BSL, SF G3: tifoso sputa ad Obradovic, la condanna di Ataman

Gesto gravissimo avvenuto al termine di gara 3 di semifinale del campionato turco. La vittima è il coach del Fenerbahce Zeljko Obradovic.

Il Galatasaray Istanbul ha vinto gara 3 di semifinale contro il Fenerbahce ed è rimasto in corsa per cercare di guadagnarsi la finale del campionato turco. La partita è stata molto tirata e tesa, sia per l’importanza della stessa sia per l’atmosfera caldissima che si respira ad Istanbul per questo derby.

Al termine della gara, l’allenatore del Fenerbahce Zeljko Obradovic è stato vittima di un gesto inqualificabile da parte di un tifoso della squadra avversaria, reo di averlo colpito in faccia con uno sputo. Il serbo ha condannato duramente l’accaduto, accusando in parte i tifosi della squadra di Ataman e dopo avere fatto i complimenti al Galatasaray per la vittoria. Ecco le sue parole: “All’inizio della stagione ho detto che avrei preferito parlare di pallacanestro. Ma chiunque abbia visto le prime due partite nel nostro palazzetto e questa partita può notare la differenza. Questo è l’unico commento che voglio fare sull’accaduto. Niente altro”.

Il Fenerbahce ha voluto condannare il gravissimo gesto attraverso un comunicato ufficiale confermato dallo stesso allenatore serbo in cui è stato confermato lo sputo, smentendo la voce secondo cui fosse stato lanciato “ayran” (yogurt turco) sulla faccia di Obradovic.

Immediata è arrivata la condanna al tifoso da parte di Ergin Ataman, che appena venuto a conoscenza dell’accaduto ha espresso massima solidarietà ad Obradovic, commentando: “Ho solo visto la foto di Obradovic. Chiunque abbia fatto questo non è umano e lo condanno!”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy