Trapani OK, a Tortona non basta un buon avvio e la rimonta di Brooks

Trapani OK, a Tortona non basta un buon avvio e la rimonta di Brooks

Commenta per primo!

Buona prova per la Pallacanestro Trapani, che incassa la prima vittoria casalinga del 2016 superando Tortona, terza forza del torneo, con il punteggio di 84-76. Dopo il buon avvio ospite, i granata cambiano passo a cavallo del riposo lungo, mantenendo il muso avanti fino al termine e respingendo gli attacchi di una Tortona  sempre viva ma penalizzata dai troppi falli.

Pallacanestro Trapani – Orsi Tortona 84-76 (15-20; 35-34; 58-48 )

Pallacanestro Trapani: Mays 22 , Renzi 20, Tommasini 12, Gloria, Chessa 5 ,Molteni, Ganeto 6, Viglianisi 5; Filloy 2 , Griffin 12

Orsi Tortona: Spissu 18; Reati 20, Bianchi, Marks 7, Simoncelli 2, Garri 4, Maghet, Antonelli, Iannilli 11, Brooks 14

In un Palaconad gelido la mano calda di Tortona prende subito il sopravvento in avvio. Le triple di Spissu e Reati, insieme agli affondi di Brooks mettono in affanno i locali, poco incisivi nei primi minuti di gara per il 4-12 dopo i primi 180 secondi.Renzi prova a cercare spazio sotto le plance, ma gli ospiti al 5? sono avanti 8-14. La manovra di Tortona resta molto più dinamica e precisa, mentre Trapani s’incaponisce in tiri troppo forzati. Nel finale Ducarello avvia le prime manovre in panchina con gli ingressi di Chessa e Viglianisi, mentre Tommasini limita i danni e chiude i primi 10 minuti sotto di 5 sul 15-20.

Griffin da un lato e Brooks dall’altro aprono il 2 quarto, con Tortona che passa ad una zona più aggressiva ma ricca di falli, per un bonus ospite raggiunto dopo meno di tre minuti e che permette a Trapani di accorciare dalla lunetta sul 22-24. Al 14? un antisportivo di Brooks su Chessa fa arrabbiare coach Cabina e concede a Trapani l’occasione del primo sorpasso, ma Chessa si ferma ai soli liberi per il 24 pari a 5 minuti esatti dal riposo lungo. Il pari riscalda il pubblico locale e da energia ai granata, che con Viglianisi e Chessa allungano sul +4 al 17? iniziando a difendere anche meglio grazie ad una buona zona. Coach Cavina chiama il suo secondo time out di giornata spezzando il ritmo a Trapani e permettendo ai suoi di arrivare sul 35-33 in un finale di tempo ricco di falli e tiri liberi da entrambi i fronti che porta tutti al riposo lungo.

Al rietro in campo Mays si sveglia dal letargo regalando la spinta giusta ai granata, che allungano sul 44-37 al 22? con Tortona sempre più indebitata di falli. Spissu dalla distanza prova a ricucire lo strappo, ma Tommasini e Mays mantengono il +5 sul 48-43 al 25?. È probabilmente il momento decisivo del match, Tortona va in crisi, sfonda solo per vie illegali e bagna sensibilmente le sue polveri, lasciado a Renzi e compagni l’occasione di pigiare sull’acceleratore allungando al massimo vantaggio di 57-43 a 1:30 dalla terza sirena I granata tengono alta l’attenzione quasi fino al termine, regalando solo un contropiede finale a Spissu, che firma il 58-48con cui va in archivio il terzo parziale.

Proprio Spissu e Reati rilanciano le ambizioni dei piemontesi in avvio di ultimo periodo con un paio di ottime triple, tornado a -6 al minuto 33? sul 62-56, riaccendendo le velleità ospiti. I falli si sprecano da entrambi i fronti, con il doppio bonus raggiunto in un amen. La sfida dalla lunetta diventa decisiva e Brooks dalla linea della carità mette a segno un 4-0 ospite per il 64-62 al 35?. Renzi allora prova a prendere in pugno la situazione puntando Brooks verso il suo 5 fallo e un per un azione da tre punti e un successivo sottomano che segna il 71-64 granata al 37?. La spallata sembra decisiva, rafforzata anche dai 5 falli di Marks e Garri e dai canestri di Tommasini per il 79-74 a 60 secondi dalla fine. Reati prova l’ultimo assalto, ma Renzi, con il suo ultimo rimbalzo cala il sipario al match, che si consegna alla storia con il punteggio di 84-76.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy