Veroli passa a Scafati e rompe l’incantesimo del Palamangano

Veroli passa a Scafati e rompe l’incantesimo del Palamangano

Commenta per primo!

  Veroli  che riesce quindi nell’impresa di espugnare il fortino del Palamangano, e aggancia al quarto posto in classificaproprio Scafati, Udine e Rimini. La squadra di coach Cavina è stata brava a non perdere la testa, quando si è ritrovata sotto di 14 lunghezze nel finale del terzo quarto e nel piazzare un incredibile break di 19-0 tra fine terza frazione ed inizio quarta frazione che ha girato la partita in suo favore. Uomo partita per i giallorossi ciociari Antanas Kavaliauskas , il lituano  ex Caserta autore di 17 punti con 12 rimbalzi.

Scafati parte meglio (4-0 al 2’), difende molto bene sulle iniziative dei lunghi avversari, il piano partita di Veroli è chiaro cercare i sui pivot vicino canestro, la formazione ciociara fa fatica in attacco e trova il primo canestro con una bomba di Penn dopo 3’ (4-3). Hunter va a segno con quattro punti in fila (8-3 al 4’), ma quando i laziali riescono a mettere la palla vicino a canestro producono un’importante parziale (13-14 al 7’) con la coppia Gatto- Kavaliauskas (4 punti a testa) e costringono il coach scafatese Griccioli al suo primo minuto di sospensione. La Sunrise esce molto bene dal time-out e con due bombe in fila di Davis e Hunter chiude il primo quarto avanti su 21-19. Ad inizio della seconda frazione di gioco la partita scorre molto equilibrata (25-25 al 12’), ma Scafati incomincia ad avere grossi problemi di falli per i suoi lunghi (3 falli a testa Radulovic ed Amoni). Griccioli deve abbassare il proprio quintetto , schierando Davis da 4, la Sunrise non ne risente e sospinta da un super Davis (15 punti nei primi 20’) riallunga sul 32-27 al 14’ con un furioso coach Cavina che chiama il suo secondo minuto di sospensione. Veroli scossa dal minuto di sospensione grazie l’accoppiata Kavaliauskas-Jackson (10 punti per l’americano nel primo tempo) prima impatta sul 34-34 al 17’, e poi mette la testa avanti sul 36-38 al 19’. Due liberi dello scafatese Amoni fissano il risultato all’intervallo lungo sul 38-38. Al rientro dagli spogliatoi (40-41 al 21’)uno scatenato Davis (5 punti in un amen)  porta Scafati avanti sul 45-41 al 23’ su una Prima molto pasticciona e disordinata in attacco. La Sunrise continua il suo parziale  con un canestro da sotto di Baldassarre (con quarto fallo di Kavaliauskas) e una tripla di Casini vola sul 50-41 al 24’. Sale in cattedra Baldassarre che con cinque punti in fila porta i padroni di casa per la prima volta in doppia cifra di vantaggio sul 55-43 al 26’ nonostante il quarto fallo di Radulovic. Scafati nel terzo quarto ha una marcia in più  e con una tripla del solito Davis raggiunge il massimo vantaggio sul 60-46 al 28’. Veroli prima della fine del quarto ha una mini reazione e chiude la terza frazione sotto sul 60-51 con una tripla del giovane Rullo. La formazione laziale continua nella sua rimonta e con quattro punti in fila di Rosselli si porta sul -5  (60-55 al 31’) provocando un minuto di sospensione richiesto dalla panchina gialloblù. Scafati continua con il suo momento di rottura prolungato in attacco e gli ospiti (13-0 di parziale) si portano con due liberi di Penn sul -1 (60-59 al 33’). L’inerzia della partita ormai è passata tutta nelle mani di Veroli che si porta sul + 5 (60-65 al 35’) con un nuovo time-out per coach Griccioli. Radulovic rompe il digiuno scafatese (7 minuti senza segnare (62-65), ma Kavaliuskas da sotto ristabilisce il +5 (62-67 al 36’). Rossetti con una tripla da 8 lunghezze di vantaggio ai suoi (62-70), ma Davis con un gioco da tre  punti riporta la Sunrise sul -5 (65-70 al 37’). Il Palamangano diventa una bolgia e Radulovic con due liberi porta i suoi sul -3 (69-72 al 39’). Ancora Radulovic con una schiacciata in penetrazione centrale a canestro porta la Sunrise sul – 1 (71-72) a 35 secondi dal termine.  Veroli commette infrazione di 24 secondi e Scafati a 10 secondi dal termine ha il possesso per il sorpasso. Scafati pasticcia in attacco Radulovic è costretto a prendere una tripla da sette metri che si spegne sul ferro, e Veroli ha la meglio al termine di un finale di partita al cardiopalma per cuori forti.

Tabellino dell’incontro

Sunrise Scafati: Radulovic 8, Baldassarre 15, Hunter 11, Davis 26, Levin 2 , Amoni 4, Casini 5

Prima Veroli: Penn 5,  Jackson 14, Rosselli 9, Rossetti 7, Kavaliauskas 17, Gatto 7,Brkic 8, Rullo 5

Percentuali al tiro

Sunrise Scafati:  15/35 da due  8/27 da tre  17/22 ai liberi

Prima Veroli: 24/43 da due  4/13 da tre 12/17 ai liberi

Rimbalzi totali: Sunrise Scafati 35 Prima Veroli  38 Assist totali Sunrise Scafati 13 Prima Veroli 15

Spettatori : 2000 circa con una rappresentativa di tifosi ospiti oltre le 300 unità

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy