Caserta cade a Madrid, la Benetton vince e si avvicina alla qualificazione

Caserta cade a Madrid, la Benetton vince e si avvicina alla qualificazione

Commenta per primo!

 Con questo successo i madrileni di coach Palomo raggiungono a quota sei in vetta al girone Caserta, e la scavalcano grazie alla migliore differenza canestri avendo ribaltato  il meno due di quindici giorni fa in terra di lavoro.  Per gli uomini di coach Sacripanti cruciale la prossima trasferta in quel di Istanbul contro il Galatasaray (ora a quota quattro in classifica dopo la vittoria a Nymburg), dove i bianconeri anche in caso di sconfitta dovranno cercare di mantenere la differenza canestri in proprio favore difendendo il più cinque dell’andata. La partita ha visto un ottimo impatto dei casertani , che sfruttando qualche impaccio di troppo dei madrileni nella prima parte di gara hanno raggiungo da prima il +9 sul 12-21 al 7’, e poi addirittura la doppia cifra di vantaggio sul 27-37 al 15’. Un pessimo finale di quarto di Caserta , che in 5’di gioco andava a segno solo con una tripla di Ere, consentiva all’Estudiantes di ritornare pienamente nel match (39-40 al 20’). Purtroppo per i bianconeri il rientro dall’intervallo lungo non cambia l’inerzia dell’incontro, e l’Estudiantes vola sul +9 (55-46 al 25’) grazie all’altissimo ritmo della propria transizione  offensiva e  le disattenzioni difensive casertane.  Caserta, dopo un time-out chiamato da un imbufalito coach Sacripanti, opera  in un amen un parziale di 12-0 trascinata da Eric Williams, e si porta a condurre sul 55-58 al 28’. Per la squadra bianconera questa sarà l’ultima volta che riuscirà a mettere la testa avanti , infatti il terzo quarto si chiude con il vantaggio madrileno sul 64-62. Nell’ultima frazione , dopo un inizio equilibrato (66-65 al 32’) , la Pepsi perde completamente la bussola in attacco e viene seppellita dalla maggiore fisicità della squadra spagnola (86-67 al 37’). Nell’ ultimo spezzone di gara i casertani  grazie alla generosità di Bowers ed Ere hanno una reazione d’orgoglio e riescono a rendere il passivo meno amaro. Per l’Estudiantes Madrid ottima prova di squadra con quattro uomini in doppia cifra: Medley (14p), Clark(13p), Jasen(12p), Oliver(11p), e, addirittura ben 11 uomini a referto per punti realizzati che dimostra come la differenza per gli iberici l’abbia fatta il maggiore impatto della panchina ed una rotazione maggiore di uomini. In casa Juve Caserta ottima prova di un ispirato Bowers miglior realizzatore dell’incontro con 22 punti , solida partita di Williams autore di 18 punti , altalenanti Jones e Ere per entrambi 14 punti, ma, in conclusione, coach Sacripanti ha avuto pochissimo dalle sue seconde linee.  Nel gruppo L, invece, sorride la Benetton  che supera per 82-72 gli ellenici del Panellinios. Vittoria che consente ai trevigiani di fare un grosso passo avanti in ottica qualificazione, infatti i trevigiani al secondo posto nel girone con sei punti hanno ben quattro lunghezze di margine sulla terza l’Alba Berlino travolta in casa dalla capolista Cajasol Siviglia. Alba Berlino che sarà la prossima avversaria dei trevigiani , infatti Treviso la prossima settimana sarà di scena a Berlino, dove una vittoria gli consentirebbe di rimanere ancora in corsa per il primato nel girone. La  vittoria contro il Panellinios  non è stata comunque agevole per la Benetton, che dopo aver chiuso in vantaggio all’intervallo (40-34 al 20’), si è ritrovata ad inseguire gli avversari nell’ultimo periodo (58-60 al 32’). Comunque gli uomini di coach Repesa nei minuti finali hanno fatto valere le proprie maggiori doti tecniche e trascinati da un incontenibile Smith hanno portato a casa un meritato successo. Mvp dell’incontro è stato il già citato Smith (24p. con 6/10 da due e 3/4 da tre) che rincomincia a far intravedere il giocatore decisivo per i successi di Avellino di tre stagioni fa , per i trevigiani in doppia cifra anche Gentile (12p) , Markovic (11p) e Motiejunas (11p).

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy