ABA, New hopes in Adriatic League #3: Marko Arapovic e Lovro Mazalin: Le prossime stelle del Cibona Zagabria

ABA, New hopes in Adriatic League #3: Marko Arapovic e Lovro Mazalin: Le prossime stelle del Cibona Zagabria

Commenta per primo!

A differenza dei due appuntamenti scorsi, in questo appuntamento sulle nuove promesse in Lega Adriatica, parleremo di due talenti giovanissimi del vivaio del Cibona, ma che quest’anno hanno fatto parte anche della prima squadra. Stiamo parlando di Marko Arapovic e Lovro Mazalin.

Marko Arapovic: Figlio d’arte dell’Arapovic che giocò nel 1992 le olimpiadi con la maglia della Croazia nella storica finale contro gli Stati Uniti a Barcellona, Marko Arapovic è un centro di 208 cm nato ed è uno dei migliori prospetti dell’annata 1996. Già protagonista con la maglia della nazionale Under 17 croata, Arapovic è parte per il secondo anno consecutivo della prima squadra del Cibona ,dopo che nella stagione precedente, coach Jasmin Repesa lo prese dalle giovanili zagabresi. In Lega Adriatica non ha avuto molto spazio, giocando solo 3 partite, segnando 6 punti con 3 minuti di media a partita. Più spazio ne ha avuto nel campionato croato e nella coppa croata, dove ha avuto disposizione più minuti in campo e dove si è fatto notare per la sua abilità nel tiro da 3 punti  ed è agile nel conquistare la posizione a rimbalzo. Nonostante la sua altezza, gioca molto spesso fuori dal pitturato, ma non gli dispiace sfruttare la sua altezza in post. In campionato gioca 6 minuti di media, segnando 2.6 punti di media, 2.2 rimbalzi di media con il 70% al tiro, fove ha anchevinto la coppa croata contro il Cedevita. Inoltre, grazie alla sua buona stagione nelle giovanili del Cibona, il Real Madrid, l’Unicaja Malaga e il Bayern Monaco sono interessate ad acquistare il cartellino del giocatore, prima che si dichiari al draft NBA. Secondo gli esperti, Arapovic potrebbe essere paragonato come giocatore ad Erazem Lorbek.

Lovro Mazalin: Considerato uno dei Top 3 più forti al momento in Europa dell’annata 1997, alto 2 metri, gioca nello spot di ala piccola ma può tranquillamente giocare anche come guardia grazie alle sue buone doti di palleggio. Scelto per partecipare al Jordan Brand Classic International Team (in cui ha fatto parte anche La Torre, al momento alla Stella Azzurra), Mazalin chiude con 12 punti e 8 rimbalzi, aggiudicandosi il premio di MVP insieme al canadese Wiggins. Come per Arapovic, Mazalin non ha avuto molto spazio in Lega Adriatica, dove colleziona 2 presenze con 0.6 punti di media e 0.5 rimbalzi. Più spazio ne ha avuto in campionato croato, dove gioca 6 minuti e segna 2 punti di media e cattura 1 rimbalzo, vincendo anche lui la coppa croata. Cifre relativamente basse, mentre nel campionato giovanile segna 12.3 punti di media, 7.7 rimbalzi e 4 assist a partita. Giocatore mancino, si fa notare per la sua buona percentuale da 3 punti e per la sua visione di gioco che gli permette di fare molti assist per i compagni, ma anche per la sua difesa sui giocatori più bassi e più alti di lui. Secondo gli esperti, lo stile di gioco di Mazalin è simile a quello di Danilo Gallinari e Tornike Shengeila, ed è già nei radar di molti scout NBA. Come per Arapovic, anche Mazalin è corteggiato da molte squadre spagnole, ma al momento il giocatore sembra intenzionato a continuare la sua carriera in Croazia.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy