Una Trapani fredda ai liberi spezza l’imbattibilità di Veroli

Una Trapani fredda ai liberi spezza l’imbattibilità di Veroli

Commenta per primo!

Al PalaIlio Trapani non delude e mantiene il fattore campo con una Veroli comunque volenterosa, ma costretta all’imbattibilità. Partita sempre condotta dai granata di coach Lino Lardo che nell’ultima frazione patiscono un po’ di stanchezza e di  deconcentrazione ed in pochi minuti si trova dal +18 al +3. Nel concitato finale la freddezza ai tiri liberi di Lowery ed i rimbalzi di Baldassarre lanciano il Trapani a 4 punti in classifica. Peccato per la formazione di Ramondino, ma le sensazioni in casa giallo-rosse restano positive.

Pallacanestro Trapani – Basket Veroli 83-77

Parziali (26-13,51-41,69-53)

Tabellino:

Pallacanestro Trapani: Renzi 15, Bartoli ,Costadura, Lowery 16,Baldassare 15, Bossi, Rizzitiello 6, Ianes 4, Tabbi, Parker 10, Ferrero 17

T2 31/60  T3 8/16  T1 13/17

Basket Veroli: Sanders 12,Cittadini 9 ,Rossi 5,Tommasini 5,Samuels 10 ,Ondo Mengue ,Blizzard 13,Casella 13, Fabiani,Carenza 5

T2 28/62 T3 17/27  T1 9/14

Arbitri: Ciaglia di Caserta, Boscolo di Chioggia, Trifiletti di Messina

La legge del Palailio non ammette varianti, infatti la Pallacanestro Trapani, sfoderando una prestazione tutto cuore, supera Veroli che si dimostra squadra ben costruita e compatta, non a caso a punteggio pieno prima di oggi. Trapani si presenta al gran completo, copia incolla per la formazione ciociara. Coach Lardo si affida al quintetto classico (Parker-Lowery-Ferrero-Baldassarre-Renzi), dall’altro lato Ramondino manda sul parquet Tommasini, lasciando inizialmente in panchina il veterano Blizzard. Lardo spedisce Lowery su Tommasini, mettendogli pressione, mentre Parker si occupa della guardia Sanders. Ramondino ordina la zona che produce i suoi dividendi, Trapani soffre qualcosina sul pick and roll avversario, lo score recita 8-11. Time out per i granata che cambiano marcia, break di 8-0 frutto dei guizzi di Ferrero e Baldassarre (16-11). I granata sul finire di periodo allungano ulteriormente, anche per via del tecnico fischiato a Cittadini (3° fallo). Si va alla prima mini sirena sul 26-13 per la formazione granata che produce un break lungo di 18-2. Nel secondo quarto, subito il 5-0 ospite (24-18), Trapani prova a spingere in contropiede ma Veroli non sbaglia un colpo da fuori (7/8 da tre nel quarto). Le bombe di Blizzard e Casella ricuciono lo strappo (46-40) ma i ragazzi di coach Lardo non stanno a guardare e vanno al riposo sul 51-41. Il secondo periodo recita 28-25 per Veroli, con percentuali da favola, soprattutto per Trapani che paga però qualcosa a rimbalzo (9-16). Baldassare è già a quota 11 punti con 4/4 da due ed 1/1 da tre. Parker scrive già 6 assist. Al rientro dagli spogliatoi gli attacchi divengono meno brillanti, dopo un paio di canestri di Samuels arriva il magic moment di Trapani che vola sul 67-50 con la tripla in transizione di Lowery, volando in contropiede con Ferrero che si fa trovare pronto mentre Ramondino si dimentica di Blizzard. Le squadre si ritrovano sul 69-53 quando residuano gli ultimi 10’. La squadra ospite dimostra di crederci e ricuce lo strappo con un break di 9-2 (71-62). Nonostante la tripla di Parker (74-62), l’inerzia è nelle mani di Veroli che si avvicina ulteriormente (74-70 a 4’ dal termine). Trapani soffre troppo a rimbalzo (22-34 a fine match), i guizzi di Baldassarre e Parker sembrano dare respiro ai granata (78-70) ma un tap-in di Casella riapre nuovamente i giochi (78-75). Si arriva così sul 80-77 a 35’’ dal termine quando una grande difesa di Baldassare costringe Blizzard ad un tiro forzato da tre che si spegne sul ferro. Veroli è costretta al fallo sistematico, i liberi di Lowery chiudono di fatto il match con Trapani che difende egregiamente sui tre possessi conclusivi degli ospiti. La gara si chiude sul 83-77 con il libero di Baldassare sul fallo antisportivo subito. Trapani tira discretamente da due, 23/44 (52%), molto bene da tre (8/16, 50%), distribuendo ben 15 assist, facendosi spesso apprezzare per delle pregevoli azioni in contropiede. Veroli, come detto, domina a rimbalzo (+12) ma paga a caro prezzo le ben 17 palle perse, frutto anche dalla pressione difensiva di Trapani. Tra i singoli segnaliamo i ben 8 assist di Parker, i numeri di Baldassare (15 p.ti, 5/7 da due ed 1/1 da tre), la prova a tutto campo di Ferrero (17 p.ti, 4/7 da due e 2/4 da tre) e la solidità di Renzi che chiude con 15 punti e 9 rimbalzi, sboccandosi anche da tre. Il prossimo impegno per Trapani sarà il derby on the road contro Barcellona.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy