Liga Endesa Mercato: Il Valencia pensa a Xavi Rey. Diagne sempre più lontano dal Barça

Punto sul mercato spagnolo con Xavi Rey vicino al Valencia, Moussa Diagne che ha offerte da molte squadre e Corbacho che dovrebbe tornare all’Obradoiro

Commenta per primo!

Il Valencia deve completare il roster in vista della prossima stagione, con un playmaker in caso di partenza di Guillem Vives e con un centro. I dirigenti del club giallorosso, come riporta lasprovincias.es, stanno pensando a Xavi Rey , centro che nell’ultima stagione ha giocato con l’Estudiantes, soprattutto se il Valencia non dovesse confermare Shurna come alternativa a Bojan Dubljevic.

In casa Obradoiro tiene banco il caso Alberto Corbacho che, dopo un anno al Baskonia, potrebbe tornare a Santiago de Compostela. Come recita El Correo de Gallego l’ala per completare il roster sarebbe Corbacho e i tifosi sarebbero entusiasti del ritorno del giocatore che dalle parti di Santiago è un vero e proprio idolo. Nel frattempo l’Obradoiro ha annunciato la firma di Txemi Urtasun, ex guardia del Gran Canaria, firmando un contratto per le prossime due stagioni.

C’è la fila per Moussa Diagne, centro che il Barça Lassa non ha ancora deciso se trattenere o cedere. Diagne era arrivato in Catalogna la passata stagione, firmando un contratto di tre stagioni. Il Barcellona, come riporta Kia en zona, ha ricevuto parecchie offerte per il senegalese (classe ’94) tra cui quelle di Tenerife, Estudiantes, Andorra e CAI Zaragoza. Possibile anche il ritorno al Fuenlabrada dove Diagne ha militato tra il 2012 e il 2015.

A Malaga, intanto, il roster per la prossima stagione sembra completato dopo l’acquisto di Wazcynski dall’Obradoiro. Nonostante ciò il segretario tecnico della squadra, come riporta La Opinion de Malaga, ha annunciato che la sqaudra andalusa è sempre attenta a quello che succede nel mercato, lasciando quindi aperta la porta a nuove operazioni in vista della stagione 2016-2017.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy