Trapani schianta Legnano e vede i playoff

Trapani schianta Legnano e vede i playoff

Tutto facile per la pallacanestrro Trapani, che in casa travolge Legnano 113-91 dominando dall’inizio alla fine, e con la contemporanea sconfitta di Agrigento vede all’orizzonte i playoff ad una giornata dal termine.

di Michele Maltese

2B Control Trapani – Axpo Legnano 113-91 (31-24, 63-45, 86-72).

2B Control Trapani: Renzi 20, Dosen 4, Artioli 7, Tartamella 2, Maschi 13, Czumbel 2, Clarke 21, Mollura 4, Marulli 19, Nwouocha 10, Ayers 3, Pullazi 8.

Axpo Legnano: Raffa, 19, Thomas 24, Ferri 8, Bortolami 14, Corti 7, Serpilli 19

Dopo la fondamentale vittoria di Agrigento, la 2B Control Trapani aveva bisogno di un successo per alimentare la speranza di un posto playoff. Quale migliore occasione contro una Legnano penultima in classifica e unicamente interessata a giocarsi il prossimo playout contro Cassino. Inizio subito di marca Granata, che fa valere fisico e talento con 7 punti in serie di Renzi e la tripla di Clarke per il 12-5 dopo i primi 5 minuti. Legnano si sveglia dal suo torpore e con un buon break,  firmato sopratutto dalla distanza con Thomas , Bortolani e Serpilli, che  permette ai lombardi di avvicinarsi anche -2 negli ultimi 120 sec di parziale, prima che la tripla di Marulli e i liberi di Mollura riportino Trapani avanti alla prima sirena 31-24.

Si torna in campo con Trapani che attinge a piene mani dalla panchina, e con i punti di Mollura e la tripla di Artioli, tocca per la  prima volta la doppia cifra di vantaggio sul 36-26 al 13′ minuto. Coach Parente incassa dividendi importanti da tutti i suoi giocatori,al cospetto anche dei limiti e dei tanti errori di Legnano, che quando si apre finisce inevitabilmente per subire. Al 15′ Granata avanti sul 45-33, per poi allargare ancora il divario con le triple in successione di Ayers e Marulli. Una fragile zona e il solo Thomas non bastano a contenere la superiorità di Trapani, che senza affanni resta ampiamente avanti fino al riposo lungo sul 63-45.

7-0 iniziale firmato Renzi e Miaschi in avvio di terzo periodo per il nuovo massimo vantaggio locale sul 70-45. Match ampiamente indirizzato e cronometro che corre veloce, come i cambi dalla panchina. Al 25′ Trapani avanti 76-57, con il solito Thomas unica vera spina nel fianco. Troppo poco per una Legnano a tratti volitiva ma decisamente insufficiente e senza armi , per un terzo periodo che vola via in un amen fino al 86-72, con un gioco da 3 punti di Corti proprio sulla sirena.

Si torna in campo e Trapani stacca la corrente,si rilassa un po e becca un 8-0 pesante di Ferri e Raffa, per il – 9 (86-77) al 32′. Time out immediato di Parente che richiama in suoi e i big dalla panchina per evitare nuove sbandate. Prima Renzi e poi Clarke obbediscono senza remore per tenere alta l’attenzione e stappare quota 100 al 35’contro gli 82 di Legnano. É il definitivo segnale di resa dei lombardi, che alzano bandiera bianca in match che di fatto non c’è mai stato, che si consegna alla storia con il punteggio di

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy