Veroli super, neanche per Brescia c’è scampo

Veroli super, neanche per Brescia c’è scampo

Commenta per primo!

Colpo della GZC Veroli (73-53) che diventa la prima squadra a battere la Centrale del Latte Brescia in questo torneo di LNP Gold, grazie ad una prestazione superlativa: difesa aggressiva e altissima intensità sono già marchi di fabbrica per la squadra di Ramondino, al terzo successo stagionale. Determinante il break di 18-0 nella seconda meta’ del secondo periodo che ha di fatto tagliato le gambe agli uomini di Martelossi, mai apparsi in grado di tornare in partita nella ripresa. Difficile trovare un protagonista in una squadra che ha tirato con il 43% da due e il 50% da tre, con 4 giocatori in doppia cifra e lasciando all’ex capolista imbattuta appena 53 punti; solo Giddens sopra quota 10 per gli ospiti. GZC VEROLI – CENTRALE DEL LATTE BRESCIA 73-51 (13-12; 41-22; 54-35) VEROLI: Sanders 10, Cittadini 14, Rossi, Tomassini 6, Samuels 7, Giammo’ 7, Blizzard 12, Casella 10, Fabiani, Carenza 7. All. Ramondino BRESCIA: Bushati 3, Slay 6, Procacci 3, Rinaldi 6, Loschi 7, Fultz 2, Di Bella 7, Cuccarolo 4, Giddens 13, Maspero. All. Martelossi GZC con il quintetto base (Tomassini, Sanders, Casella, Samuels e Cittadini), Martelossi parte con Di Bella, Fultz, Loschi, Slay e l’ex Rinaldi, lasciando Giddens in panchina. Brescia prende subito il controllo del pitturato costringendo Veroli al tiro da fuori: Tomassini colpisce dai 6.75 per il 5-1 ciociaro, la Leonessa si affida ai suoi lunghi rispondendo con un break di 9-0. Di Bella gestisce bene i ritmi della gara, il secondo personale di Tomassini costringe Ramondino a richiamare il proprio play titolare: Carenza segna la tripla che riporta a contatto la GZC, un fallo di Procacci a 3” dalla prima sirena permette a Blizzard di segnare i tre liberi che sanciscono il 13-12. Giddens si sblocca subito in apertura di seconda frazione, Veroli difende forte ma concede troppi secondi tiri: Cuccarolo non riesce a tenere Cittadini che in un amen lo costringe a 3 falli (18-18). Un paio di ingenuità a rimbalzo e in apertura del contropiede costano caro ai padroni di casa, ma la capolista raggiunge il bonus molto presto: Veroli continua ad essere molto aggressiva in difesa e apre un parziale che spacca in due la partita. Il canestro di Giddens a 5’36” dall’intervallo e’ l’ultimo per gli ospiti che non riusciranno più a schiodarsi da quota 22 fino a meta’ gara: la squadra di Ramondino gioca una pallacanestro intensa che diverte il pubblico del Palas. Casella (affondata a due mani), Giammo’ (2 punti e tanta sfrontatezza) e Blizzard (gioco da 4 punti) partecipano al break di 18-0 dei giallorossi: difesa, rimbalzi e ritmi altissimi consentono ai giallorossi di chiudere il primo tempo sul 41-22. Il lunghissimo intervallo ha caricato i ragazzi di Martelossi: Giddens apre la ripresa con 5 punti consecutivi, Di Bella e un furto di Fultz riportano i lombardi sul -12 costringendo Ramondino al timeout. Veroli, ancora senza Tomassini, soffre contro il pressing avversario ma le triple di Casella e Sanders danno nuova energia ai padroni di casa (49-33). La difesa della GZC torna ad alzare i ritmi: così come nel secondo quarto, la Centrale del Latte rimane bloccata per più di 4′ a quota 35, costretta soprattutto a iniziative individuali. Sanders e’ protagonista (3 stoppate e 5 punti nel periodo) e sebbene l’attacco non sia brillante (13 punti nella frazione) Veroli va all’ultima pausa sul 54-35. Martelossi alza la difesa lasciando Di Bella e Slay in panchina nel tentativo di rimonta: cresce il nervosismo e il numero dei contatti. A meta’ frazione, con il bonus già raggiunto, si spengono le ultime speranze di Brescia: Samuels fa 2/2 dalla lunetta, Blizzard ruba a Procacci e chiude un gioco da 3 punti sul fallo del giovane play (59-39). Martelossi richiama in panchina anche Giddens per quello che e’ il preludio ad un lungo garbage time: il finale e’ 73-51.

Fotogallery a cura di Matteo Paniccia

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy