BSL 5° giornata: il Fenerbahce non conosce soste

BSL 5° giornata: il Fenerbahce non conosce soste

I turchi dopo ben tre tentativi riescono a piegare l’Efes dopo un tempo supplementare. La prima inseguitrice ora è il Tofas che espugna il campo del Darussafaka.

di Marco Novello

Il terzo tentativo è quello buono; il Fenerbahce riesce a piegare la resistenza dell’Anadolu Efes dopo un supplementare conquistando così la quinta vittoria in altrettante partite di BSL. Nell’ultimo turno del massimo campionato turco gli occhi di tutti erano, ovviamente, rivolti all’Ulker Spor Salonu dove, lunedì sera, si è disputato il derby tra i gialloblu ed i biancoblu. Le formazioni si erano già scontrate altre due volte in stagione ed i precedenti pendevano dalla parte ospite; Obradovic e soci perciò volevano assolutamente invertire il trend. Derby molto equilibrato sin dalle primissime battute; Mahmutoglu ha la mano caldissima sparando due bombe nel primo minuto di gioco, ma la squadra allenata da Ataman non sta a guardare. Moerman e Dunston replicano subito al capitano dei padroni di casa riducendo lo svantaggio ad un singolo punto (6-5). Dopo l’avvio scoppiettante le due sfidanti calano i ritmi giocando sempre al limite dei 24″ forzando perciò anche molte conclusioni senza trovare il fondo del secchiello; ci penserà Sloukas a sbloccare la situazione di stallo creatasi segnando i punti che valgono l’allungo gialloblu (8-5). Il match riprende perciò ad alti ritmi senza che le due contendenti riescano ad avere la meglio l’una sull’altra. Ancora Mahmutoglu aggiorna il massimo vantaggio Fener sul +5 con l’ennesima bomba (18-13); ma l’Anadolu resiste tornando in carreggiata grazie al duo Micic-Balbay che mettono a segno i punti che valgono il -3 alla prima sirena (26-23). Il secondo periodo mantiene lo stesso canovaccio tattico, gialloblu che provano a scappare grazie alle giocate individuali di Kalinic, Guduric e Duverioglu; ma i viaggianti riescono a rimanere aggrappati alla partita coi canestri di Beaubois, Larkin e Sanli (44-41 all’intervallo lungo). L’inizio di ripresa è a dir poco soporifero; Fener ed Efes sbagliano ripetutamente i tiri anche dal basso coefficiente di difficoltà col parziale che rimane inchiodato sul 44-41 per ben 5′. Ci penserà Larkin, mettendo a segno un libero dopo il tecnico comminato a Vesely, a far gridare al “gol” i pochi tifosi ospiti sugli spalti (44-42). Sbloccata la situazione di stallo le contendenti ricominciano a trovare il bersaglio grosso rimpolpando lo score sul tabellone; tuttavia la penultima sirena conferma quanto visto sino ad ora, la squadra di Obradovic sul pezzo ed in vantaggio di un paio di possessi (57-53). Mai sottovalutare però il cuore della squadra di Ataman; nonostante tifo avverso e svantaggio accumulato nei precedenti minuti l’Efes ha il merito di rimanere mentalmente in partita e non mollare di un centimetro. I padroni di casa tentano il tutto per tutto per dare la spallata decisiva alla contesa ed aggiudicarsi i due punti; la schiacciata di Vesely vale il nuovo +5 (67-62), toccato il fondo l’Anadolu trova le forze necessarie per piazzare un parziale di 8-2 che vale a dire sorpasso a poco più di un minuto ancora da giocare (69-70). Quando la vittoria sembrava essere nelle mani di Moerman e soci ecco che Kalinic pesca il classico coniglio dal cilindro e con la bomba sancisce il nuovo +2 Fener. Finita? Nemmeno per sogno, Larkin è glaciale dalla lunetta e col suo 2/2 manda tutti all’overtime. Nei cinque minuti supplementari i gialloblu partono a cannone sospinti da uno strepitoso Sloukas che dapprima mette a segno 5 punti fondamentali e poi illumina con la sua solita regia; dall’altra parte Balbay e Larkin tentano disperatamente di tenere a galla l’Efes, i liberi finali del play greco e di Muhammed chiudono la contesa e regalano la vittoria alla truppa di Obradovic. MVP di serata sarebbe scontato conferirlo a Sloukas che nel momento del bisogno risponde sempre presente, decidiamo perciò di consegnarlo virtualmente a Vesely autore di una gara di sostanza fatta da 14 punti e 12 rimbalzi. Per quanto riguarda gli italiani scende in campo solo il nostro Melli che in 19 minuti sul parquet mette a segno 6 punti a cui aggiunge ben 5 carambole catturate nei pressi del ferro. Per quanto riguarda l’Efes non bastano le doppie doppie di Moerman e Dunston a continuare la tradizione positiva che i biancoblu si portavano dietro dai due precedenti stagionali. Passando alla più diretta inseguitrice, il Tofas espugna d’autorità il campo del Darussafaka con il punteggio di 78-82. Come per il derby pure in questa partita l’equilibrio la fa da padrone; i ragazzi di Ene tentano più volte l’allungo, i neroverdi di casa però rispondono sempre colpo su colpo senza lasciar scappare gli ospiti. All’intervallo lungo le due squadre giungono sul punteggio di perfetta parità (38-38), tanto che risulta essere difficile fare un pronostico per i restanti 20 minuti. Ad inizio ripresa però il Tofas esce meglio dai blocchi di partenza tanto da mettere a segno un parziale di 9 a 4 che consegna ai blubiancoverdi ben due possessi di margine (42-47). Il parziale non si arresta, anzi Mejia e soci lo incrementano sino a toccare la doppia cifra di vantaggio sul 51-63; ma il Darussafaka riesce a contenere i danni andando sotto solo di 8 lunghezze. Nell’ultimo quarto di gioco i padroni di casa innestano il turbo riaprendo la sfida (69-73), ma l’orologio certo non è loro amico anzi; i viaggianti riescono a controllare l’ulteriore sfuriata dei padroni di casa portandosi a casa il quarto referto rosa in stagione. Migliore in campo tra i ragazzi allenati da Ene è, indubbiamente, Garrett autore di una prova a tutto tondo, 26 punti, 6 assist e 5 rimbalzi il fatturato dell’americano; ai padroni di casa non bastano i 19 punti ed i 6 rimbalzi di un positivissimo Eric. Concludiamo infine segnalando la prima vittoria del Galatasaray che, a domicilio, piega il Pinar abbandonando le sabbie mobili dell’ultimo posto in classifica. Di seguito il recap di giornata.

Buyukcekmece-Besiktas 69-79

Buyukcekmece: Hayes 20, Williams 18
Besiktas: Buva 16, Benzing 16

Turk Telekom-Gaziantep 83-67

Turk Telekom: Landesberg 18, Stimac 14
Gaziantep: McKissic 19, James 12

Galatasaray-Pinar Karsiyaka 81-71

Galatasaray: Webster 17, Auguste 15
Pinar Karsiyaka: Marei 19+14 rimbalzi, Henry 17

Sakarya-Bahcesehir Koleji 84-71

Sakarya: Salumu 23, Nnoko 23+12 rimbalzi
Bahcesehir Koleji: Colom 18, Babb 12

Afyon Belediye-Istanbul BB 74-76

Afyon Belediye: Hagins 20+10 rimbalzi, Calloway 15
Istanbul BB: Holloway 21, Babic 20

Darussafaka-Tofas 78-82

Darussafaka: Eric 19, Diebler 14
Tofas: Garrett 23, Mejia 16

Fenerbahce-Anadolu Efes 86-79 dts

Fenerbahce: Kalinic 17, Sloukas 16
Anadolu Efes: Moerman 18+12 rimbalzi, Dunston 16+11 rimbalzi

Classifica 5° giornata

Fenerbahce 5-0
Tofas 4-1
Anadolu Efes 3-2
Sakarya 3-2
Turk Telekom 3-2
Buyukcekmece 3-2
Besiktas 3-2
Bahcesehir Koleji 3-2
Pinar Karsiyaka 2-3
Gaziantep 2-3
Darussafaka 1-3
Galatasaray 1-3
Afyon Belediye 1-3
Istanbul BB 1-3
Banvit 0-4

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy