Trapani rialza la testa e abbatte Scafati 87-83

Trapani rialza la testa e abbatte Scafati 87-83

Dopo due sconfitte di fila la Pallacanestro Trapani ritrova il successo e tra le mura amiche supera la Givova Scafati nell’8 giornata del campionato di A2 ovest per 87-83. Gara maschia e dinamica, con Trapani che non da seguito al buon avvio, inceppandosi nel terzo periodo, ma uscendo fuori alla distanza grazie al carattere di squadra e un super Renzi e i suoi 29 punti.

Commenta per primo!

Pallacanestro Trapani – Givova Scafati 87-83 (25-16, 45-38, 59-61 )

Pallacanestro Trapani: Mays 9, Renzi 29 , Scott 16, Ganeto 6, Tommasini 7, Viglianisi 6, Tavernelli 11, Filloy 3 , Simic,

Givova Scafati: Fischer 19, Crow 20, Fantoni 15, Naimy 5, Baldassarre 15, Ammannato 4, Panzini 5,

Ducarello parte con Viglianisi in quintetto preferendolo a Mays , mentre l’altro USA, Carleton Scott, si erge subito protagonista dell’avvio di gara, con 8 punti in 3 minuti, che uniti ai 5 di Tommasini firmano il primo allungo granata sul 13-4.Le falle della zona campana sono terreno fertile per Trapani, che dopo i primi cinque minuti è avanti 17-8. Fantoni lotta sotto le plance e prova quasi da solo a tenere in scia i suoi, ma non trova supporto dai compagni, Trapani incassa anche i primi punti di Mays, lasciando Scafati sotto di 9 alla prima sirena sul 25-16.

Con appena il 30% al tiro Scafati resta una macchina d’errori, mentre Trapani spinge sull’acceleratore toccando anche il +15 in avvio di secondo quarto. Fischer e Baldassare hanno un sussulto a metà tempo e con un buon break dimezzano lo svantaggio sul 31-24 al 15′ minuto. Le triple di Crow vengono ridimensionate dal dinamismo di Renzi e la buona vena di Scott, che peró ha il vizzietto del fallo, arrivando a 3 dopo i primi 20 minuti e finendo inevitabilmente in panchina. Trapani controlla nel finale di tempo, incassando peró ancora una tripla di Crow sulla sirena, che da ossigeno agli ospiti, per un 45-38 che manda tutti al riposo lungo.

Le triple di Viglianisi e Filloy aprono il terzo quarto in casa granata, ma con l’ex Baldassare Scafati resta aggrappata al match, alzando le sue percentuali al tiro. Trapani resta meno dinamica ma sopratutto fallosa, permettendo ai gialloblù dalla lunetta di ricucire lo strappo al 25′ sul 53-50. È il prologo al pareggio prima, che arriva grazie alla tripla di Naimy e poco dopo al primo sorpasso ospite sul 53-55 sul piazzato di Fischer al 27′. L’elastico si accorcia, l’agonismo si accentua e s’infiamma anche il Palaconad, sopratutto quando coach Ducarello incassa il tecnico alla panchina di Trapani nel finale per proteste, che permette a Scafati di chiudere avanti il terzo periodo 59-61.

Lotta pura ed equilibrio animano l’ultimo periodo, con difese e attacchi reciproci che vanno di pari passo. Baldassare firma il +3 ospite, ma Mays pareggia immediatamente dalla lunga a quota 66 al minuto 33. Quando al 35′ Scafati fallisce un paio di attacchi, Renzi prende possesso dell’area avversaria e da respiro ai suoi, che allungano sul 72-66. Scafati però non molla, si avvicina con la bomba di Crow, e con il repentino bonus falli di Trapani risale dalla lunetta con con un 6-0 di break, fino al nuovo pareggio a quota 72 a 180 secondi dalla fine. Il finale è incandescente, ogni palla ogni libero diventa cosi decisivo. Renzi ne mette tre in serie su quattro e poi sfonda sotto canestro, ma Ammannati e Baldassare sono li a -2 ad un minuto dalla fine sul 79-77. Panzini scivola palla in mano a 40 sec dal termine, mentre Renzi si conquista di forza due liberi che trasforma per 81- 77. A riportare tutti sulla terra ci pensa la bomba di Crow, per il -1 ospite a 22 secondi dalla fine. La guerra dei nervi si sposta cosi tra timeout e nella lotteria dei liberi. Tavernelli non sbaglia, mentre Crow ne stecca uno, garantendo a Trapani il +2 e palla in mano negli ultimi 10 secondi. Il 2/2 di Renzi porta i granata a due possessi di vantaggio e li lancia verso la meritata vittoria sul definitivo 87-83

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy