Vittoria importantissima contro Rieti per una bella e cinica Agrigento

Vittoria importantissima contro Rieti per una bella e cinica Agrigento

Non manca l’appuntamento con la vittoria per la squadra di Ciani che aggancia proprio Rieti in classifica.

di Salvo Trifirò

Partita dal peso specifico elevatissimo quella tra i padroni di casa della Fortitudo Agrigento e la NPC Rieti. Squadre riposate dopo la sosta per la Coppa Italia e che cercano di mettere punti classifica pesantissimi. Molto ghiotta l’opportunità per Agrigento di agganciare proprio i laziali in classifica a quota 24, allontanando la zona playout e rientrando negli otto posti utili per la post-season. Alla fine dei giochi, dopo una partita dal livello altissimo di intensità, Agrigento trionfa conto Rieti con il punteggio di 83-74.

Quintetti:

Agrigento: Williams, Ambrosin, Evangelisti, Cannon, Zilli.

Rieti: Hearst, Tommasini, Olasewere, Zilli.

Primo Quarto:

Inizia nettamente meglio Agrigento con la tripla di Cannon dopo un digiuno dal canestro per i primi due minuti da entrambe le parti. Agrigento si sblocca e non si ferma più, la colpa è anche di una confusione ben visibile in attacco degli ospiti. A metà del primo quarto Agrigento è già avanti di 9 lunghezze ma non intende fermarsi, sale in cattedra sotto canestro Zilli. Rossi è costretto a chiamare time-out sul 17-5 ma non riesce a cambiare la musica. Agrigento vola letteralmente anche con le triple del capitano Evangelisti, primo quarto che si chiude sul 28-13.

Secondo Quarto:

Rieti necessita di un cambio di marcia e prova a darlo Casini dalla panchina, Agrigento però è lucidissima anche contro il pressing insistito a tutto campo degli ospiti, non sembra esserci partita, Pepe segna una tripla siderale, una di quelle che tagliano le gambe alla difesa ottima avversaria. Il time-out questa volta lo chiama Ciani che vuole assicurarsi di eludere qualunque tentativo di rimonta di Rieti ma per il momento sembra impossibile. Secondo quarto all’insegna dell’equilibrio e molto spezzettato dai fischi arbitrali. Splendida tripla di Hearst che porta a -13 i suoi. Due liberi messi a segno per Rieti che piano piano è riuscita a tornare a contatto. Secondo quarto che si chiude sul 43-32 grazie all’appoggio di Simone Pepe.

Terzo Quarto:

L’equilibrio continua a fare da padrone anche in questo terzo quarto ma sicuramente Rieti è ben diversa da quella vista nel primo quarto. Pesa una bruttissima partita di Olasewere condizionata anche dai falli. Benissimo invece Hearst, principale protagonista della rimonta di Rieti che si porta addirittura sul -6 prima della risposta sempre da 3 di Cannon. Rieti continua a non demordere ancora con uno scatenato Hearst, autore già di 26 punti, nel momento del bisogno però salgono in cattedra Williams e Pepe che riportano a +11 Agrigento anche grazie al tecnico sanzionato a Gigli in un momento chiave della gara.

Quarto quarto:

adesso è bellissima pallacanestro al PalaMoncada, Hearst segna una tripla pesante per non far scappare Agrigento che però è sempre solida a rispondere colpo su colpo. Si iscrive alla gara un molto positivo Lovisotto che segna da 3 per il nuovo +13. Da quel momento però è Rieti a prendere nuovamente in mano le redini del gioco con un parziale di 6-0 che li porta sotto di sette lunghezze. Time out di Ciani dalla quale Agrigento non poteva uscire meglio con le due schiacciate meravigliose di Cannon e Williams che fanno impazzire il pubblico. Equilibrio della gara letteralmente spezzato ed è questo quello che sigilla una vittoria importantissima per la squadra di Ciani.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy