BCL, Final Four, SF: Virtus, la finale è tua! Bamberg impalpabile e sconfitto

BCL, Final Four, SF: Virtus, la finale è tua! Bamberg impalpabile e sconfitto

La Virtus supera nettamente il Brose Bamberg (67-50) e conquista con merito la finale. Serata difficile per i tedeschi, mai veramente in partita.

di Gabriele Leslie Giudice

SEGAFREDO VIRTUS BOLOGNA 67-50 BROSE BAMBERG (22-11, 20-17, 11-11, 14-11)

Un’ottima Virtus Bologna conquista la finale della Champions League battendo nettamente il Brose Bamberg, mai veramente in partita. La Virtus impatta subito nel migliore dei modi, mettendo in ritmo i propri esterni e subendo solo nei primissimi minuti Alexander. A fine primo quarto Bologna ha già doppiato Bamberg, offensivamente in black out in ogni tipo di situazione. Solo Rice – 21 totali, 5\9 da 3 ma anche 1\11 da 2 – prova a scuotere i suoi, smarriti al cospetto di una Virtus a cui basta controllare i momenti in cui i tedeschi sembrano provare a uscire fuori dal tunnel per gestire la partita. Facilitata da un ottimo inizio di terzo quarto – due triple di M’baye e Punter la portano a +20 – e dall’inconsistenza del Bamberg, che non riesce mai a rimettersi in partita, la Virtus arriva sul velluto al traguardo, staccando il pass per la finale.

Quintetti:
VBO: Taylor – Punter – Martin – M’baye – Moreira
BRO: Zisis – Rice – Heckmann – Olinde – Alexander

La Virtus cerca subito di mettere in ritmo suoi esterni, che rispondono presente producendo i primi 10 punti della Segafredo – 5 di Punter – che ha buone risposte in attacco ma deve subito fare i conti con Alexander, che costringe Moreira al 2° fallo dopo 2′ di gioco e sotto le plance fa subito sentire il suo atletismo. 4 punti consecutivi di Rice – penetrazione dalla linea di fondo e 2 liberi – portano Bamberg a un possesso (12-11) dalla Virtus. Il conseguente parziale di 6-0 di marca virtussina costringe Perego a spendere il primo timeout della contesa, che la Virtus accompagna al primo mini intervallo con ben 11 punti di vantaggio (22-11) su un Bamberg da 3\13 da 2 e con il 23% dal campo. La Virtus cerca di ragionare approfittando dello stato di rottura prolungata offensiva di Bamberg, che trova qualcosa da Hickman ma non riesce a sbloccarsi in attacco e scivola a -14 (29-15) sul contropiede chiuso da Aradori. Rice si sblocca con 2 triple consecutive che, unite ai liberi convertiti da Zisis dopo un antisportivo comminato ad Aradori e al contropiede chiuso da Heckhmann, dando inerzia a Bamberg (33-25) con Djordjevic che ferma la contesa, a 2’31” dall’intervallo lungo. La Virtus esce dal momento delicato mostrando compattezza e competenza, allontanando la minaccia con un parziale di 9-0 che dà al 2+1 di Rubit solo la possibilità di riportare Bamberg a -14 (42-28), con l’intervallo che sopraggiunge consegnando al primo ottavo di queste Final Four una Virtus molto positiva e brava ad approfittare della brutta serata di Bamberg, che viaggia al momento con il 28% dal campo e deve rincorrere anche nella lotta a rimbalzo (24-18). I 13 punti da leader di Rice sono, al momento, l’unica base da cui ripartire per Perego.
L’apertura di terzo quarto è un altro tassello del mosaico virtussino, con le triple di M’baye e Punter che gelano il Brose e aggiornano il massimo vantaggio a +20 (48-28), consolidando la tendenza di serata degli uomini di Djordjevic ad allungare il proprio vantaggio nei momenti in cui ci si aspetta il ritorno in pista del Bamberg. Con i liberi di Rice e di Harris i tedeschi rosicchiano qualcosina (48-33), avvicinandosi ancora grazie alla 4° tripla di Rice, che permette ai suoi di affacciarsi nell’ultimo quarto sotto di 14 lunghezze, sul 53-39. La tripla di Punter, che smuove le retine per la prima volta nell’ultimo quarto portando la Virtus a +17 (56-39), è un montante sulla mascella del Brose, che continua a imbarcare consentendo alla Virtus di piazzare il 10-0 che, sul 63-39 al 33′ abbondante, sa di missione quasi compiuta. Bamberg rientra a -20 (64-44) con la tripla di Rice, senza riuscire però a dare un ultimo scossone per rendere meno indolore la resa. La Virtus chiude con tranquillità le operazioni e centra la finale, mentre la sirena sopraggiunge sul 67-50.

MVP Basketinside: Kevin Punter (21 pts, 7 rd, 1 ro, 2 ass, 2 rec, 4\12 da 2, 4\7 da 3, 21 di valutazione)

VIRTUS BOLOGNA: Punter 21, Martin 2, Moreira 5, Pajola, Taylor 5, Baldi Rossi 5, Cappelletti n.e., Kravic, Chalmers, 5 Aradori 6, M’baye 9, Cournooh 1.

BROSE BAMBERG: Hickman 4, Rice 21, Zisis 4, Stuckey n.e., Schmidt n.e., Olinde, Harris 9, Rubit 5, Alexander 3, Heckmann 2, Taylor 2, Kulboka n.e

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy