BCL – Bologna alle Final 4 di Champions. Ribaltato il confronto con Nanterre

BCL – Bologna alle Final 4 di Champions. Ribaltato il confronto con Nanterre

La Virtus risorge dal – 8 di Nanterre, dominando il ritorno al Paladozza e conquistando così l’accesso alle Final Four di Basketball Champions League.

di Matteo Capelli

Ci sarà una squadra italiana alle Final Four di Basketball Champions League: è la Virtus Segafredo Bologna che nella bolgia infernale del Paladozza batte il Nanterre 73 a 58, ribaltando così il 75 a 83 subito una settimana fa in Francia. I bianconeri di Djordjevic hanno sempre dominato la partita, vincendo tutti i quarti, grazie ad una grandissima difesa e ad un gioco corale in attacco. La Virtus torna a giocare una Final 4 europea dopo 10 anni da quella di Eurochallenge nel 2009. Decisive le prove offensive di M’Baye (16 pt con molti canestri fondamentali nel quarto periodo), Punter (9 pt e 5 ass) e Kravic (12 pt e 4 rim) e quelle difensive di Cournooh e Martin. A Nanterre, che è stata sempre in netto svantaggio da inizio secondo quarto, non è bastato un superlativo Palsson (18 pt e 2 ass).

Quintetti

Virtus Bologna: Taylor, Cournooh, Punter, M’Baye, Kravic.

Nanterre: Senglin. Invernizzi, Konaté, Palsson. Treadwell.

Davanti ai 5000 del Paladozza, la Virtus parte con gli occhi della tigre: una difesa asfissiante e la fisicità di Kravic portano subito i bianconeri sul 9 a 3; pronta reazione di Nanterre che torna in parità con l’impatto di Juskevicius (9 pari al 6’). Il buon impatto di Qvale e Punter permettono a Bologna di chiudere il primo quarto sul 17 a 12. Prosegue il momento positivo delle VNere: l’impatto difensivo di Cappelletti e Martin e le bombe di Punter e Baldi Rossi fanno in un attimo + 15 (29 a 14 al 14’), ma i francesi trovano in Palsson una valvola di sicurezza di grande affidabilità: parziale ospite per il 29 a 12 del 17’. I primi squilli di Chalmers e Aradori riallargano il gap: Virtus avanti 41 a 29 a fine primo tempo. Al rientro, Taylor prende in mano la partita: parziale di 6 a 0 tutto firmato dal play di Sleepy Hollow e Bologna a + 18 (47 a 29 al 23’). I bianconeri toccano il + 20 (49 a 29), ma Nanterre non ci sta: una ritrovata solidità difensiva e l’impatto della coppia Palsson – Konaté riaprono la sfida sul 53 a 41 del 28’. Taylor rimane un rebus e la Virtus aumenta leggermente il vantaggio prima della terza sirena: 58 a 44 al 30’. In avvio di quarto periodo, Nanterre prova a riavvicinarsi con il solito Palsson (60 a 48 al 32’), ma un 2 + 1 di M’Baye dà nuovamente 15 lunghezze di margine a Bologna: 63 a 48 al 33’. I francesi tornano a – 10 con Juskevicius e Sengllin, ma con una grande difesa la Virtus trova due contropiede fondamentali (a segno in schiacciata M’Baye e Cournooh) che valgono nuovamente il + 14 (67 a 53 a 4’ dalla fine). Senglin fa ancora – 11 (67 a 56 al 37’), ma M’Baye e Qvale rispondono immediatamente per il 71 a 56 Virtus a 1’30” dal gong. Punter fallisce il gol partita e Treadwell ridà speranza a Nanterre: 71 a 58 a 35” dalla fine. Juskevicius sbaglia la tripla e i liberi di Chalmers chiudono la sfida: finisce 73 a 58 con la Virtus che conquista le Final 4 di Basketball Champions League.

Virtus Segafredo Bologna – Nanterre 7358 (17 – 12; 41 – 29; 58 – 44)

Virtus Bologna: Punter 9, Martin 2, Pajola NE, Taylor 8, Baldi Rossi 4, Cappelletti, Kravic 12, Chalmers 7, Aradori 5, M’Baye 16, Cournooh 4, Qvale 6. All. Djordjevic.

Nanterre: Treadwell 8, Juskevicius 10, Konaté 4, Gamble 2, Invernizzi 5, Palsson 18, Mensah NE, Carne, Pansa NE, Senglin 11. All. Donnadieu.

Fotogallery di Arianna Totaro

Tifoso

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy