Trapani in scioltezza, Biella impalpabile

Trapani in scioltezza, Biella impalpabile

Commenta per primo!

Avvolta dal suo fortino la Pallacanestro Trapani si concede l’ennesima dolce domenica in casa, e nella 10? giornata del campionato di A2 maschile mette in fila la sua 6 vittoria in casa regolando facilmente Biella per 98-82. Gara in discussione solo per un quarto, prima della spallata di Renzi e compagni che meta ben presto i titoli di coda al match. Il solo Ferguson a Biella non basta. Altra dimostrazione di forza dei granata,capaci di break decisivi e ottime difese, che in casa,al momento,non lasciano scampo a nessuno

Pallacanestro Trapani – Angelico Biella  98-82 (26-21,52-37,82-61)

Pallacanestro Trapani: Mays 23 , Renzi 22, Tommasini 16, Gloria, Chessa 14 ,Molteni, Ganeto 7, Viglianisi 7 ,Filloy 3,Griffin 6

Angelico Biella: Hall 9, Ferguson 35, Banti 2, La Torre, Infante 10,Grande, Venuto 4, Pollone, De Vico 22,

Il solito duetto Renzi/Mays apre le danze di un match subito interpretato al meglio dai granata, che scappano 7-0 dopo 2 minuti firmato dalla coppia delle meraviglie. Biella arranca, mentre al 5 minuto anche Tommasini e Griffin si scrivono a referto per il 13 a 5 parziale. L’allungo bagna le polveri dei granata, che tra infrazioni ed errori lasciano fin troppo il pallino in mano agli ospiti. Guidati da uno scatenato Ferguson, con 11 punti nei restanti 5 minuti, Biella si porta addirittura in vantaggio sul 20-21 a minuto dalla fine. Il timeout di Ducarello e gli ingressi di Viglianisi e Chessa dalla panchina, ridanno animo e sopratutto punti ai granata, che negli ultimi 60 secondi proprio con i neo entrati, tornano a mettere il muso avanti fino al 26-21 che chiude il primo quarto.

Sulla scia del primo parziale Trapani si fa trovare pronta anche in avvio di secondo, grazie ad un ispirato Ganeto, che firma il 4-0 iniziale del 30-21 al 12? minuto. Si ferma Ferguson e si ferma Biella. Ospiti nuovamente in balia dei padroni di casa, che affondano nella difesa piemontese con uno superbo Tommasini e un precisissimo Chessa per volare sul 44-25 al 15?. Il solo Infante non basta a Biella, che sbatte costantemente sul muro granata e rimane abbandonata anche dai suoi americani. Un paio di sportellate di Renzi nel finale bastano invece a Trapani per tenere Biella a distanza sul +15 e andare negli spogliatoi sul meritato 52-37.

Quattro triple in serie , due per parte, danno il via al terzo parziale, con Biella chiamata allo sforzo massimo per rientrare in gara. De Vico e Ferguson ci provano, sopratutto dalla lunga, mentre Tommasini e il solito Renzi non danno tregua sotto le plance. Con un antisportivo e un fallo tecnico nei primi 5 minuti di gara, Biella pregiudica la sua posizione, finendo per la prima volta sotto di 20 proprio al 25? minuto sul 69-49 dopo la tripla di un Mays sempre fulmineo. Biella non perfora, si attacca al solo tiro dalla distanza, ricavodone davvero poco. I meccanismi di Trapani restano bel oliati, la panchina concede dividendi e alla fine del terzo periodo la forbice resta ampia per i padroni di casa sul 82-61.

Il quarto periodo diventa cosi una vera e propria passerella per i granata, che amministrano senza patemi contro una Biella sempre sterile e del tutto incapace di imporre un ritmo pericoloso per i granata. A 5 minuti dalla fine, Trapani resta ampiamente avanti sul 88-68, consegnato di fatto il match alla storia e alle statistiche. Biella alza presto bandiera bianca, mentre il cronometro scorre via veloce fino al 98-82 che chiude la contesa.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy