A tutto campo il santone Mirko Novosel: “Teodosic? Un perdente. LeBron? E’ solo potenza”

A tutto campo il santone Mirko Novosel: “Teodosic? Un perdente. LeBron? E’ solo potenza”

Non banali e per niente diplomatiche le posizioni di coach Mirko Novosel, grande tecnico della Jugoslavia e del Cibona Zagabria negli anni ’70 e ’80, intervistato da un quotidiano sloveno.

Commenta per primo!

“Teodosic è un tipo di giocatore che non vorrei mai allenare. E ‘un buon giocatore ma sostanzialmente è un perdente”. In prima battuta sembra una bestemmia, una provocazione, ma se a puntare il dito nei confronti del play del CSKA e della nazionale di Sale Djorjevic è un hall of famer come coach Mirko Novosel, grande tecnico della Jugoslavia anni ’70 e ’80 intervistato dal quotidiano sloveno “Dnevnik”, forse c’è da scoprirne di più.

“Penso che la sua fama sia troppo legata a quanto fatto a livello di club: ha sempre avuto squadre molto forti alle spalle, ma con la Serbia ha già perso un paio di titoli europei. Questi sono i fatti”, conclude il tecnico 78enne visto anche in Italia sulla panchina di Napoli, e scopritore a suo tempo di un certo Drazen Petrovic.

Vincitore come direttore tecnico dell’oro alle Olimpiadi di Mosca ’80, e di altre due medaglie a Montreal ’76 (argento) e Los Angeles ’84 (bronzo), Novosel ha conquistato anche due Europei (più uno juniores), mentre con il Cibona Zagabria ha messo la firma su una Coppa dei Campioni, due Coppe delle Coppe, due campionati jugoslavi e nove Coppe di Jugoslavia. I gradi giusti per parlare anche di NBA, e di schierarsi dalla parte di Steph Curry: “Personalmente non mi piace LeBron, è potenza pura. Io preferisco Curry, anche se in generale il problema dell’NBA è che ha cominciato a prendere i giocatori direttamente dal liceo. I migliori allenatori negli Stati Uniti non sono in NBA, ma nelle università: per questo sono dell’idea che il livello si sia abbassato rispetto al passato”.

Last but not least, Novosel ha dato ad Aza Petrovic gran parte del merito di qualificazione della Croazia alle Olimpiadi:”Petrovic è la persona ideale per questo tipo di compiti estivi a breve termine. Ma non per un club, dove il lavoro è a lungo termine “.

Ha collaborato alla traduzione Giacomo Cotlar

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy