Nuova svolta Partizan: via Boži?, dentro Aleksandar Dzikic

Nuova svolta Partizan: via Boži?, dentro Aleksandar Dzikic

Commenta per primo!
static.mozzartsport.com

Il Partizan di Belgrado resta nelle secche della Lega Adriatica, ormai l’ultimo posto in condominio con Igokea e Sutjeska fa cadere tutti gli alibi che convincano a confermare Petar Boži?, sulla panchina della gloriosa formazione serba. Troppo grande l’eredità di Duško Vujoševi?, o troppo debole la soluzione interna di inizio settembre, individuando al suo posto il suo vice ed ex bandiera? Probabilmente entrambe le cose, sta di fatto che l’identikit del suo sostituto già circola, e si tratta di un altro della grande galassia bianco-nera: accordo infatti imminente con Aleksandar Dzikic, che dopo una lunga trafila da assistente a Belgrado (1999-2005), contribuendo all’ultimo dei cicli vincenti Vujoševi?, ha poi spiccato il volo verso gli States, con un’esperienza di due anni a Minnesota: si tratta del primo NBA assistant coach straniero senza alcuna esperienza pregressa negli USA, e il secondo in assoluto dopo Igor Kokoškov, che nel 2000 fece parte dello staff dei Clippers. Nel 2007 Dzikic ritorna in Europa, e in Slovenia per la precisione, approdando prima all’Olimpia Lubiana (fino al 2009), quindi costruendo due ottimi cicli al Krka Novo Mesto (2009-11 e 2011-15), intervallati da un biennale poi risolto in corsa con il Lietuvos Rytas. Il suo palmarés recita ad oggi quattro titoli sloveni, tre coppe nazionali e due supercoppe, ma anche la Eurochallenge 2011 e la medaglia di bronzo agli Europei U20 del 2012 con la Serbia.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy