Trapani c’è, ma Latina cede solo nel finale

Trapani c’è, ma Latina cede solo nel finale

Commenta per primo!

Pallacanestro Trapani – Latina Basket  89-85 ( 29-17;44-47; 67-65)

Pallacanestro Trapani: Mays 20, Renzi 22; Tommasini 8; Costadura, Gloria, Chessa 2; Molteni, Ganeto 10; Viglianisi 7 Filloy 10;  Griffin 5, Longo

Latina Basket: Veccia 6; Tavernelli 11; Tagliabue 5, Ihedioha 14,Uglietti 16,  Mei 10,  Pastore, Stanback 6, Di Ianni , Mosley 16.

Quattro triple in serie,due per parte,aprono un match dinamico e subito interessante, che resta tale durante il primo quarto grazie all’ottimo feeling delle due squadre,che di certo non si risparmiano, trovando eccellenti soluzioni. A Ganeto e Renzi rispondono subito Stanbanck e Mosley per il 14-12 dopo i primi 5 minut. Le difese funzionano poco, ma merito di attacchi scintillanti che strappano applausi.Renzi è dominante sotto canestro, (11 punti in 10 minuti), alimentando insieme a Mays il primo strappo granata sul 24-17 a due minuti dalla prima sirena. Mosley si ferma e Latina arranca, mentre l’ottima vena di Filloy allarga la forbice  fino al 29-17 con cui va in archivio il primo quarto.

Il muro difensivo dei granata si alza in avvio di secondo parziale,  mentre Ganeto e il giovane Viglianisi spingono fino al 36-20  dopo i primi due minuti. Latina è cosi quasi costretta al tiro da tre, ma è ben premiata, con il trio Veccia, Tavernelli e Tagliabue quasi infallibile dall’arco , permettendo ai laziali di rientrare clamorosamente in meno di 3 minuti. Trapani accusa inconsciamente il colpo, smette di segnare e concede agli ospiti l’inaspettato pareggio sul 36-36 al 15′. La mano di Veccia resta caldissima, e la sua tripla al 17′ porta per la prima volta avanti Latina sul 38-39. In casa trapani scende la nebbia, errori e palle perse fanno da cornice ad un’imbarcata da 21-2 che ribalta totalmente le sorti del match. Mosley, e uno scatenato Uglietti, portano Latina sul 41-45 a un minuto dal riposo lungo,prima che l’estro di Mays torni a far capolino al Palaconad con la tripla del -1. Ma è  Mosley però ha mettere il punto esclamativo del quarto,schiacciando a canestro il 44-47 per gli ospiti che manda tutti al riposo.

Il 4-0 di Filloy e Tommasini nei primi 60 secondi del terzo quarto riportano Trapani avanti, ma Latina non si lascia incantare, dirottando il quarto sul piano dell’equilibrio. Ancora Tommasini, insieme alle fiammate di Mayes, danno continuità alle sortite offensive granata, che fanno però il paio con quelle laziali di Ihedioha e Stanback, per il 59-55 al 25′ minuto. Trapani riceve poco dalla sua panchina, nonché da un impalpabile Griffin, troppo spesso fuori dal gioco e relegato presto in panca. Si segna poco ma si sbaglia anche molto. Il testa a testa si fa più fitto e a due minuti dalla terza sirena Trapani resta avanti di appena un punto sul 61-60. L’elastico non si spezza, Renzi affonda, ma Mosley e Ihedioha spaccano la difesa locale fino al 67-65 che chiude la penultima frazione.

Il 20′ punto di Renzi battezza l’ultimo quarto,seguito a ruota dalla bomba di Filloy. Trapani prova l’allungo, ben supportato dal giovane Viglianisi, sempre più nel vivo del gioco. Latina resta legata al tiro dalla lunga, sopratutto quando Mosley rifiata,permettendo a Trapani più efficacia alla sua zona. Al 35′ si risveglia Ganeto, che spinge i suoi al +7  sul 79-72, subito ammortizzato dalla successiva dal 5-0 firmato Uglietti, capace di riportare i suoi al -2 a meno di 4 minuti dalla sirena finale. Mays mette la tripla del +5, ma Mosley risponde in un amen,  per un finale thrilling che a un minuto dalla fine sembra ormai scontato sul 85-82. Mosley decide pero di fallire i due liberi del meno uno, e dopo una buona difesa, Mei mette sul primo ferro la tripla del possibile pareggio ospite. Trapani allora ci crede, e il sottomano di Filloy regala ai granata  il nuovo + 5 a 30 secondi dal termine (87-82), spingendo definitivamente Latina giù dalla torre, alzando bandiera bianca sul definitivo 89-84.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy