BSL Semifinali PO G3-Efes e Fenerbahce chiudono le serie accedendo alla finale

BSL Semifinali PO G3-Efes e Fenerbahce chiudono le serie accedendo alla finale

Biancoblu e gialloblu si ritrovano in finale a distanza di tre anni dall’ultima volta; Galatasaray e Tofas non riescono a prolungare la serie a Gara 4.

di Marco Novello

Era la Finale più scontata da immaginare ad inizio, ma mantenere le aspettative non è mai semplice eppure a distanza di tre anni Anadolu Efes e Fenerbahce Beko si ritroveranno all’ultimo atto di questi PO del massimo campionato turco. Niente da fare per Galatasaray e Tofas che non riescono a prolungare la serie alla quarta partita.

GALATASARAY-ANADOLU EFES 72-78 (15-17, 21-24, 15-21, 21-16)

Terza partita della serie ed il Galatasaray si ritrova già con le spalle al muro; una vittoria permetterebbe ai ragazzi di Erdogan di prolungare la serie, viceversa una sconfitta dei giallorossi spalancherebbe le porte della finale ai cugini dell’Efes. Il match risulta quindi esser molto equilibrato visto che la posta in palio risulta comunque alta; gli ospiti partono meglio portandosi avanti di due possessi (8-13), ma i padroni di casa reagiscono impattando il risultato grazie ai centri di Harrison ed Auguste (15-15). I liberi di Micic, proprio sul finire del primo quarto, però consegnano un piccolo ma prezioso vantaggio ai biancoblu; nella seconda frazione tuttavia il canovaccio tattico non cambia, le due sfidanti si rispondono colpo su colpo, Koksal e Micic fanno la voce grossa segnando canestri a ripetizione, ma l’Efes resta sempre avanti di sole due lunghezze (28-30). Poco prima dell’intervallo lungo i viaggianti tentano di assestare un colpo da K.O. con la tripla di Larkin (33-41), ma l’incredibile centro di Auguste giunto proprio sul gong riporta il Gala a debita distanza (36-41) lasciando ancora vive le speranze di rimonta. Il terzo quarto però non ha storia; l’Efes gioca decisamente meglio ed il duo Motum-Micic fa decisamente la differenza; sui 21 punti totali segnati nel periodo dai biancoblu ben 12 portano la firma dell’asse play-ala grande, i giallorossi provano una timida replica affidandosi ad Auguste ma il gap tra le due formazioni ormai ha raggiunto la doppia cifra di differenza (51-62). Negli ultimi 10’ i padroni di casa mettono in campo tutto il loro orgoglio provando un’insperata rimonta, ma dopo esser giunti sino al -2 (67-69), Motum ed ancora Micic mettono a segno i canestri della staffa consegnando il terzo referto rosa e di conseguenza il punto decisivo all’Efes che ritorna in finale dopo ben tre anni! L’MVP di serata non può che andare quindi al play serbo che gioca una partita davvero incredibile sia nei numeri che nella maturità messa sul parquet durante tutta la serie, 23 punti con il 61% dal campo a cui si aggiungono pure 11 assist e 3 rimbalzi una doppia doppia che si commenta in sostanza da sola; dall’altra parte non bastano le ottime performance di Harrison ed Auguste al Gala per prolungare la serie a Gara 4

Galatasaray: Harrison 24 punti, Auguste 15 punti
Anadolu Efes: Motum 24 punti, Micic 23 punti + 11 assist

TOFAS-FENERBAHCE BEKO 71-76 (14-25, 14-17, 15-19, 28-15)

Quarta finale consecutiva per i campioni in carica del Fenerbahce che archiviano in tre partite la serie contro il Tofas. Match analogo a quello disputato in Gara 2 dalle due formazioni; i gialloblu inizialmente scappano nel punteggio per poi rischiare di gettare tutto quanto alle ortiche con un pessimo ultimo quarto. La partita perciò comincia coi ragazzi di Obradovic che attaccano a spron battuto infilando un parziale di 15 a 1 nei primi 4 minuti di gioco che tramortisce Mejia e soci con Ene costretto a spendere il classico time-out. Dopo questo pessimo avvio i biancoazzuri di casa si rimettono in carreggiata rosicchiando qualche punticino, ma alla prima pausa il Fener risulta comunque essere avanti di ben undici lunghezze. La seconda frazione tuttavia è più combattuta, le due sfidanti si rispondono colpo su colpo a suon di canestri col margine che però resta immutato ossia col Fener in controllo delle operazioni avanti ben di 14 punti sui rivali. La ripresa ha ben poco da dire col terzo quarto che scorre via tranquillamente, i gialloblu gestiscono il proprio vantaggio tranquillamente senza rischiare nulla andando a rimpolpare il gap proprio nei minuti finali (43-61). L’ultimo quarto quindi non avrebbe dovuto aggiunger nulla alla netta vittoria dei viaggianti, eppure i padroni di casa tentano una rimonta impossibile; guidati da Weems, Arslan e Mejia i biancoazzurri rimontano punto dopo punto tanto da ritrovarsi incredibilmente sul -1 con ancora due minuti da giocare (66-67). Lo sforzo per la rimonta però viene pagato a caro prezzo dai giocatori della squadra di Bandirima che negli ultimi due giri di lancette accusano la stanchezza e lasciano via libera verso la vittoria ai più quotati avversari. Quattro giocatori in doppia cifra, altri tre che ci vanno vicino, questo dice il referto del Fenerbahce con Muhammed miglior marcatore a 12 punti. Il nostro Nicolò Melli si ferma, invece, solo a 9 punti segnati a cui comunque aggiunge ben 6 rimbalzi, una performance ormai normale per il lungo reggiano. Per i padroni di casa non bastano i punti messi a segno dal terzetto Arslan-Elegar-Mejia per prolungare la serie a gara 4, la stagione dei ragazzi di Ene termina in semifinale senza vendicare quindi la sconfitta patita lo scorso anno in finale proprio contro gli uomini di Obradovic.

Tofas: Elegar 14, Mejia 14, Arslan 14
Fenerbahce: Muhammed 12, Guduric 10, Kalinic 10

Photo Credits: Galatasaray SK Twitter

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy