Qui Omegna: al via l’era Ghizzinardi

Qui Omegna: al via l’era Ghizzinardi

Ieri sera è stato presentato il nuovo allenatore della Paffoni Fulgor Omegna, ossia Marcello Ghizzinardi. Inoltre, sono state tracciate le linee guida per la prossima stagione.

Commenta per primo!

E’ stato presentato ieri sera alla gelateria “La Vecchia” di Omegna, il nuovo allenatore della Paffoni Fulgor Omegna Marcello Ghizzinardi. Alla conferenza stampa di presentazione, erano presenti, oltre all’allenatore, anche il vice presidente rossoverde Egidio Motetta, il direttore sportivo Michele Burlotto ed il presidente Ugo Paffoni. E’ stato proprio quest’ultimo ad iniziare la conferenza stampa: “Buona serata a tutti. Stiamo per iniziare un nuovo campionato, di entità minore rispetto a quello dell’anno scorso, ma sicuramente importantissimo per noi. Cercheremo di fare una squadra all’altezza della situazione per farla arrivare a dei vertici alti e speriamo di riuscirci”. Dopo di che ha preso la parola il vice presidente Motetta: “Non posso che associarmi a quello che ha già detto il presidente. Le nostre intenzioni sono quelle di fare un campionato di vertice, contando sulla sinergia di tutte le componenti, ossia giocatori, allenatore e società”. Prima di lasciare la parola al nuovo coach, il direttore sportivo Michele Burlotto, ha voluto chiarire i motivi per cui è stato scelto Marcello Ghizzinardi : “Buonasera a tutti. Arriviamo sicuramente da una stagione difficile. Vi assicuro che ognuno di noi ha fatto un’analisi di tutto quello che non è andato bene lo scorso anno e l’abbiamo fatto in maniera critica, e poi ci siamo confrontati. Alla fine di questi confronti è nata una cosa positiva, ossia che dopo aver fatto delle riflessioni individuali, ci siamo ritrovati e abbiamo avuto voglia di continuare da parte dei dirigenti. Ad esempio Egidio Motetta è ritornato estremamente attivo in società e siccome è da poco che stiamo ricostruendo anche l’organico societario, a breve, informeremo tutti su come la Fulgor verrà costruita a livello dirigenziale e di responsabilità all’interno della nostra società. Abbiamo visto che chi ama la Fulgor, in un momento difficile, non è scappato, ma si è ancora unito in maniera più forte e questo è un segnale importante, perchè quando devi ripartire, devi farlo con persone che hanno amore verso quello che fanno, verso la Fulgor e grande sincerità per quello che vogliono portare all’interno della Fulgor. Siamo stati tutti sorpresi e contenti per esserci ritrovati in maniera sana e positiva per fare in modo che tutti possiamo fare un’annata soddisfacente. Per quanto riguarda la scelta dell’allenatore, abbiamo scelto Marcello Ghizzinardi per tre ragioni principali, una perchè conosce perfettamente la categoria, due perchè ha allenato tantissimi giovani playmaker di Omegna, come Bini, Bernardi, Sacco con il quale hanno vinto la B2 insieme, tre perchè è un allenatore esperto e i giocatori gli vogliono un gran bene. Un’altra cosa che vorrei sottolineare è l’aspetto umano di Marcello (Ghizzinardi, ndr) che oltre ad essere un bravissimo tecnico è anche una persona estremamente disponibile, trasmette energia, sincerità e voglia di comunicare. Ci siamo uniti in società e abbiamo scelto questo allenatore e vogliamo fare bene insieme a tutti voi, cercando di essere più disponibili possibili”. Dopo di che ha parlato il nuovo coach Ghizzinardi : “Volevo ringraziare Michele (Burlotto, ndr) per le parole che ha detto, ma qualcuno che mi vuole male di sicuro c’è. Non sono abituato a fare proclami, a promettere niente, quindi l’impegno, l’entusiasmo, la voglia di appartenere a questo gruppo ci sarà fin dal primo giorno. Quando mi hanno prospettato la possibilità di venire qua, non ci ho pensato un secondo perchè la mia carriera è iniziata qua, qua ho fatto la mia terza partita da allenatore professionista e ricordo con esattezza l’entusiasmo e il calore che c’era nel lontano 22 dicembre 2002”. Successivamente Burlotto ha ripreso la parola, per parlare degli eventuali nuovi giocatori che faranno parte del roster: “Stiamo cercando di prendere giocatori importanti per la categoria e ragazzi di una età media di 25 anni, dove l’energia, la motivazione e soprattutto che abbiano l’ambizione di voler giocare in categorie superiori. Abbiamo già individuato dei giocatori importanti anche se abbiamo la concorrenza dell’A2 che li vorrebbe trattenere. Cerchermo di fare grande attenzione ma come diceva il coach non voglio fare proclami, vorrei che tutti voi quando ci saranno li guarderete e vedrete se tutto lo sforzo e l’attenzione che ci abbiamo messo, daranno il loro frutto e l’entusiasmo che questa piazza si merita ”. Il DS Burlotto ha anche parlato dell’interesse per Simoncelli: “Posso confermare anche che nel ruolo di playmaker ci interessa davvero tantissimo Alex Simoncelli e stiamo spingendo forte per averlo ”. Il nuovo coach ha poi affermato di voler tenere nel roster il capitano Giacomo Gurini: “Vogliamo tenere Gurini, crediamo che sia la figura giusta per la nostra squadra anche per far comprendere ai nuovi cosa significhi vestire il rossoverde”.
Per quanto riguarda i nuovi giocatori, saranno presto ufficializzati Giovanni Gasparin ex Piacenza, che volevano diverse squadre di A2 e Torino in A1, l’ala Francesco Fratto, da Cecina ed Arrigoni che ha appena vinto i play off di A2 con Forlì.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy