BBL, Finale – Gara 3: Bamberg all’ottava potenza

Il Bamberg degli italiani Melli e Trinchieri, ma anche degli ex del nostro campionato Zisis e Wanamaker, si riconferma campione di Germania. E’ l’ottavo titolo negli ultimi 14 anni.

Commenta per primo!

L’incipit potrebbe essere “tutto secondo pronostici” e in questo caso mai sentenza potrebbe essere più vera. Il Bamberg si riconferma campione di Germania e pone un sigillo di egemonia indelebile nelle prime due decadi del nuovo secolo. Dopo il decennio d’oro dell’Alba Berlino a cavallo tra anni’90 e ’00 che aveva visto i “Gabbiani” vincere 7 titoli consecutivi, il Brose si è imposto per ben 8 volte di cui 4 consecutive tra il 2009 e il 2013. Sono passati giocatori e allenatori nel frattempo, ma queste vittorie portano la chiara impronta di un progetto che non può e non deve fermarsi solo all’ambito tecnico. Testimonianza a noi vicina l’ha data lo stesso Nicolò Melli, arrivato in Germania come un emigrante in cerca di se stesso e divenuto in poco tempo colonna fondamentale del Bamberg. A più riprese il giocatore reggiano ha sottolineato l’importanza dell’ambiente dentro e fuori la squadra, di come il basket sia vissuto come una straordinaria occasione di aggregazione e come la società di Bamberga agisca da perfetto canalizzatore di questa energia positiva. Certo poi servono (eccome), i giocatori, il talento ecc. ma senza queste premesse non si costruisce una dinastia di tal fatta. Bayern insegna.

Non abbiamo ancora parlato di quella che è stata la partita decisiva della serie, ma che a ben vedere di decisivo aveva ben poco se non la certificazione di un dato di fatto. Potremmo evidenziare la differenza in alcune voci statistiche, le rotazioni, l’approccio, ma rischieremmo di scrivere qualcosa di scontato. Il fatto è che, come successo già in gara 1 la partita ha avuto valore agonistico fino all’intervallo, quando Ulm ricuciva il disavanzo iniziale portandosi a -1 dal Brose. Nella ripresa le bombe di Wanamaker e Miller, in un immaginario passaggio di testimone per il titolo di MVP delle finals, hanno sostanzialmente fissato gli ultimi chiodi alla “bara” (sportiva) di Ulm che di li in poi non è più riuscita a reagire.

Al Ratiopharm e ai suoi tifosi resta però negli occhi una stagione assolutamente esaltante, partita in sordina e che ha avuto il suo apice nella tiratissima serie di semifinale contro Francoforte e il suo simbolo in quel Per Gunther che è la dimostrazione vivente del detto “gettare il cuore oltre l’ostacolo”. A Bamberga invece, finita l’euforia della festa, si ricomincerà presto a pianificare la prossima stagione, in cui i grigi di Baviera proveranno a dare un assalto più convinto all’Europa che fa rima con Eurolegue

TABELLINO

Brose Bamberg – Ratiopharm Ulm 92:65
BAM: Wanamaker 19, Miller 19,Melli 8
ULM: Morgan 19, Rubit 12

Brose Bamberg vince la serie 3-0 e si conferma Campione di Germania

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy