Maccabi grandi firme: tanti movimenti possibili, il sogno è il ritorno di Rice

Il nuovo corso del Maccabi targato Edelstein procede spedito sul mercato, alla ricerca di elementi di qualità che possano far tornare la squadra in alto.

L’arrivo in panchina di Erez Edelstein sembra avere dato un’improvvisa accelerata al mercato del Maccabi Tel Aviv, chiamato al riscatto dopo un anno decisamente negativo e che ha visto la società compiere scelte sbagliate sia sul mercato giocatori sia in panchina, non ottenendo successi in Israele ed in Europa.

Una delle grandi delusioni dell’annata è stato quel Taylor Rochestie arrivato con grandi aspettative alla corte di Goodes dopo una grande stagione al Nizhny, ma incapace di ripetersi ad alto livello. L’intenzione della squadra di Tel Aviv è riportare in Israele un ex: Tyrese Rice, l’eroe delle Final Four vinte a Milano nel 2014 e reduce da una stagione di livello al Khimki. Non sarà facile toglierlo ai russi, che lo considerano pedina fondamentale del progetto, ma un tentativo concreto, secondo Fersu Yahyabeyoglu di Eurobasket.com, verrà fatto.

Per il ruolo di guardia titolare vi avevamo raccontato dell’interesse nei confronti dell’ex Real Madrid K.C. Rivers, specie dovesse ottenere un passaporto israeliano che lo renderebbe decisamente appetibile. Oltre a lui, sempre Fersu Yahyabeyoglu riporta l’interesse per Andrew Goudelock, il ‘Mini Mamba’. Passato in NBA con la maglia dei Lakers, la sua carriera europea è trascorsa tra Unics Kazan e Fenerbahce, prima di un’esperienza in Cina e il ritorno in America, a Houston. Si tratta di un realizzatore devastante, dotato di un ottimo tiro da fuori: sarebbe un rinforzo di assoluto livello per l’Europa e il Maccabi è pronto a puntare su di lui.

Rice, Rivers e Goudelock: il mercato si infiamma, il Maccabi è pronto a tornare competitivo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy