Un grande Gilbert spinge Ferentino alla vittoria su Treviglio

Un grande Gilbert spinge Ferentino alla vittoria su Treviglio

La FMC Ferentino espugna Treviglio con il punteggio di 80-90 trascinata da un grande Gilbert.

Commenta per primo!

Prima sconfitta interna per la Remer Treviglio che perde l’imbattibilità del PalaFacchetti con grande onore davanti a una straripante FMC Ferentino che porta a casa i due punti con il punteggio finale di 80-90. Una partita giocata su livelli altissimi dai ragazzi di coach Ansaloni che hanno fatto valere il talento di Marcus Gilbert (incontenibile da ogni area del campo) e la fisicità del totem Gigli, scappando subito nel terzo quarto e contenendo i tentativi di recupero della Remer; i ragazzi di coach Vertemati hanno pagato troppo il ritmo in attacco dei laziali e un po’ di sfortuna al tiro nei primi tre quarti, non riuscendo a ricucire lo svantaggio ma dando prova di grandissimo carattere recuperando nel finale con i giocatori più giovani (menzione d’onore a Pecchia e, sopratutto, Cesana) e dimostrando di poter dar filo da torcere a tutti.

Vertemati manda in campo Marino in regia, Marini e Sollazzo sugli esterni, Sorokas e capitan Rossi sotto canestro; dall’altra parte coach Ansaloni opta per il quintetto composto da Imbrò in regia, Musso e Raymond  sugli esterni, Gilbert e capitan Gigli sotto canestro.

Da sottolineare la grandissima accoglienza del pubblico trevigliese per Tommaso Carnovali, 9 stagioni in biancoblu tra giovanili e prima squadra, salutato con cori e applausi da tutti i tifosi presenti al PalaFacchetti.

Il primo canestro del match è per gli ospiti che infilano una tripla con Raymond, arriva subito la risposta trevigliese con il 2/2 ai liberi di Marini e i 2 punti da sotto di Rossi ma Ferentino spinge molto con il gioco sotto le plance e trova 4 punti da Gilbert (da sottolineare la schiacciata in testa al capitano della Remer) e 2 di Gigli, cui si aggiunge il contropiede vincente di Musso che spinge i laziali sul +7 (4-11) e porta coach Vertemati a chiamare il primo time out della partita. Sollazzo e Marini provano a ridar fiato ai biancoblu ma la FMC può contare su un Gigli particolarmente ispirato e assolutamente dominante sotto le plance che con i suoi 7 punti, uniti alla tripla di Musso e al canestro di Gilbert, porta i ciociari sul +15 (8-23). Ferentino mette grande pressione ai difensori della Remer con una rapida circolazione di palla, coach Vertemati prova a mettere più fisicità inserendo Nwohuocha ma gli ospiti contro-attaccano allargando il gioco e colpendo con Gilbert dall’angolo. Cesana e Sollazzo ridanno fiato alla squadra di casa, con Vertemati a cambiare completamente il quintetto cercando di dare una scossa al match dei suoi, ma Ferentino è una formazione che in questo primo quarto riesce a far male il moltissimi modi e si mantiene saldamente al comando con il canestro di Benvenuti e la tripla di Imbrò (16-31 dopo 10’ di gioco).

Il secondo quarto viene aperto dai 2 punti dell’ex Tommaso Carnovali, risponde Marino dalla media distanza per una Treviglio sfortunata nelle conclusioni dalla media distanza e ad approfittarne è ancora Carnovali che va a colpire da dietro l’arco. Parziale Remer di 6-2 con in canestri di Sorokas e Pecchia e il 2/2 dalla lunetta di Marino, Ferentino si blocca per qualche minuto sui tentativi dell’ex trevigliese da dietro l’arco ma l’ala di Melzo alla fine viene ripagata con una bomba delle sue che spinge i laziali sul +17 (24-41), costringendo coach Vertemati al time out. Al rientro Treviglio alza l’intensità in difesa (per i ciociari solo 15 punti nel secondo quarto, rispetto ai 31 del primo parziale), lasciando a Ferentino il solo canestro da sotto di Gigli, e si affida a Sollazzo che si carica sulle spalle l’attacco biancoblu con 7 punti,  a cui vanno sommati i canestri dalla media distanza di Sorokas e Marino che riportano la squadra di casa sotto la doppia cifra di svantaggio (35-43), spingendo ora coach Ansaloni al time out. Reazione degli ospiti con la tripla dall’angolo di Gilbert ma è la Remer ha chiudere il secondo quarto con un canestro da maestro di un ispirato Sollazzo che manda Treviglio negli spogliatoi sotto di 9 lunghezze (37-46).

Inizio fulminante della FMC con due triple prodotte dal duo Raymond-Gilbert e la penetrazione di Musso, risponde Treviglio alzando la pressione in difesa e piazzando un parziale di 8-2 aperto dal canestro di Sorokas e chiuso dalla conclusione dalla media distanza di Marini che riportano sotto la Remer. Ferentino prova a scrollarsi di dosso i biancoblu e ci riesce molto bene con Gilbert da sotto e, approfittando del fallo antisportivo fischiato a Marini, il 3/3 ai liberi di Imbrò e la penetrazione vincente di Raymond che spingono i laziali sul +5 (45-60). Tripla frontale di Genovese a scuotere i trevigliesi, risposta senza appello di Gilbert che infila due bombe e porta Ferentino a +18 (48-66), costringendo coach Vertemati al time out. Al rientro la FMC non accenna a rallentare e allunga ulteriormente con il 2/2 dalla lunetta di Gigli e altre due triple di uno spaziale Gilbert (17 punti nel solo terzo parziale, 7/10 da dietro l’arco dopo 30’ di gioco), Treviglio prova a rispondere con le bombe di Marini e Cesana ma è ancora Ferentino a colpire da dietro l’arco con Carnovali per il +23 ospite (54-77). Reazione trevigliese in chiusura con il gioco da 3 punti di Rossi che fissa il risultato del terzo quarto sul +20 laziale (57-77).

Ultimo parziale aperto dal canestro di Benvenuti, la Remer però non vuole smettere di lottare e infila 4 punti da sotto con Cesana e Sollazzo (da sottolineare la schiacciata in penetrazione in testa a Benvenuti), reazione FMC che non vuole assolutamente far rientrare i biancoblu e li ricaccia indietro con i canestri di Musso, Benvenuti e Raymond (61-84), portando coach Vertemati al time out. 3/4 ai liberi di Nwohuocha ma Ferentino non rallenta e si porta a +24 con il canestro di Sabbatino e la schiacciata di Benvenuti chiudendo le danze a 4’ dal termine (64-88). Coach Vertemati inserisce anche i giovani Dessì e Mezzanotte, i suoi ragazzi dimostrano grande carattere continuando a combattere fino alla fine e trovando canestri importanti da Pecchia e Cesana (8 punti per lui in questo finale di partita)che lasciano un po’ l’amaro in bocca ai biancoblu ma permettono a Treviglio di chiudere con grande onore questo match con uno svantaggio di tutto rispetto (80-90).

La palma di MVP va senza dubbio a Marcus Gilbert, dominante da ogni zona dell’attacco, decisivo nel terzo quarto con ben 17 punti che hanno ricacciato indietro le speranze di recupero della Remer, chiude con 29 punti, 3 rimbalzi, 7/11 da 3 punti e 11/18 totale dal campo. Decisive anche le prove di Angelo Gigli (il migliore per valutazione con un totale di 28, chiude con 13 punti, 8 rimbalzi e 4 assist) e Benjamin Raymond (9 punti e 8 rimbalzi); chiudono in doppia cifra anche Musso (11 punti), Carnovali (11 punti) e Benvenuti (10 punti, 4 rimbalzi).

Per Treviglio non bastano le ottime prove di Sollazzo (17 punti, 4 rimbalzi)e Marino (8 punti, 8 rimbalzi); da sottolineare le buone prestazioni di Cesana (15 punti, 5 rimbalzi e 3/5 da 3 punti), Nwohuocha (ha dato più fisicità nella lotta sotto canestro, chiude con 9 punti e 5 rimbalzi) e Pecchia (8 punti, 4 rimbalzi e 2/2 da 3 punti).

 

Remer Treviglio 80–90 FMC Ferentino (parziali: 16-31, 37-46, 57-77)

Remer Treviglio: Cesana 15, Pecchia 8, Dessì, Sorokas 6, Marino 8, Marini 9, Mezzanotte, Genovese 3, Rossi 5, Nwohuocha 9, Sollazzo 17. All. Vertemati

FMC Ferentino: Musso 11, Gigli 13, Datuowei, Sabbatino 2, Imbrò 5, Gilbert 29, Carnovali 11, Bertocchi, Benvenuti 10, Raymond 9. All. Ansaloni

StatisticheTreviglio: 23/48 da 2, 8/19 da 3, 31/67 totale, 10/12 ai liberi; Ferentino: 21/36 da 2, 14/31 da 3, 35/67 totale, 6/7 ai liberi

Arbitri dell’incontro: Federico Brindisi di Torino (TO), Roberto Radaelli di Rho (MI), Alessio Dionisi di Fabriano (AN)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy