Spagna, il futuro delle finaliste Barcelona e Bilbao

Spagna, il futuro delle finaliste Barcelona e Bilbao

 

BARCELONA 

“Ricordatevi i nomi dei protagonisti di questa stagione, molti non ci saranno il prossimo anno” queste le parole di Victor Sada, e in effetti sembra proprio la chiusura di un ciclo, anche considerando un’età media di oltre 29 anni. 

Partiamo dalle uscite: incassata quella di Rubio che volerà in NBA, sono sicure anche quelle di Anderson, Basile e Morris (che potrebbe ritirarsi), anche Lakovic dovrebbe partire anche perchè la stagione è stata caratterizzata da numerose incomprensioni con Xavi Pascual; in dubbio il futuro di Grimau e Ndong, a Vazquez è stato proposto il rinnovo ma il giocatore ha numerose offerte (tra le quali quella del Real Madrid).

Hanno invece contratto per le prossime stagioni Sada, Navarro, Ingles, Lorbek e Perovic, ed ha appena rinnovato Pete Mickael, reduce da una stagione ai box per un infortunio.

Per quanto riguarda il mercato in entrata, quasi sicuro l’acquisto di Chuck Eidson dal Maccabi: l’ala 30enne dovrebbe essere il primo rinforzo dei Campioni di Spagna, mentre è più complessa ma anche più affascinante la pista che porterebbe a Milos Teodosic come sostituto di Rubio. Da valutare i prestiti di Xavi Rabaseda e Nihad Dedovic che dovrebbero restare un altro anno a farsi le ossa. 

 

BILBAO

La vera sorpresa di questa stagione di ACB cercherà di ripartire da un numero più nutrito possibile di conferme: dopo quella di coach Katsikaris, artefice principale di questo miracolo, sono arrivate le estensioni per il capitano Alex Mumbrù che ha firmato un 2+1 subito dopo la conclusione della stagione, e anche quella di Aaron Jackson,che ha rinnovato per un altro anno. L’ex Virtus Bologna è stato un pò in ombra nella serie finale ma ha  comunque disputato un’ottima stagione. Paco Vazquez, vera e propria bandiera, invece non ci sarà nella prossima stagione, come ha annunciato a malincuore questa mattina. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy