Tortona lotta fino alla fine ma Rieti ha la meglio. La NPC Rieti corsara a casa della Betram

Tortona lotta fino alla fine ma Rieti ha la meglio. La NPC Rieti corsara a casa della Betram

La Npc Rieti sbanca il Pala Oltrepò piegando un’ottima Bertram Tortona che, malgrado i numerosi infortuni, ha condotto per quasi tutta la gara e solo sul finale la squadra di coach Rossi riesce ad avere la meglio sui leoni tortonesi.

di Matteo Armana

Sesta partita del girone di andata della serie A2 – girone Ovest – per la Bertram Tortona che incrocia le armi con la NCp Rieti in una gara che è caratterizzata, sin dall’inizio, dalla incredibile situazione infermeria dei bianconeri. Coach Ramondino dovrà, suo malgrado, fare a meno di Knowles, Garri, Spizzichini, Ganeto ed Alibegovic tutti fermi ai box dell’infermeria. Oltre a Gergati, la cabina di regia saraà affidata all’esperto cavallo di ritorno Kenneth Viglianisi, firmato in settimana dalla dirigenza tortonese per ovviare allo sventurato periodo degli esterni bianconeri. Quintetto quasi obbligato per coach Ramondino che schiera uno starting five totalmente sperimentale con Gergati, Viglianisi, Ndoja, Tuoyo e Buffo, mentre coach Rossi schiera Jones, Toscano, Gigli, Tomasini, e Bonacini.

Inizia la gara: Apre le danze Gergati con un jumper da cinque metri, 2 a 0 per i padroni di casa a cui risponde subito Gigli che riporta la gara in equilibrio. Tortona parte subito con una grossa pressione difensiava a tutto campo che fa fare non poca fatica a Rieti, in fase di costruzione di gioco. la difesa di Tortona è maiuscola, zona press allungata che si chiude a zona, eseguita magistralmente dai ragazzi di Ramondino e Rieti fatica a trovare la via del canestro. Dopo tre minuti di gioco la Bertram conduce 5 a 2. Rieti non trova la via per attaccare la zona binaconera e, malgrado lo scorrere dei minuti, il risultato rimane invariato.  Un blitz di Gergati da modo alla Bertram di concretizzare il primo allungo della gara sul 10 a 2 quando mancano 4.30 da giocare. Intanto l’attacco rietino fa sempre acqua da tutte le parti e non riesce a scardinare la morsa difensiva dei ragazzi di Ramondino che volano sul + 10. Cambio Bertram, esce Ndoja entra il giovanissimo Ugolini. Nelle rotazioni Tortona concede un pò di esperienza a Rieti che, con un paio di azioni convulse ed un pò fortunise, trova il modo per riavvicinarsi ai padroni di casa, sul 14 a 8 per la Bertram. Il primo periodo, che ha visto un Betram guerriera sopratutto in difesa, vede i padroni di casa in vantaggio per 14 a 10.

Secondo quarto: Primo posseso agli ospiti che subito sfruttano e si riportano sul meno due distanze da Tortona. Le rotazioni di Ramondino sono vorticose, giovani dentro come veterani e tutti, ma proprio tutti, rispondono egregiamente alle chiamate del loro coach. Tortona malgrado le pesnati assenze di giornata non molla, lotta e riesce a mantenere il vantaggio 17 a 12) dopo due minuti di gara nel secondo periodo. Rieti però alza la fisicità difensiva e, complice un paio di iprecisioni di Ndoja, riesce a rientrare con un mini break che ferma il tabellone sul 19 pari quando mancano 6.17 da giocare. Rieti però non è concreta nel suo momento di inerzia e così, come il punisher arriva Blizzard, palla rubata e bomba in transizione che gela gli ospiti e fa volare Tortona sul 24 a 19. Sul pick and roll centrale questa sera Gergati fa scuola e tiene alto l’attacco bianconero, con la Bertram in vantaggio sul 29 a 23 quando mancano 2.20 all’intervallo. Ma Toscano spara un acuto da sette metri e riporta Rieti sul meno 4.  Gli ultimi secondi del secondo periodo sono caratterizzati dalla confusione, anche nelle scelte arbitrali, e Rieti, in questo clima confuso e confusionario riesce a riavvicinarsi alla Bertram andando al riposo lungo sul 29 a 27.

Terzo quarto: la Bertam riprende la gara con il quintetto del primo periodo, lo stesso fa coach Rossi di Rieti. Primo possesso per i padroni di casa che non capitalizzano, errori da ambo le parti e per circa un minuto e mezzo le retine rimangono inviolate. Rompe il digiuno Tomasini dalla lunetta che porta i sui sul meno 1 (29 a 28) con 8.06 da giocare. Il primo canestro Bertram porta la firma di Ndoja, 31 a  28 per i padroni di casa.  E’ una giocata da tre punti di Viglianisi a creare il primo break per Tortona in questa seconda parte di gara (34 a 28), mentre Rieti sembra non trovare la quadra offensiva della gara e litiga costantemente con il ferro. Quando mancano cinque minuti alla fine del terzo quarto, Tortona conduce per 34 a 30, con due liberi per Buffo che, al suo esordio, viene tradito dall’emozione e fa zero su due dalal lunetta. Gli errori la fanno da padroni in questo periodo, tanto che dopo sei minuti di gioco, il parziale è di 5 a 3 per la Bertram, in una gara dove il canestro sembra una chimera. In un momento ove la speranza del caestro sembrava persa è Gergati a far sussultare il pubblico del Pala Oltrepò con una bomba allo scadere dei ventiquattro secondi che regala alla Bertram il + 6 (39 a 33) quando manca 1.30 alla fine del tezo quarto. Il perioto si chiude con la Bertram in vantaggio per 39 a 35.

Quarto periodo: Primo pssesso a Rieti che accorcia a meno due, ma il solito Gergati sale in cattedra e rimanda i rietini sul meno 4 (41 a 37).  Quando mancano 7.18 da giocare Rieti trova il riagganci a quota 41 con una giocata sulla lnea di fondo di Toscano e così coach Ramondino chiama time out per dare le direttive ai suoi ragazzi. Il primo vantaggio di Rieti viene quando mancano 5.44 da giocare con una bomba di Jones che porta i suoi sul 41 a 44. Ora la Bertram accusa un pò la stanchezza delle rotazioni corte e fatica a trovare il canestro, ma rimane sempre nella gara, attaccata d’orgoglio ad una partita che non vuole cedere. Ma la stanchezza si fa sentire, Blizzard pasticcia e Bobby Jones riesce a rubare un pallone che chiude a canestro con una poderosa schiacciata che sigla il massimo vantaggio di Rieti sul 41 a 46 quando manca 3.53 al termine. E’ Blizzad che però prende i suoi compagni sulle spalle e inventa un jumper che riporta la Bertram sul meno due (44 – 46) e appena dopo Tuoyo regala la parità ai padroni di casa a quota 46 (2.29 da giocare). Con Tortona sul + 2 è Carenza ad infilare la bomba del momentaneo sorpasso di Rieti (48 a 49) quando manca un minuto sul cronometro. Gergati prova l’ultimo possesso ma è sfortunato, Rieti guadagna il rimbalzo, subito fallo della Bertram che da due liberi, per il bonus a Rieti. Dalla lunetta Casini fa due su due e porta gli ospiti sul più tre quando mancano sette secondi alla sirena. Time out di rRamondno per organizzare l’ultimo tiro della Bertram. Tortona sbaglia l’ultimo possesso e Rieti vince la partita, dopo essere stata sotto praticamente tutta la gara, sul finale la stanchezza dei bianconeri, corti nelle rotazioni, fanno in modo che Rieti sua più cinica nel finale. Rieti batte la Bertram Tortona 51 a 48.

 

Bertram Tortona  – Zeus Energy Group Rieti: 48 -51;

Bertram Tortona: Viglianisi 5, Touyo 9, Blizzard 8, Buffo, Ndoja 9, Ugolini, Lusvarghi, Lisini, Gergati 17, Spizzichini; All. Ramondino;

Zeus Energy Rieti: Annibaldi, Berrettoni, Tomasini 3, Casini 5, Toscano 6, Moretti, Gigli 2, Jones 17, Carenza 12, Nikolic 4, Bonacini 2. All. Rossi.

Il Nostro MVP: L’esperienza di Bobby Jones, nei momenti chiave suona la carica per la Zeus Energy.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy