Verona scatenata, anche Casale va al tappeto

Verona scatenata, anche Casale va al tappeto

Commenta per primo!

Verona si conferma una delle formazioni più in forma della Legadue, batte anche Casale e si impone per la sesta volta nelle ultime sette partite. Rimane solo la dolorosa sconfitta interna contro Trento a macchiare una marcia trionfale. La Tezenis impone sin dall’avvio la sua legge. La difesa interna di Casale non riesce a mettere una pezza al pick-and-roll in cui è coinvolto Shane Lawal: nel solo primo tempo, per il nigeriano ci sono 15 punti e 13 rimbalzi (10 nel secondo quarto). Una furia in difesa, sempre presente in attacco nei pressi del canestro. E a fine partita, il referto indica 21 rimbalzi, record storico per la Scaligera Basket.

La Novipiù invece è solo Casper Ware: nel primo quarto piazza un 3/3 da tre che tiene a galla i suoi nei primi 6’ (12-15). Ma quando il suo score a fine primo tempo recita 5/7 dall’arco per 18 punti, ci si accorge che i suoi compagni non sono pervenuti, per un totale di 5/22 al tiro comprensivo di 1/11 da lontano.

Verona trova anche un Lamma chirurgico nei minuti in campo del secondo quarto, in cui McConnell resta a lungo in panchina. La Tezenis è un orologio, e sale fino a +15 (36-21) a 3’ dal riposo lungo con un canestro da sotto di Lauwers. La squadra di Ramagli concede molto allo spettacolo, le schiacciate fioccano, e il +13 (42-29) al 20’ appare fin troppo stretto.

Non cambia l’inerzia nel terzo quarto: Verona trova fluidità offensiva e porte aperte per andare con facilità fin sotto il canestro avversario. La continuità di Westbrook e lo scatenato Da Ros fanno arrampicare la Tezenis fino al +20 (59-39) a 3’ dalla fine del quarto. La serata magica veronese non si placa: Bozzetto segna con fallo, e Ramagli fa esordire Ganeto dopo il lunghissimo stop. Casale alza il ritmo e ritrova un minimo d’impatto da Green, ma i ragazzi di Griccioli sembrano troppo remissivi e poco convinti in difesa, e le squadre vanno in panchina sul 64-48 a favore di Verona.       

Nel quarto conclusivo Casale non riesce ad organizzare la rimonta: due canestri di Westbrook fanno volare Verona di nuovo a +20 (68-48), contestualmente ad un ulteriore innalzamento del livello difensivo. Green, Ware e Martinoni cercano di levarsi dall’imbarazzo, ma l’impacciato Malaventura non aiuta. Casale torna a –15 (56-71) con Pierich, costringendo anche Ramagli al timeout. Ma al rientro Boscagin e Lawal e Da Ros danno tranquillità ai colori gialloblu per il +21 (77-56) a3’ dal termine che chiude di fatto i conti.

TEZENIS VERONA – NOVIPIU’ CASALE: 81-67 (24-15, 42-29, 64-48) 

TEZENIS VERONA: Westbrook 23, Lawal 19, Boscagin 6, Da Ros 15, McConnell 6, Lauwers 5, De Nicolao, Ganeto, Bozzetto 5, Chessa, Lamma 2, De La Cruz All.: Ramagli 

NOVIPIU’ CASALE: Malaventura 4, Green 8, Antonelli, Butkevicius 2, Pierich 8, Giovara, Monaldi, Martinoni 11, Ferrero 2, Ware 32 All.: Griccioli

VISUALIZZA LA GALLERY DI ANDREA FRIGOTTO

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy