Tomassini abbatte il Rullo-compressore: la Junior fa festa!

Tomassini abbatte il Rullo-compressore: la Junior fa festa!

di Nicolò Foto

CASALE MONFERRATO- La Junior torna alla vittoria e lo fa per 83-74 al termine di quaranta minuti intensissimi e sofferti, giocati contro una Cagliari mai doma. Trascinata dall’esperienza di Tomassini (autore di 23 punti), Blizzard e Sanders, ma senza sottovalutare la freschezza di un Davide Denegri capace di giocate importanti, la Novipiù riesce ad arginare e a contenere un’avversaria trascinata da un Roberto Rullo in stato di grazia: 21 punti che, però, non sono serviti a portare in Sardegna l’intera posta in palio. Colpa dell’inesperienza e delle 17 palle perse, almeno secondo coach Paolini, che in sala stampa ha analizzato con la solita lucidità il match. Per la Junior è sempre testa della classifica. Sulla sponda sarda c’è ancora una volta la certezza di essere una realtà che merita di salvarsi.

MASSIMO EQUILIBRIO- I primi punti della contesa sono juniorini, a referto con Jamarr Sanders ma immediatamente sovvertiti dalla bomba di Stephens, mattatore del quarto. E’ ancora la guardia di Chicago a riportare avanti i padroni di casa, prima che Bucarelli vada in lunetta a ristabilire le gerarchie per i sardi: 4-5. Dunque, con i compagni un po’ abulici, è Martinoni a prendere per mano Casale, cogliendo punti importanti e garantendo peso nel proprio pitturato. Stephens, per i suoi, costruisce e finalizza, Sanders è a corrente alternata ma accorcia un parziale negativo con la bomba del 9-10. Immediatamente Rullo emula la stella casalese, ma Ramondino ha un’arma in più che risponde al nome di Brett Alan Blizzard che, con due bombe nel finale, consente alla Junior di annullare il vantaggio della Pasta Cellino e di chiudere il parziale sul 17-17.

CAGLIARI NON SCAPPA, CASALE LA SUPERA- Avvio difficilissimo per i ragazzi di Ramondino, subito ricacciati indietro dalla tripla targata Keene. Da lì in poi, il nulla per tre intensi giri d’orologio, culminati dallo 0/2 in lunetta di Cattapan. Dal canto suo, Cagliari non riesce a scappare, ma solo ad allungare sul +5 con l’appoggio a canestro, ancora di Keene. Il “Caimano della Florida” però non ci sta, e decide di prendersi ancora la scena, riportando il parziale sul 20-23, immediatamente pareggiato e poi trasformato in vantaggio, prima da Valentini, poi ancora dallo stesso Blizzard, semplicemente superlativo: due bombe e Casale avanti 26-23. La risposta isolana è tutta nelle mani di Rullo che si incunea nel pitturato ed appoggia a canestro, poi in lunetta fa 2/3, pareggiando i conti. Ma la Junior ha ingranato la marcia, grazie alla bomba di Tomassini ed alle penetrazioni di Martinoni e Sanders: dall’altra parte, Rullo fa il diavolo a quattro, con 11 punti a referto. Ad un minuto dall’intervallo lungo è 37-32 per la Novipiù, che diventeranno 37-35 grazie al solito Rullo ed alla gita imperfetta di Keene in lunetta.

COLLETTIVO JUNIORINO- Al ritorno dagli spogliatoi, Roberto Rullo decide sempre più di imprimere il proprio nome sulla partita, lanciando la bomba in buca e concedendo a Cagliari l’immediato sorpasso, annullato da Tomassini nell’arco di un nulla. L’equilibrio è evidente, la guardia di Lanciano porta a 18 le proprie segnature, Sanders si accende e si spegne in continuazione, ma prende canestro e fallo, consentendo ai suoi di pareggiare: 42-42. Così, come visto nell’intertempo precedente, il match si addormenta fino agli ultimi sessanta secondi effettivi. Stephens e Severini fanno 1/2 in lunetta, l’americano con la 23 affonda il canestro casalingo, risponde Denegri e porta le compagini sul 47-47. L’argento mondiale Under 19 fa bottino pieno in lunetta, l’ultimo possesso è cagliaritano ed è sfruttato a meraviglia da Keene che, con una bomba da casa sua, chiude il terzo quarto sul 49-50 per la Pasta Cellino.

TOMASSINI SALE IN CATTEDRA- La tripla del giovane “Deg” apre le ultime ostilità, riportando avanti la Junior e consentendo al giovane di toccare quota 12. La risposta sarda è affidata ai tiri dalla lunetta di Stephens, ma ancora Denegri prende fallo di tiro e vola sulla linea della carità: doppio “ciuf” e 54-51 casalese. Rullo, che non si vedeva da un po’, sceglie la strada del tiro dalla distanza, riuscendo a pareggiare i conti per la Pasta Cellino, che passa al contrattacco senza però riuscire a sfruttare a pieno il gioco da 3 con Stephens, ancora incerto ai liberi: 54-56. L’equilibrio è sovrano, si gioca sul punto a punto, Tomassini ne fa 5, prima dalla distanza, poi con la schiena all’indietro, Allegretti inframezza le realizzazioni del romagnolo juniorino: 59-58 a metà quarto. Ora il 7 dei piemontesi pare inarrestabile, taglia il pitturato, si prende canestro e fallo e porta i suoi sul +4, obbligando Rovatti a salutare la contesa per aver toccato quota cinque falli. Così la Junior allunga ancora con Blizzard, ma Allegretti in lunetta accorcia a -1. La tensione sale, al “PalaFerraris”: Tomassini si carica si suoi sulle spalle, spara bombe ed è letale a gioco fermo, consentendo ai suoi di allungare sul 69-66 a due giri e mezzo d’orologio dal termine. E’ qui che Cagliari perde una brutta palla a metà campo, Sanders apre il gioco verso Blizzard che centra la tripla del +6. Una realizzazione salvifica, per la Junior, che vola subito in lunetta con la guardia di Chicago: sono i punti del 74-66 che regalano un pezzo di vittoria ai padroni di casa. A meno di un minuto dal termine Cagliari è ancora in corsa, ma con un Bucarelli in meno. E con la palla persa che consente a Sanders di andare a schiacciare dolcemente, cala il sipario sul “PalaFerraris”. La Junior torna alla vittoria, ma che fatica contro una Pasta Cellino mai doma.

NOVIPIU’ CASALE MONFERRATO 83
PASTA CELLINO CAGLIARI 74
(17-17, 37-35, 49-50, 83-74)

NOVIPIU’ CASALE MONFERRATO: Ielmini NE, Banchero NE, Denegri 14, Tomassini 23, Valentini 3, Blizzard 16, Martinoni 9, Severini 1, Cattapan, Bellan, Sanders 17, Lazzeri NE. All.: Marco Ramondino.

PASTA CELLINO CAGLIARI: Keene 14, Allegretti 10, Turel, Rullo 21, Ebeling, Matrone, Bucarelli 9, Stephens 17, Rovatti 3, Angius NE. All.: Riccardo Paolini.

Arbitri: Stefano Ursi, Giampaolo Marota, Andrea Agostino Chersicla.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy