Cantù-Enisey, la sala stampa: le parole di Corbani e Okulov

Cantù-Enisey, la sala stampa: le parole di Corbani e Okulov

Commenta per primo!

Coach Corbani commenta così la vittoria della sua FoxTown contro l’Enisey: “E’ stata una bella partita di pallacanestro in cui le squadra si sono sorpassate più volte e hanno saputo sempre rientrare nei momenti di difficoltà. Sapevamo che i russi avevano grandi capacità realizzative e oggi lo hanno dimostrato in tutte le volte in cui siamo arrivati in ritardo. Dovevamo coprire il rollante che era un lungo molto alto e che tagliava profondo e quindi ovviamente non era facile aiutare”.

“Abbiamo iniziato – ha continuato l’allenatore della Pallacanestro Cantù – molto bene il match. Nel secondo quarto invece Hodge è incappato in problemi di falli, abbiamo dovuto inserire Hasboruck come playmaker e abbiamo incontrato difficoltà nelle rotazioni degli esterni. Siamo sempre corti e questo ci porta a diminuire la nostra aggressività. Abbiamo difeso più che discretamente nei primi 10 minuti, ma poi abbiamo fatto un passo indietro e l’Enisey ha potuto tirare e muoversi con maggiore facilità. I russi hanno quindi preso fiducia e tutto è diventato più difficile. Nel secondo tempo abbiamo recuperato aggressività. Evidentemente la rotazione con Cesana, che oggi ha dato un buon segnale, ci ha garantito ritmo e freschezza”.

“Abbiamo bisogno – ha concluso coach Corbani – che cresca anche Tessitori che sta attraversando un momento di difficoltà. Noi stiamo cercando di aiutarlo perché siamo convinti che abbia qualità. E’ necessario avere pazienza e supportarlo perché è un ragazzo che si impegna e si allena tantissimo. Abbiamo bisogno di lui perché altrimenti le rotazioni diventano corte”.

Il coach del BC Enisey, Oleg Okulov, commenta così la sconfitta della sua formazione alla Mapooro Arena: “Siamo in viaggio da due settimane e questa è la nostra terza partita in trasferta. Ovviamente non vuole essere una scusa perché anche Cantù ha giocato due giorni fa. Però devo dire che non siamo fortunati per colpa di qualche problema fisico e di qualche tiro chiave che questa sera non è entrato. Non dobbiamo vergognarci di nulla nella prestazione di oggi perché è stata una bellissima partita, molto spettacolare per il pubblico”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy