BCL – Tutto facile per la Virtus: schiantato il Le Mans

BCL – Tutto facile per la Virtus: schiantato il Le Mans

Bologna domina i francesi grazie ad una strepitosa prova di squadra e accede ai quarti di finale di Champions League. Esordio perfetto per coach Djordjevic.

di Matteo Capelli

C’è una squadra italiana tra le prime 8 della FIBA Basket Champions League: è la Virtus Segafredo Bologna che, dopo il rocambolesco pareggio in Francia, travolge il Le Mans con il punteggio finale di 81 a 58. Esordio perfetto dunque per coach Djordjevic che è riuscito ad ottenere da subito grande impegno da parte di tutti i giocatori a disposizione. I bianconeri hanno dominato sin dalle prime battute grazie a due aspetti che sinora erano spesso mancati: una difesa di squadra molto aggressiva ed un’ottima circolazione di palla offensiva. Solide prestazioni di Punter, Taylor, Chalmers e Kravic. Segnali molto positivi da Baldi Rossi che nelle ultime settimane era uscito dalle rotazioni. La Virtus è ora attesa da Nanterre nei quarti di finale, decisivi per un posto nelle Final 4.

Quintetti

Virtus Bologna: Taylor, Punter, Aradori, M’Baye, Kravic.

Le Mans: Thompson, Bigote, Eito, Clark, Yeguete.

Si comincia con grandi emozioni nel ricordo di Alberto Bucci (sottolineato anche da un cinque minuti di silenzio del pubblico preceduti e seguiti da cori per l’ex presidente e allenatore). La Virtus parte fortissimo in attacco (con Kravic e Aradori) ed in difesa e doppia Le Mans dopo 6’ (12 a 6). Le VNere giocano davvero bene: l’impatto di Chalmers e di un concentratissimo Punter permette ai bianconeri di chiudere sul 25 a 10 un primo quarto dominato. Si sporcano le percentuali per Bologna: Ray guida una mini reazione di Le Mans che, nonostante un paio di canestri di talento di Taylor, torna a -12 (32 a 20 al 16’). La Virtus esce bene dal timeout di Djordjevic e, trascinata da Kravic e Punter, torna a scappare via: 43 a 25 a fine primo tempo. Al rientro, il trend non cambia, anzi, peggiora per Le Mans: Kravic domina in area ed in un amen è + 26 (51 a 25 al 22’). I francesi non riescono a pareggiare l’intensità dei padroni di casa (Martin e Taylor sugli scudi) e il terzo quarto si trascina velocemente (da segnalare un delizioso assist sotto le gambe di Chalmers per una comoda schiacciata di Kravic) fino al 63 a 35 del 30’. L’ultimo quarto è un lunghissimo garbage time in cui il Le Mans, dopo essere finito anche a – 33, limita i danni: vince la Virtus 81 a 58.

Virtus Segafredo Bologna – Le Mans 81 – 58 (25 – 10; 43 – 25; 63 – 35)

Virtus Bologna: Punter 12, Martin 9, Pajola 4, Taylor 7, Baldi Rossi 12, Cappelletti 2, Kravic 16, Chalmers 9, Aradori 6, M’Baye 2, Cournooh, Qvale 2. All. Djordjevic.

Le Mans: Ray 6, Hendrix 2, Eito 3, Bigote 11, Cornelie 9, Yeguete 9, Tabu 3, Thompson 13, Clark 2, Eyoum NE, Dohou NE. All. Bartecheky.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy