Caos nell’Europa a spicchi. Tomasevic: “Serbia non esclusa”, intanto il suo OQT passa alla Rep.Ceca?

Caos nell’Europa a spicchi. Tomasevic: “Serbia non esclusa”, intanto il suo OQT passa alla Rep.Ceca?

Sul tema interviene l’ex Pana, Stella Rossa e Partizan Dejan Tomasevic, oggi vicepresidente della federbasket serba che rilasciando un’intervista alla radio serba B92, sostiene che la Serbia sia stata solo avvertita ma non bannata dal prossimo europeo.

Commenta per primo!

In tutta l’Europa del basket (ma non solo), tiene banco da stanotte la serie di lettere con cui la FIBA avrebbe deciso di escludere dall’ Eurobasket 2017 le nazionali di Spagna, Russia, Serbia e paesi balcanici, minacciando altre leghe/federazioni che, diversamente dai casi di ACB, VTB e ABA, non hanno appoggiato l’iscrizione dei loro club alla prossima Eurocup.

Sul tema interviene l’ex Pana, Stella Rossa e Partizan Dejan Tomasevic, oggi vicepresidente della federbasket serba che rilasciando un’intervista alla radio serba B92, sostiene che la Serbia sia stata solo avvertita ma non bannata dal prossimo europeo. “La lettera era solo un avvertimento. Abbiamo parlato con tutte le federazioni della regione e i nostri club. Dobbiamo solo aspettare”. La Serbia, in teoria, rischia anche di perdere sia il diritto di ospitare uno dei tornei pre-olimpici (secondo l’agente David Pick si pensa all’alternativa della Repubblica Ceca), sia di partecipare alle prossime Olimpiadi di Rio (situazione comune anche ad altre delle 14 federazioni in questione, Italia compresa).Tomasevic spera che questa eventualità non si verifica, e quando gli viene stato chiesto se il Partizan sarà convinto a non partecipare all’Eurocup, ha aggiunto: “Abbiamo un eccellente collaborazione con i club”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy