vetro ad una mano e Briosa competa la rimonta (68-67) con Agropoli in chiaro affanno sotto per 9-3 nel quarto. Jump produttivo per Centanni che ha svoltato il suo match, Roderick accorcia a meno due. Tripla fondamentale di Smith e il pubblico fa festa ma ancora Bolpin azzecca la tripla giusta (73-71). Loubeau realizza con classe in post alto, Briosa in bonus. Bolpin mette il -1 dall’angolo ma Fallucca è monumentale con i suoi 21 punti conditi da 5 triple (78-74). La vuole chiudere Centanni con l’appoggio mancino, non ci sta Roderick che griffa la tripla (80-77). E’ Fallucca a chiuderla con l’arresto e tiro per 23 punti personali, tutti in piedi al PalAlberti per un successo vitale in ottica salvezza. Nel finale Smith e Centanni in lunetta, Roderick rintuzza da otto metri per il definitivo 86-80. Determinate il  break di 27-16 nell’ultimo quarto per Barcellona che ha capovolto l’incontro. E’ un nuovo inizio per la Briosa che vuole salvare la categoria.

Briosa Barcellona-Basket Agropoli 86-80
Parziali: 16-19; 39-41; 59-64; 86-80

Barcellona: Varotta, Centanni 13, Fallucca 23, Loubeau 18, Capitanelli, Bianconi 6, Pettineo ne, Smith 15, Maccaferri 5, Migliori (K) 6. All: Bartocci
Agropoli: Merella 2, Santolamazza (K) 9, Bovo, Bolpin 13, De Paoli 2, Trasolini ne, Carenza, Spizzichini 18, Di Prampero 5, Roderick 25, Tavernari 6. All: Paternoster
Arbitri: Martolini, Longobucco e Capotorto

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy