Trento supera con il talento dei giovani e il carattere una Napoli coraggiosa

Trento supera con il talento dei giovani e il carattere una Napoli coraggiosa

Commenta per primo!

Oggi, 9 novembre 2013, va di scena al palazzetto di via Fersina uno dei big match di questa settima giornata della sessione regolare. Sarà Trento – Napoli, una delle numerose sfide infinite di questa DNA gold. Le due compagini si rincontrano a distanza di due anni, fu infatti nel maggio 2012 che i bianconeri trentini incontrarono sulla loro strada Napoli durante i playoff per la promozione nell’ex Lega2. Fu proprio dopo quella vittoria che l’aquila trentino spiccò il volo per un biennio di successi. Ma ormai questi sono solo degli splendidi ricordi, oggi conterà soltanto vincere, non conterà il come o il perché, sta sera l’importante per entrambe le compagini sarà uscire dal PalaTrento con altri 2 punti in saccoccia. Il treno per i playoff è ancora a portata di mano per entrambe le compagini, una vittoria darebbe una spinta in più per il raggiungimento di questo scopo, una sconfitta riempirebbe la testa di cattivi pensieri. Come disse Cesare quando attraversò il Rubicone “alea iacta est”… già, il dado è tratto, il numeroso pubblico accorso a sostenere i propri beniamini si aspetta una battaglia sportiva, e battaglia sarà. QUINTETTI Aquila Basket Trento : Triche, Forray, Elder, Pascolo, Spanghero. All: Buscaglia Expert Napoli : Black, Weaver, Allegretti, Valentini, Brkic. All: Cavina Arbitri : Gagliardi di Anagni (FR), Bramante di S. Martino buon albergo (VR), Scudieri di Maserando sul Piave (TV) PRIMO QUARTO – Le due squadre segnano i loro primi due punti con i loro playmaker, la difesa trentina parte alla grande, recuperando due palloni, in particolar modo con Triche, che prima stoppa Black ma poi commette una sciocchezza che gli  costa il secondo fallo in due minuti e va ad accomodarsi in panchina. Le due squadre si sfidano con un unico lungo di ruolo, quindi a far la parte del leone sono gli esterni, in particolar modo con Black e Spanghero che sembrano in serata di grazia. La partita è davvero molto equilibrata e dopo  sette minuti si è sul 17 a 15 in favore di Trento. Dopo la serataccia da tre a Veroli, oggi Trento è in serata di grazia, come testimonia la tripla con fallo annesso di Elder ad un minuto dal termine. La tripla di Black sulla sirena porta al 25-23 di fine quarto, in questi primi dieci minuti si è vista una bellissima partita. SECONDO QUARTO – Si apre il secondo quarto con una schiacciata di Lechthaler, ma Trento non riesce a fuggire perché Brkic  dentro e fuori dall’area è immarcabile. Dopo due minuti c’è da registrare il primo vantaggio napoletano sul 27 a 28 e a quel punto Buscaglia è costretto a chiamare un time out, ma il minuto di sospensione non porta gli sperati frutti, la palla non entra più e dopo cinque minuti Napoli è avanti di 5. Nonostante un Black mostruoso la partita sembra comunque aperta anche se in questo secondo quarto è Napoli la squadra migliore sul parquet. Buscaglia tenta di cambiare le sorti della partita inserendo anche il giovane Molinaro ma la retina sembra stregata e così ad un minuto e mezzo dal termine i campani son avanti di 6. Ma le brutte notizie non finiscono qui, terzo fallo di Pascolo e pure lui va ad accomodarsi in panca per non peggiorare la situazione. Il comodo lay up di fine quarto di Baldi Rossi spinge Trento fino al meno quattro, sul 44 a 40 per Napoli. MVP a metà partita : Black e Elder TERZO QUARTO – Ennesima tegola per Napoli, sul parquet per il secondo tempo non scenderà Allegretti, pesante assenza perché va ad aggiungersi a quella del lungodegente Ceron e a quella fresca di ieri di Bryan. Riparte la contesa e sembra esser tornato l’equilibrio di primo quarto. Brkic, 22 per lui a metà terzo quarto, è sempre un fattore in casa Napoli, che si aggrappa al suo lungo per mantenere la testa. La super giocata di Pascolo e la successiva bomba di Elder valgono il meno uno di Trento a due minuti dal termine. Napoli, che forse è anche un po’ sulle gambe vista la rotazione a soli sette giocatori a cui è costretta, dorme in difesa e Trento compie il sorpasso, a un minuto e mezzo dal termine. Ma Brkic non ci sta, si mette in proprio e spinge i campani sul +5, il vantaggio è solo però un fuoco di paglia, doppia tripla griffata Pascolo e Baldi Rossi, l’ aquila vola a +1 quando ha inizio il quarto ed ultimo parziale. QUARTO QUARTO – Si inizia nel segno di Elder, tripla e poi fallo su un’altra bomba (segna tuttavia un solo libero), Trento vola in un amen a +7. Napoli non molla, 7 punti consecutivi di Valentini e la contesa resta apertissima, time out a sei dal termine e Trento è avanti di 4. Napoli si arrampica fino al meno 1  ma la doppia tripla di Triche restituisce 7 punti di vantaggio ai trentini. Fallaccio su Elder non dovutamente punito con il fallo antisportivo, a due dal termine Trento è sul +9, Weaver segna da tre ma subito dopo manda Elder in lunetta che significa +7 a quaranta secondi dal termine. Due palle perse in pochi secondi danno ulteriore sale alla contesa ma per Napoli è ormai finita, Trento vince 91 a 86. POST PARTITA – Trento vince meritatamente, ma quanta fatica, tuttavia ciò che contava era conquistare due punti e così è stato. Merita però anche un elogio Napoli, con soli sette giocatori era difficile fare di più, è stata però una serata di ottimo basket e il pubblico trentino potrà tornare a casa felice e continuare a sognare. INTERVISTA – Ospite dell’ intervista di fine match è Filippo Baldi Rossi, MVP della partita, che sfoggia delle nuove scarpe arancio fluo, che a quanto pare portano davvero bene. Ai nostri microfoni dichiara:”Siamo felicissimi, le loro assenze ci hanno sicuramente facilitato ma partiamo sempre uno scalino sotto rispetto a squadre come Napoli, quindi per noi nulla è mai facile . L’importante era vincere e abbiamo ottenuto ciò che volevamo” Interviene anche Maurizio Balbi, ai microfoni della web-radio societaria: “A questa squadra va solo un grosso plauso dopo questa partita. Abbiamo dato del filo da torcere ad una formazione come Trento e per giunta in casa loro. Oggi abbiamo dovuto fare i conti con ben tre assenze, tre giocatori importanti che non hanno potuto dare il loro contributo. La nostra è una squadra in costruzione, questo la gente lo deve capire. Fare 86 punti al PalaTrento quando sei così rimaneggiato non è da tutti. Questa partita deve far riflettere tutti, abbiamo una squadra competitiva con grossi margini di miglioramento. Aspettiamo che recuperino tutti e vedremo… Domenica ci sarà Torino al PalaBarbuto. Mi aspetto un bel seguito all’impianto di Fuorigrotta: la squadra c’è e ci deve essere anche la Città altrimenti tutto questo non avrebbe senso”. Aquila Basket Trento – Expert Napoli 91-86 (25-21, 15-21, 25-20, 26-22) Aquila Basket Trento: Triche 18 (4/10, 2/5), Pascolo 18 (7/11, 1/2), Baldi Rossi 14 (3/5, 2/2), Pablo Forray 8 (1/3, 2/6), Fiorito 3 (0/1, 1/2), Molinaro, Jaquawn Elder 21 (0/4, 4/6), Lechthaler 4 (2/2), Spanghero 5 (1/2, 1/4) N.E.: Bailoni Allenatore: Buscaglia Tiri Liberi: 16/24 – Rimbalzi: 30 18+12 (Baldi Rossi 10) – Assist: 19 (Spanghero 5) Expert Napoli: Malaventura 5 (1/3, 1/4), Allegretti, Valentini 14 (3/8, 1/1), James Black 15 (5/8, 1/4), Montano 10 (1/1, 2/3), Izzo, Donovan Weaver 18 (2/7, 3/7), Brkic 24 (8/10, 2/4) N.E.: Esposito, Traballesi Allenatore: Cavina Tiri Liberi: 16/18 – Rimbalzi: 27 21+6 (Donovan Weaver 7) – Assist: 14 (James Black, Donovan Weaver 5) Arbitri:Scudieri,Gagliardi,Bramante MVP Basketinside: Baldi Rossi

Fotogallery a cura di Sandro Botto

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy