BCL – Strasburgo regola una Virtus Bologna troppo morbida

BCL – Strasburgo regola una Virtus Bologna troppo morbida

Seconda sconfitta consecutiva per la Virtus che cade a Strasburgo punita dalla classe di Collins e da un atteggiamento troppo soft.

di Matteo Capelli

Seconda sconfitta consecutiva in Fiba Champions League per la Virtus Segafredo Bologna che cade per 83 a 80 sul campo del SIG Strasbourg. Per i bianconeri, si tratta della quarta sconfitta stagionale (tutte arrivate nel girone di ritorno), mentre tornano alla vittoria i francesi, dopo aver perso in 7 delle ultime 8 uscite. MVP della gara una vecchia conoscenza del campionato italiano Mardy Collins (20 pt, 6 rim e 4ass con 9/12 al tiro).  Come detto, Strasburgo era in un grande momento di difficoltà ed è riuscita a compattarsi sotto la leadership dell’ex giocatore di Montegranaro che, dopo una partita solida, ha chiuso la partita nel finale. Il match ha avuto un andamento punto a punto fino a quando, a cavallo tra terzo e quarto periodo, i francesi hanno indovinato il parziale che poi si è rivelato decisivo. A nulla è servita la tardiva rimonta bianconera ispirata da Aradori (21 pt con 3/4 da 3) e Punter (22 pt con 3/8 da 3). In generale, la Virtus, arrivata alla terza sconfitta di fila tra campionato e coppa, ha mostrato i limiti palesati sin da inizio stagione: difesa troppo morbida, naufragio a rimbalzo (27 a 49) e attacco interamente appoggiato sul talento individuale di alcuni giocatori. Al momento, la squadra di Sacripanti non ha una vera identità di squadra e questo si riflette nelle prestazioni.

Quintetti

Strasburgo: Green, Serron, Collins, Jarell, Fall.

Virtus Bologna: Taylor, Punter, Martin, M’Baye, Moreira.

Reduce da una pesantissima sconfitta in campionato, Strasburgo parte con forte intensità ma grande confusione: Moreira respinge con facilità i morbidi tentativi di Fall e dall’altra parte Taylor e Punter puniscono (12 a 15 al 7’); l’impatto dalla panchina di Traoré produce ottimi effetti per i francesi che, anche grazie alle triple di Jarell tornano davanti (22 a 19 al 9’), prima che la bomba sulla sirena di Aradori riporti il punteggio in parità: 22 pari a fine primo quarto. Grazie ad iniziative individuali, Aradori e Punter provano ad allargare il gap a favore di Bologna (29 a 34 al 15’), ma Collins e Jarell reagiscono immediatamente ribaltando la situazione: 37 a 36 al 16’. La verticalità di Moreira e Kravic mette in grande difficoltà Strasburgo e la Virtus chiude in vantaggio il primo tempo sul 43 a 44. Al rientro, le squadre procedono punto a punto: Aradori e Punter rispondono a Collins e Fall (59 pari al 38’), ma la difesa della Virtus è troppo morbida ed un 5 a 0 chiuso dalla tripla di Serron, regala il 64 a 59 Strasburgo alla terza sirena. Bologna cala il livello di intensità: le triple di Nzeulie danno la doppia cifra di vantaggio ai francesi (74 – 64 al 36’), con la Virtus che non ha solidità difensiva, nonostante i bei canestri di Aradori. Strasburgo smette di giocare e i bianconeri tornano a – 5 (76 a 71 1’40” dalla fine) con il solito Aradori, ma il canestro di Collins ridà un po’ di tranquillità ai francesi: 79 a 71 a 1’15” dal termine. Punter e M’Baye non ci stanno e Virtus nuovamente a – 2 (79 a 75) con 35” sul cronometro. Il jumper di Collins sembra chiudere nuovamente la contesa, ma Punter piazza un’altra tripla: 81 a 80 Strasburgo a 10” dal gong. Jarell non trema e la tripla di M’Baye viene stoppata da un fantastico Collins: torna alla vittoria Strasburgo che batte la Virtus per 83 a 80.

SIG Strasbourg – Virtus Segafredo Bologna 83 – 80 (22 – 22; 43 – 44; 64 – 59)

Strasburgo: Collins 20, Beyhurst, Serron 4, Jarell 12, Nzeulie 6, Green 8, Lang 12, Goulmy, Fall 11, Traoré 10. All. Collet.

Virtus Bologna: Punter 22, Martin 2, Moreira 14, Pajola 2, Taylor 6, Baldi Rossi 2, Cappelletti NE, Kravic 2, Aradori 21, Berti NE, M’Baye 7, Qvale 2. All. Sacripanti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy