Rieti travolge Napoli e spera ancora

Rieti travolge Napoli e spera ancora

Gli amarantocelesti amministrano tutta la partita, soffrono a inizio terzo quarto ma poi allungano in maniera decisiva nel finale

di Gianmarco Imperatori

STARTING FIVE:

ZEUS NPC RIETI: Tommasini, Hearst, La Torre, Gigli, Olasewere. Allenatore: Rossi.
NAPOLI: Turner, Thomas, Caruso, Mascolo, Mastroianni. Allenatore: Bartocci.

PRIMO QUARTO- Rieti, sicuramente più motivata di Napoli, parte meglio e dopo 2’ e 37’’ è già sul parziale di 9-2 che costringe Bartocci a spendere il primo timeout della gara. Rieti continua a volare sulle ali dell’entusiasmo scappando addirittura sul +14(16-2). Gli ospiti con una reazione di orgoglio si portano sul -8 piazzando un rapido 6-0. Napoli prova a alzare l’intensità difensiva e si riporta sotto di 7 lunghezze(23-16) quando è Rossi a spendere il primo timeout della propria serata. Succede poco negli ultimi 2 minuti di frazione, la quale si conclude sul 26-18.
SECONDO QUARTO-
Dopo il calo di tensione di fine primo quarto Rieti torna sul pianeta basket, portandosi sul +15(33-18). Rieti fa lo stretto necessario per essere in vantaggio, ma ad ogni piccolo calo di tensione Napoli si prova a rifare sotto. I partenopei toccano nuovamente il -10(35-25) a 4’ 12’’dall’intervallo lungo. Napoli continua la propria partita “free lance” riportandosi sul -5(35-30). Turner inizia lo show, Gigli sbaglia il buzzer-beater con il quarto che si chiude 38-34.
TERZO QUARTO-
Napoli continua a fare la propria partita e arriva sotto di 2 punti(42-40) dopo 3’ di gioco. Olasewere prova a suonare la carica per i suoi piazzando 4 punti in fila con Bartocci che richiama all’ordine i suoi. Le due squadre segnano in maniera continua da entrambe le parti. Napoli avrebbe il possesso del -1, ma Mascolo spreca il contropiede regalando un pallone sanguinoso a Rieti. Gigli con la sua esperienza chiude il quarto con un appoggio a canestro che vale agli amarantocelesti il +7(60-53) con cui si va all’ultimo mini riposo.
QUARTO QUARTO-
Rieti entra forte e si porta sul +12 a 7’ dalla fine. La tripla di Carenza mette una serie ipoteca sul risultato finale. Napoli con la panchina corta accusa la stanchezza, inizia a forzare trovando spesso e volentieri solo il ferro con Rieti che può correre e punire in maniera sistematica toccando il +20(78-58) a 3’ e 11’’ dalla sirena lunga. Gli ultimi minuti sono solo ‘Garbage Time’, la partita si chiude 86-64.

TABELLINI:

RIETI: Tommasini 10, Hearst 15, Savoldelli 2, Casini 7, La Torre 6, Olasewere 21, Conti 9, Gigli 7, Marini, Carenza 7, Buccioni, Berrettoni.
NAPOLI: Mastroianni 6, Zollo, Mascolo 9, Vangelov 2, Ronconi 2, Gallo, Thomas 17, Caruso 8, Turner 16, Bordi

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy