Siena-Ferentino: riscatto vs conferma

Siena-Ferentino: riscatto vs conferma

Commenta per primo!

Sarà una sfida molto equilibrata quella che domenica al Palaestra vedrà di fronte la squadra di casa, la Mens Sana, contro la FMC Ferentino, reduce dal successo casalingo contro la Paffoni Omegna e reduce da una settimana piuttosto travagliata, in cui si è assistito al cambio di allenatore, con Luca Ansaloni che ha preso il posto del suo ex capo allenatore Federico Fucà, e con alcuni allenamenti contrassegnati dalle assenze di alcuni giocatori causa infortunio. Le due squadre arrivano da due partite da esito diverso. Mentre la FMC, come citato prima, è tornata al successo, la Mens Sana Siena domenica scorsa ha perso in volata sul campo dell’Assigeco Casalpusterlengo per 87-85 e sicuramente darà battaglia per poter tornare in carreggiata già da domenica. Le motivazioni, come si è visto, non mancano ambo le parti, così come non mancano i duelli individuali, visto che le squadre sono attrezzate per arrivare sino in fondo. Tommaso Raspino avrà sicuramente le mani piene visto che dovrà occuparsi di Chris Roberts, miglior realizzatore della Mens Sana e uno dei migliori attaccanti della categoria con oltre 15 punti a partita. Molto interessante sarà anche la sfida nel pitturato tra Diliegro e Gigli, con il primo che cattura più rimbalzi ed è un fattore a rimbalzo in attacco (3,2 a gara) ed il secondo che non ha la stessa presenza a rimbalzo, ma rappresenta il faro offensivo della FMC, che si aggrappa sempre alle sue ottime doti offensive nei momenti difficili. Altro duello spumeggiante sarà quello tra i due playmaker, Bryant ed  Imbrò, entrambi chiamati ad un’ottima prestazione per portare dei vantaggi notevoli alle proprie compagini. Tra tutti questi duelli però spicca quello tra le due ali forti delle squadre, Udom e Raymond, per via della diversità del gioco di entrambi. Mentre il primo è più atletico il secondo è più tecnico e riesce ad aprire il campo grazie alla sua pericolosità da dietro l’arco, anche se in questa stagione le  sue percentuali sono più altalenanti, con partite chiuse a oltre venti punti con più del 60% dal campo ed altre, tipo quella di domenica scorsa, chiuse con percentuali disastrose. Entrambi però sono ottimi difensori, e vanno a rimbalzo con continuità (Udom viaggia a 6.6 di media mentre Raymond a 5). Riassumendo, entrambi  dovranno trovare il modo di creare un vantaggio nel proprio gioco per creare difficoltà all’altro. Questi duelli saranno fondamentali saranno una delle chiavi di volta della gara, ma il ruolo più importante lo rivestiranno le panchine, perché se i giocatori in campo si annulleranno a vicenda, saranno proprio i giocatori che subentreranno a decidere la gara, grazie ad un paio di giocate chiave nei momenti giusti della gara. Riassumendo, quella che andrà in scena domenica sarà una gara molto equilibrata e molto combattuta, che verrà decisa da singole giocate e che permetterà ad una delle due squadre di cogliere un successo molto importante per chiudere l’anno con una gioia, Approfitto di queste ultime righe per rivolgere a tutti i lettori di Basketinside.com i miei personali auguri di Buon Natale e di un felice anno nuovo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy