Trapani, super Baldassarre e largo successo contro Imola

Trapani, super Baldassarre e largo successo contro Imola

Commenta per primo!

Pallacanestro Trapani – Andrea Costa Imola 78-57 (19-12; 31-26; 49-41)

Pallacanestro Trapani: Renzi 8 (3/6, 0/4), Bartoli 3 (0/1, 1/1), Lowery 18 (6/8, 1/6), Baldassarre 19 (5/7, 1/1), Bossi, Rizzitiello 3 (1/4 da tre), Ianes 4 (2/5), Tabbi, Parker 14 (5/9, 1/4), Ferrero 9 (2/2, 1/4). Coach: Lino Lardo

Andrea Costa Imola: Maccaferri 6 (0/1, 2/3), Young 16 (4/6, 2/9); Gorrieri (0/1 da tre), Poletti 16 (6/13), Riga (0/1 da tre), Turel 3 (1/4 da tre), Dordei 8 (3/7, 0/4), Passera 6 (2/4, 0/1), Mancin 2 (1/1), Niles n.e. Coach: Vincenzo Esposito

Note: Arbitri: Gaetano Perretti, Mauro Belfiore (entrambi di Napoli) e Calogero Cappello di Porto Empedocle (AG). T.L.: Trapani 14/22, Imola 10/15. Tiri da due: Trapani 23/38, Imola 16/32. Tiri da tre: Trapani 6/24, Roseto 5/23. Usciti per cinque falli: nessuno. Spettatori: 3.000 circa.

TRAPANI. La Pallacanestro Trapani festeggia il ritorno nel grande basket con una convincente vittoria contro Imola, al cospetto di una cornice di pubblico degna della seconda serie nazionale. Trapani si presenta al gran completo, Imola invece è costretta a rinunciare all’esterno americano Warren Niles per guai muscolari. Coach Lardo si affida al quintetto già visto al Memorial David Basciano, dall’altro lato Esposito manda sul parquet due under, lasciando inizialmente in panchina Passera. La prima emozione, si fa per dire, è il black-out elettrico che costringe tutti a fermarsi per 25’ circa sul punteggio di 2-5. Trapani si fa trovare pronta alla ripresa delle ostilità, con Baldassare che sfrutta a dovere i chili a disposizione rispetto a Dordei, 12-2 il break a favore dei granata che scavano il primo solco in proprio favore (14-7). Si va alla prima mini sirena sul 19-12 per la formazione granata che ruota già ben otto uomini. Nel secondo quarto, dopo il 5-0 firmato Baldassarre (24-16), i romagnoli passano a zona e ricuciono un po’ lo strappo con Trapani che non ci prende da fuori (2/13 da tre alla pausa lunga). I ragazzi di coach Lardo vanno al riposo sul 31-26, facendosi apprezzare per qualche bella giocata in transizione, chiusa dai lunghi a rimorchio. Baldassare è già a quota 14 punti con 5/6 dal campo, 6 rimbalzi e 5 falli subiti. Al rientro dagli spogliatoi subito un personale 5-0 di Young (31-31), poi regna l’equilibrio fino a 4’ dalla fine del periodo (42-40). Lì un break di 7-0, condito da una buona difesa di Baldassare sul cambio difensivo contro Young e da una tripla di Parker, manda le squadre sul 49-40 quando residuano gli ultimi 10’. La squadra ospite dimostra di crederci e ricuce lo strappo (49-46), poi è un monologo granata. I guizzi di Lowery ed un gioco da tre punti di Parker producono l’ennesimo break (9-0) che proietta lo score sul 58-46 a 6’ dal termine. Imola paga a caro prezzo la penuria di rotazioni, la tripla di Rizzitiello contro la zona ospite e la schiacciata in contropiede di Lowery fissano il punteggio sul 65-49 per i padroni di casa. Trapani continua ad applicarsi energicamente in difesa e dilaga nel punteggio con la bomba di Bartoli e due numeri di Parker, tra cui un’esitazione in palleggio di pregevole fattura conclusa con un lay-up. La gara si chiude sul 78-57 con la bomba dell’under Turel che così fissa definitivamente lo score. Trapani tira molto bene da due, 23/38 (61%), non altrettanto da tre (6/24, 25%), distribuendo ben 16 assist, segno emblematico di una buona fluidità offensiva e, soprattutto, della voglia di giocare assieme. Tra i singoli segnaliamo i ben 9 assist di Parker ed i numeri dell’MVP Baldassare che lotta su tutti i palloni e chiude con 19 punti, 5/7 da due, 1/1 da tre, 12 rimbalzi ed 8 falli subiti. Adesso prima gara esterna contro Forlì, dove la formazione granata cercherà di concedere il bis.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy