Capodistria compie il salto di qualità: è tra le big nel panorama jugoslavo

Capodistria compie il salto di qualità: è tra le big nel panorama jugoslavo

Secco 3-0 nelle finali della seconda Lega adriatica contro l’MZT Skopje. Gli sloveni centrano la promozione nella massima serie di ABA League. L’MZT può ancora sperare: si scontrerà con la squadra di Zara per l’ultimo posto vacante per la prossima stagione nella massima serie adriatica.

di Mitja Stefancic

Terza vittoria su tre partite in quattro giorni
Che dire. Che le chance per fare il salto di qualità nella Lega adriatica c’erano lo sapevano un po’ tutti. Ma che le tigri di Capodistria potessero liquidare con un secco 3-0 gli avversari macedoni forse non se l’aspettava nessuno. Eppure stamane i quotidiani del Litorale sloveno scrivevano in modo convinto che la squadra di Jurica Golemac, ex cestista che è adesso anche l’allenatore più interessante (e più astuto) sotto il Monte Tricorno, avrebbe potuto trionfare già stasera in occasione della prima trasferta macedone. E così è stato: capitan Hodžić e compagni hanno prevalso per 66-61, aggiudicandosi la promozione. Il prossimo campionato lo disputeranno assieme alle squadre attualmente più forti e ed alcune storiche compagini del basket made in Yugoslavia.

La serie e la lettura delle finali
Forse nemmeno tanto sorprendentemente il KK Primorska ha vinto in settimana entrambe le partite casalinghe con un ampio vantaggio finale (93-71 nella prima partita; 95-72 nella seconda), per poi andare a trionfare sul campo avversario dello Sportski centar Jane Sandanski di Skopje (risultato finale sul tabellone: 66-61 per gli sloveni).

La forza della squadra di Golemac era chiara già da una prima analisi del cammino regolare convincente nella seconda Lega adriatica 2018/19, visto l’ampio numero di vittorie totalizzate e due sole sconfitte. Che il rapporto di forza pendesse a favore dei capodistriani era chiaro sin dalla prima partita, disputata lunedì sera al palasport Bonifika. Come spesso in questo campionato, Šiško e compagni si sono portati in vantaggio, per poi incrementarlo nel corso della partita e gestire con sapienza la parte finale del match. Stesso copione nella seconda partita giocata martedì. Altrettanto bravi sono stati i ragazzi in maglia arancione anche questa sera. Onore anche ai giocatori della squadra sconfitta: l’MZT Skopje avrà comunque modo di rifarsi contro il KK Zadar, cercando di centrare l’ultimo posto utile per la prossima stagione dell’ABA League.

Stagione fin qui impeccabile
Secondo obiettivo centrato per il Sixt Primorska in questa stagione, dopo aver conquistato la Coppa slovena. La squadra capodistriana è stata costruita con grande professionalità: ha una panchina lunga ed alcuni dei giocatori più interessanti del panoramo jugoslavo, per esempio tre lunghi molto incisivi sia dal punto do vista dei rimbalzi sia dal punto di vista realizzativo (Marijan Čakarun, Ivan Marinkovič, Marko Jagodić Kuridža) oltre che il playmaker sloveno più intelligente e con la migliore visione di gioco – Žan Mark Šiško. Al loro fianco un eccellente Lance Christopher Harris (ex Vanoli Cremona, l’anno scorso con l’Elan Chalon), che a Capodistria sta dando spettacolo, dimostrando come si gioca a basket ai massimi livelli.

Complimenti dunque al KK Primorska, che meritatamente ha centrato la promozione con una nonchalance comune solamente alle squadre migliori.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy