Una Tuscany da playoff travolge l’Aget Imola

Una Tuscany da playoff travolge l’Aget Imola

Commenta per primo!

Palla a due. Nei primi minuti le squadre si sfidano a viso aperto, combattendo punto a punto. Varnado, galvanizzato dal premio come miglior stoppatore di sempre della Legadue, sforna qualche numero dei suoi mentre Whiting gli fa eco sull’altra sponda. La prima frazione risulta intensa dal punto di vista agonistico, con Pistoia che difende con grinta e attacca facendo circolare la palla molto e bene. Imola risponde con azioni individuali che gli permettono di rimanere incollata alla Tuscany.

A metà del primo quarto entrambe le squadre sembrano perdere lucidità e, pur mantenendo l’intensità di gioco, mancano di precisione offrendo al pubblico canestri con il contagocce. Pistoia fallisce anche l’ultimo possesso, portando a quattro i minuti privi di punti e chiudendo sotto di 1 (15-16)

I primi minuti del secondo quarto confermano l’andamento del primo, ma le triple prima di Porzingis e poi di Campanaro, suonano la sveglia per la squadra di casa e spengono all’improvviso gli ospiti. Sarà l’inizio del periodo che deciderà la sfida.

La Tuscany comincia a difendere forte, Fucka e Porzingis danno il via all’allungo pistoiese con Varnado che detta legge nelle due aree pitturate, dove non sembra avere rivali all’altezza. Imola va in confusione, perdendo lucidità, Pistoia allunga facilmente fino al + 15. Gli ospiti si aggrappano al talento di Whiting e nei minuti che precedono l’intervallo tentano una difesa aggressiva per non far ragionare Pistoia. I ragazzi di Moretti riescono comunque a mantenere un vantaggio di +12 con percentuali al tiro che sfiorano il 50% .

L’intervallo non porta giovamento alla squadra di Lasi, la Tuscany gestisce la gara con sicurezza, affondando a suo piacimento. Varnado abbassa la saracinesca, in fase offensiva tutti sembrano avere punti e soluzioni ideali nelle mani. La Aget non è in grado di reagire, Pistoia applica una zona efficacie, raggiungendo il massimo vantaggio di +23 a due minuti dal temine del terzo tempino.

La quarta frazione è poco più di una formalità. La Tuscany si diverte e fa divertire il suo pubblico mentre Whiting è l’ultimo ad arrendersi (finirà con 26 punti) ma non riuscirà a coinvolgere i suoi nell’improbabile rimonta. Gli ultimi minuti regalano la sesta stoppata del match di Varnado (sempre più recordman), un’interminabile standig ovation del pubblico biancorosso e la bomba finale di Saccaggi (a guidare un quintetto di giovanissimi) che blinda il punteggio sul 96 a 72.

Aspettando le partite di domenica Pistoia si gode l’ottava e tanto agognata posizione. La strada per guadagnare i playoff è ancora impegnativa ma con questa determinazione i ragazzi di Moretti sembrano poter tentare qualsiasi impresa.

 

Migliore in campo Basketinside: J. Varnado

Tuscany Pistoia: Berti 7, Porzingis 11, Filloy 14, Toppo 4, Forte 24, Varnado 22, Fucka 6, Campanaro 5, Campanaro 5, Saccaggi 3, Tuci, Petrucci, Tesi.

Aget Imola: Moreno 9, Masoni 6, Ongenaet 7, Prato 8, Ringstrom 8, Bruttini 8, Whiting 26, Ferrara, Amici

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy