Basket in carrozzina – Il Santa Lucia cade in semifinale, avanza il Santo Stefano Ubi Sport

Basket in carrozzina – Il Santa Lucia cade in semifinale, avanza il Santo Stefano Ubi Sport

Il sogno della finale si spegne sul tiro di Muino. Il Santa Lucia non riesce a guadagnarsi la finale della Coppa Italia, perdendo contro i padroni di casa per 56-59.

di La Redazione

Il sogno della finale si spegne sul tiro di Muino. Il Santa Lucia non riesce a guadagnarsi la finale della Coppa Italia, perdendo contro i padroni di casa per 56-59. La squadra di Fabio Castellucci disputa un match difficile, molto agonistico e poco tecnico, subisce forse qualche fischio arbitrale di troppo nei momenti caldi, ma esce comunque a testa alta contro una delle favorite per lo scudetto. Stratosferico Matteo Cavagnini con 32 punti, ma è tutta la squadra ad aver offerto una grande prestazione, soprattutto a livello difensivo. A fare la differenza è stato il talento di Sofyane Mehiaoui e la forza sotto canestro di Ghione, ma i capitolini escono a testa alta dal campo, con la consapevolezza di potersela giocare con chiunque, soprattutto in vista dei playoff.

Si gioca punto a punto fin da subito. Squadre che chiudono il pitturato per non lasciare spazio ai lunghi, ma il Santa Lucia tenta di scardinare i marchigiani con il tiro da fuori di Vera. Lo spagnolo, insieme a Cavagnini, segna il primo break (11-6), ma i cinque punti di margine vengono accorciati da Mehiaoui. Il francese prova a rimettere dritta la barra del Santo Stefano, ma Marco Stupenengo inventa un paio di canestri non facili e manda le squadre al primo mini riposo sul 16-12.

Il secondo quarto si apre con i gialloblù che continuano a mantenere la testa: botta e risposta tra Cavagnini e Ghione, ma i capitolini commettono qualche fallo di troppo e accumulano subito il bonus contro. Boccacci manda avanti per un attimo i padroni di casa (22-21), ma ancora il capitano, insieme a Fares, rimette il risultato sul segno positivo per il Santa Lucia, che arriva sul riposo con il punteggio di 29-27.

Al rientro in campo Cavagnini segna subito 4 punti di fila per il 33-27, ma c’è subito la reazione del Santo Stefano, con un parziale di 6-0 che pareggia il match. Si sbaglia molto sul campo, segno che la tensione fa tremare le mani. Il canestro sembra diventare stregato per i romani, che sbagliano canestri non impossibili e il sorpasso di Santo Stefano porta all’inevitabile time out di Fabio Castellucci. Il vantaggio interno sale sul 39-33 con il parziale che sale ad un preoccupante 14-0 che viene interrotto con un libero e un rimbalzo recuperato, che concludono il terzo quarto sul 37-43 per Santo Stefano.

Anche gli ultimi 10 minuti si aprono con qualche difficoltà del Santa Lucia. Castellucci rimette in campo Stupenengo e Di Monte e prova a fare reagire la squadra, ma arrivano quattro punti pesanti subiti e soprattutto due infrazioni di tempo. Capitan Cavagnini accorcia sul 41-47, poi un fallo tecnico a coach Castellucci annulla il momento positivo per i romani. Il vantaggio interno sale a più 9, con gli arbitri che continuano a interrompere spesso il gioco con diverse chiamate; sul 41-52 viene chiamato il quinto fallo di Bedzeti e parte la reazione del Santa Lucia che accorcia 46-52 con meno di 4’ da giocare. Si registra anche il quinto fallo di Giaretti e i gialloblù riprendono fiducia. Si entra nei 2’ finali con la press a tutto campo per mettere in difficoltà gli avversari. Con 4 punti da recuperare solo un canestro letteralmente inventato da un super Mehiaoui non permette l’aggancio. Sulla sirena il tabellone segna il punteggio di 56-59 e il tiro della disperazione di Vera che sfiora il canestro. Domani mattina il Santa Lucia tornerà in campo alle 8:50 per la finalina valida per il terzo posto. Gli avversari saranno gli Amicacci Giulianova, che a loro volta sono stati sconfitti dalla Briantea Cantù per 59-53.

Uff.Stampa Santa Lucia

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy