Basket in carrozzina Champions League: a Seveso le big d’Europa

Basket in carrozzina Champions League: a Seveso le big d’Europa

UnipolSai attesa a una prova di forza in Europa.

di La Redazione

UnipolSai attesa a una prova di forza in Europa. Lasciato il campionato italiano con il primato nella regular season, i canturini sono chiamati a dimostrare il loro valore a livello internazionale. Dal 9 all’11 marzo sarà il Palasport di Seveso – casa della UnipolSai Briantea84 – a ospitare uno dei due gironi dei quarti di finale di Champions League Iwbf (International wheelchair basketball federation): avversari dei biancoblù nel girone A saranno Galatasaray S.K, Bsr Amiab Albacete e Rsb Thuringia Bulls. Le partite (6 in 3 giorni) saranno trasmesse in diretta streaming sulla pagina Facebook Briantea84. Gare al via venerdì 9 marzo alle 17.45 (Rsb Thuringia Bulls-Bsr Amiab Albacete). UnipolSai in campo venerdì alle 20 contro Galatasaray, sabato sera alla stessa ora contro gli spagnoli di Albacete e domenica mattina alle 12.15 contro i tedeschi del Thuringia.

Nel girone B a Madrid, ci sono i padroni di casa e campioni in carica del CD Ilunion, contro cui si misureranno Lahn Dill, Besiktas e gli israeliani dell’Ilan Ramat Gan. Le prime due classificate di ciascun girone staccheranno un pass per la Final Four del massimo trofeo continentale per club – la Champions Cup -, in programma ad Amburgo il 5-6 maggio. Chi finirà al terzo posto potrà ancora concorrere per la Vergauwen Cup – secondo titolo europeo per importanza – le cui fasi finali sono previste dal 27 al 29 aprile a Bilbao.

“Siamo arrivati al giorno X – ha commentato il coach della UnipolSai Marco Bergna -, dopo la meritata conquista del primato nella stagione regolare ora la testa si deve concentrare sull’Europa. Ci aspettano 3 giorni più che intensi, 3 partite che valgono come finali. Non ci sarà niente di facile in assoluto, a partire dalla prima gara contro i turchi del Galatasaray. Il livello della competizione sarà altissimo, quattro delle migliori squadre d’Europa stanno per scendere in campo per conquistarsi un posto nella Final Four di Champions Cup. Arriviamo a questo appuntamento da vicecampioni in carica: in questo momento il passato si azzera ma serve anche per ricordarci che abbiamo tutte le carte in regola per giocarcela alla pari”.

LOCAL ORGANISING COMMETTEE – Briantea84 sarà a capo del Local Organising Committee (LOC) dei Quarti di Finale di Champions League, evento svolto sotto l’egida dell’IWBF Europe (International wheelchair basketball federation). Dopo l’organizzazione degli Europei U22 nel 2010, la Città di Seveso torna ad ospitare uno degli eventi sportivi più importanti nel panorama del basket in carrozzina internazionale, corridoio di accesso alla Final Four di Champions Cup (Amburgo, 5-6 maggio).

L’evento vedrà coinvolte sul campo oltre un centinaio di persone tra atleti, staff tecnico e delegati federali, la cui gestione e coordinamento sono demandati alla macchina organizzativa Briantea84 che, nei giorni della manifestazione, si avvarrà della collaborazione di uno staff di oltre 50 volontari. Dai 16 anni in su, provenienti dalle scuole (3 studenti dall’istituto Jean Monnet di Mariano), dalle aziende sponsor (BLM ha sensibilizzato i suoi dipendenti così come AD TUBI), e dai consolidati team organizzativi legati alle finali scudetto (Pianella e Paladesio). Una grande macchina al lavoro nei prossimi quattro giorni per accogliere le squadre e tutti i numerosi tifosi attesi.

TIFOSI – La posta sportiva in palio e il valore agonistico dei Club coinvolti costituiscono solo una delle due facce di un evento sportivo che – ancor prima di giocarsi sul campo – sta già dimostrando la sua forza in termini di impatto culturale: sono oltre 1500 i giovani attesi sugli spalti per assistere a questo straordinario spettacolo. I quarti di finale coinvolgeranno studenti di scuole elementari-medie e superiori incontrati da Briantea84 nell’ambito del percorso educativo “Be Inspired”, e grazie alle prestigiose collaborazione con “Io Tifo Positivo” (progetto promosso da Comunità Nuova e Fondazione Candido Cannavò e curva ufficiale della UnipolSai), Csi Milano e Fom, quest’ultimi promotori dell’iniziativa #NonSiLimitaIlTalento, sviluppata proprio in vista dei QFCL.

“Dopo qualche anno siamo tornati a organizzare un evento europeo – ha raccontato il presidente di Briantea84, Alfredo Marson -, un impegno che nel tempo diventa sempre più oneroso visto che lo standard dello sport paralimpico negli ultimi anni si è elevato notevolmente, per fortuna. Ricordo 20 anni fa come eravamo, tutto era fatto con passione e molto spirito di adattamento. Si usavano pulmini dove i giocatori venivano caricati a braccio… oggi sarebbe impensabile. I tempi sono proprio cambiati. Oggi il professionismo è parte integrante di questo sport e chi decide di ospitare un torneo deve soddisfare richieste ed esigenze di alto livello. Come è giusto che sia. Quello che non è cambiato, invece, è la necessità vitale di trovare la collaborazione di volontari: ormai è una parola desueta, si chiamano staff. Ma non cambia la sostanza: persone che mettono tempo, energie e competenza al servizio di un progetto. Ieri come oggi, senza questa risorsa, non si andrebbe da nessuna parte. Grazie quindi alle circa 50 persone che in questi 4 giorni ci aiuteranno a dare vita a questo torneo europeo, siete i miei eroi”.

GLI AVVERSARI

GALATASARAY S.K. – Testa di serie del girone preliminare svoltosi a Wetzlar in Germania (gruppo A) lo scorso febbraio. Un percorso netto quello degli uomini di coach Sedat Incesu, vincenti contro cs Meux (72-41), Porto Torres (97-30), The Owls (75-63) e capaci di imporsi anche sulla rivale più ostica del raggruppamento, il RSV Lahn-Dill padrone di casa (57-47). Conosciuta per l’aggressività del suo gioco, la squadra turca sembra aver ritrovato la forza dei suoi anni d’oro: dopo qualche stagione di spending review e conseguente ridimensionamento del roster, quella allestita oggi torna a essere una vera e propria macchina da guerra. Piotr Luszynski, Ozgur Gurbulak, Ismail Ar, Mateusz Filipski tra i più noti, il tutto condito dai centimetri in area del colombiano Rodney Hawkins, pivot di oltre due metri. Un palmares ricco di titoli per il club di Istanbul: 9 volte campioni di lega, 4 volte vincitori della Kitakyushu World Cup, 5 Champions Cup in bacheca (2008 – 2009 – 2011 – 2013 – 2014) e 1 Vergauwen Cup, sollevata nel 2017.

BSR AMIAB ALBACETE – Seconda testa di serie uscita dai gironi preliminari di Champions League (gruppo B) e assegnata al girone di quarti organizzato a Seveso. En plein di vittorie tra le mura di casa per la formazione dell’ex di turno biancoblù Gaz Choudhry: primo foglio rosa strappato ai turchi del Besiktas (76-60), per poi proseguire la scia vincente contro BG-Baskets Hamburg (71-52), Deco Amicacci Giulianova (70-53) e Le Cannet (81-70). Attualmente al vertice del campionato spagnolo (27 punti) con due lunghezze di vantaggio sul CD Ilunion, Albacete si presenta a Seveso da runner-up della Vergauwen Cup 2017, con la finalissima e il titolo lasciato ai turchi del Galatasaray. Il curriculum europeo vede nella bacheca degli spagnoli 2 Challenge Cup, sollevate nel 2015 e 2016.

RSB THURINGIA BULLS – Come Galatasaray S.K. e Bsr Amiab Albacete anche l’ultima big in arrivo a Seveso – RSB Thuringia Bulls – è la vincente del terzo girone preliminare di questa edizione di Champions League. Avversarie forse meno pericolose rispetto a quelle incontrate da Galatasaray e Albacete (insieme ai tedeschi nel gruppo C, gli israeIiani di lan Ramat Gan, Cimberio Varese e London Titans WBC) ma letteralmente spazzate dai tedeschi tra le mura di casa, con un vantaggio nelle 3 gare mai inferiore alle 50 lunghezze. Un roster attrezzato per essere pericoloso, tra ex di turno di grande prestigio (Andre Bienek, due scudetti in maglia biancoblù) e nomi noti alla recente storia del campionato italiano, con Matt Scott già pronto a impressionare sul campo.

UFFICIO STAMPA
ASD BRIANTEA84

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy