Veroli in Finale per il terzo anno di fila, a Venezia non basta Clark

Veroli in Finale per il terzo anno di fila, a Venezia non basta Clark

Commenta per primo!

Venezia, invece, nonostante la buona prestazione balistica di Clark e Young (37 e 19 punti) è costretta ad abbandonare la manifestazione nonostante una partita ben giocata. Gli unici rammarici per la capolista possono essere dati dall’apporto di Tamar Slay (1 solo canestro dal campo), dalla non ottima gestione del +11 del secondo quarto e dai pochi punti della panchina (10). Da segnalare le ottime prestazioni al tiro di ambedue le squadre: Veroli 56% da 2 e 48% da 3, Venezia 73% da 2 e 50% da 3.

La prima semifinale delle Final Four di Legadue a Novara vede sfidarsi la capolista Umana Venezia e la squadra vincitrice delle ultime due edizioni della competizione, la Prima Veroli. Prima della contesa si esibiscono i bersaglieri di Asti suonando l’inno nazionale. Alle 18:10 inizia il match con in quintetto per Venezia: Clark, Young, Allegretti, Slay, Di Giuliomaria. Cavina risponde schierando: Penn, Jackson, Rosselli, Brkic, Gatto. I primi 4 punti del match portano tutti la firma di Rosselli dalla lunetta, mentre Venezia produce due errori da parte di Di Giuliomaria. Veroli trova subito buon ritmo mentre Venezia è contratta e non riesce a sbloccarsi. Young, infatti perde palla, Rosselli guida la transizione, penetra, serve Brkic che dopo una finta realizza subendo il fallo (0-7). Venezia finalmente si sblocca chiudendo il parziale 7-0 con Young, ma ancora Brkic realizza. Young mette in ritmo Allegretti che punisce da 3, ma dopo le perse di Rosselli e Allegretti, è Gatto a segnare (5-11). Inizia, peró, il Keydren Clark show. Il play di Venezia segna 7 punti in fila in arresto e tiro e regala a Venezia il primo vantaggio. Ancora Rosselli in penetrazione porta in vantaggio i giallorossi, ma Slay e una schiacciata di Young costringono Cavina al Time Out (17-13). Al rientro dal minuto Mazzon schiera la zona, subito punita da Rosselli che regala 2 facili a Kavaliauskas. Dopo una serie di errori e perse è Binetti dalla lunetta a muovere il tabellino (17-17). Young, Brkic, Bryan, Rosselli si rispondono da 2. A chiudere il quarto sul 25-21 ci pensa uno strepitoso Clark con una bomba in arresto e tiro e un canestro in contropiede dopo suo recupero.

Venezia prova a mantenere l’inerzia favorevole anche all’inizio del secondo periodo grazie al canestro di Bryan, ben trovato da Young ottimo anche nella versione assistman. A fermare l’emorragia ci pensa Kavaliauskas servito da Binetti. Young aggiunge altri 2 punti al suo tabellino, ma il solito Brkic punisce da 3. Poi la capolista piazza un break di 7-0 che può fare male. A propiziarlo sono Causin (4 punti, di cui 2 di tabella sulla sirena dei 24″) e Clark da 3 (37-26). Cavina chiama Time Out e al rientro dal minuto sono Jackson e Penn a sbloccarsi, trafiggendo la zona veneta (37-32). Mazzon dopo il parziale 6-0 e gli errori di Di Giuliomaria chiama Time Out. Al rientro Di Giuliomaria si fa stoppare e Jackson va in lunetta dopo aver subito fallo su tiro da 3 (2/3). Young chiude il parziale 8-0 con un 2/2 dalla lunetta. Poi un jumper di Allegretti riporta a +7 Venezia e Di Giuliomaria, col solito 0/2 dalla lunetta, spreca l’occasione di scappare di nuovo. Infatti Brkic da 2 e Penn da 3 riportano sotto i giallorossi (41-39). Il primo tempo si chiude sul 45-42 con 4 punti di Clark, e i liberi di Gatto e Brkic.

Il secondo tempo si apre con 1′ e 30″ di errori, a segnare i primi punti è Jackson con una bomba dal palleggio. Di Giuliomaria dalla lunetta sblocca Venezia (1/2) ma ancora Penn da 3 fa volare Veroli (46-48). Venezia si affida a Clark e Allegretti che da 3 riportano il vantaggio dalla parte veneta. Di Giuliomaria segna il primo canestro dal campo e Allegretti ha la mano calda, ma Penn tiene a contatto i giallorossi (56-52). La squadra di Cavina sembra comunque più reattiva e piazza in un amen un parziale 6-0 con Kavaliauskas e Penn (3/4 da 3 il dato finale per l’americano). Il 2+1 di Young e i canestri dalla lunga di Jackson (2) e Allegretti fissano il punteggio sulla parità del 64-64. Ma Veroli grazie a Kavaliauskas e il solito Jackson (4 bombe nel terzo quarto) scava un mini parziale che la porta a chiudere il terzo periodo sul 66-69, dopo il gran canestro finale di Clark.

L’ultimo periodo si apre con i giallorossi a fare da padroni con i canestri di Rosselli e Kavaliauskas, mentre Venezia trova i primi punti dopo 1′ e 30″ con Young (68-73). I veneti sono in difficoltà e Veroli ne approfitta segnando con Kavaliauskas dalla lunetta(1/2) e con Rosselli. Ma si risveglia Clark che in un amen piazza un parziale 8-0 (76-76), sfruttando i tanti errori di Veroli (2 infrazioni di 24″). Ma Veroli non ha intenzione di mollare e in un amen Brkic e Rosselli riportano i giallorossi a +6. Meini in allontanamento riavvicina Venezia, ma Brkic, sfruttando l’accoppiamento con Clark, segna col fallo (78-85). Sembra chiusa ma dalla lunetta Clark (2/2) e Slay (2/2), dopo persa di Jackson su pressing di Meini, la riaprono. Si entra nel concitato finale sull’82-85. La Prima sbaglia, ma sul ribaltamento di fronte Young compie un’infrazione di passi. Segna Ivan Gatto da 2, poi Alvin Young dall’angolo piazza una bomba importantissima (84-87). Penn sbaglia la prima bomba della sua partita ma Allegretti e Meini fan la frittata a rimbalzo lasciando la palla a Jackson, che subisce fallo e fa 1/2. Mazzon chiama Time Out, ma in uscita dal minuto Clark fa passi. Brkic subisce fallo e dalla lunetta non sbaglia. Clark non ne vuole sapere di mollare e mette una bomba incredibile (88-90). Penn va in lunetta e la sua mano trema (1/2), ma Clark in corsa sbaglia la bomba del pareggio sulla sirena. Finisce quindi 88-91 per Veroli che va in finale per la terza stagione consecutiva e sfiderà la vincente di Casale Monferrato-Imola.

Umana Venezia: Frison n.e., Clark 37 (6/10, 7/12), Allegretti 13 (2/3, 3/5), Causin 4 (2/3), Slay 4 (1/4, 0/2), DiGiuliomaria 3 (1/4), Meini 2 (1/1, 0/2), Franz n.e., Young 19 (6/11, 1/2), Maestrello, Ceron n.e., Bryan 6 (3/3). Allenatore: Andrea Mazzon.

Prima Veroli: Penn 14 (1/4, 3/4), Binetti 2, Fontana n.e., Rosselli 12 (4/5), Iannone n.e., Iannarilli n.e., Gatto 6 (2/4, 0/2), Kavaliauskas 12 (5/5), Rossetti 2, Mariani n.e., Jackson 19 (2/4, 4/7), Brkic 24 (7/7, 1/3). Allenatore: Demis Cavina.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy