Cento di queste stagioni – Marko Jaric

Cento di queste stagioni – Marko Jaric

Ripercorriamo la carriera di un personaggio che ha fatto benissimo alla Fortitudo, ma ha fatto la storia alla Virtus. Marko Jaric nella stagione del grande slam virtussino.

Il 12 ottobre 1978 nasce a Belgrado, Marko Jaric, un cestista slavo che legherà indiscutibilmente la sua carriera all’Italia, a Bologna in particolare. Ripercorriamo la sua storia, in particolare la sua miglior stagione alla Virtus Bologna. 

Marko è il playmaker-guardia che non ti aspetti. 201 cm, fisicamente impostato come un’ala ma con l’intelligenza di un playmaker. Jaric con queste caratteristiche inusuali entra subito nel basket che conta all’età di 18 anni, nel Peristeri in Grecia. Dopo due ottime stagioni nel campionato greco e un oro nell’europeo Under 22 con la Jugoslavia vinto in Italia, Jaric sbarca proprio nel belpaese, a Bologna sponda Fortitudo.  

Con la Teamsystem e Paf Bologna (gli sponsor nei due anni della Fortitudo) Jaric gioca da veterano. Non sembra un ventenne, gioca con grande leadership, sia in posizione di playmaker che di guardia, garantendo punti, assist e rimbalzi. Nella seconda stagione vince anche il Campionato Italiano con una Fortitudo Bologna dominante, fermata in Eurolega ai quarti di finale dal Maccabi Tel Aviv. Nell’estate del 2000, Jaric decide di trasferirsi dagli odiati cugini dalla Virtus Bologna. Le responsabilità sono tante, venendo da una grande stagione e con il peso di sostituire due senatori come Danilovic e Sconochini. L’inizio è leggermente difficoltoso, con Jaric e Ginobili appena arrivati in squadra e che necessitano un periodo di adattamento. La stagione sarà ricordata per sempre dai tifosi virtussini e non solo. Le prestazioni crescono partita dopo partita, in squadra c’è affiatamento e si capisce che si può puntare a tutto senza limiti.

Coach Ettore Messina è abile nel gestire lo spogliatoio e i giovani fenomeni che crescono, tra cui Marko Jaric. In campionato, la regular season è dominata con sole 5 sconfitte, tenendo a 4 e 5 partite di distanza la Scavolini Pesaro e la Fortitudo Bologna. Se la stagione regolare è dominata, i playoff lo sono anche di più. La marcia è trionfale, senza che nessuno sia in grado di contrastare le V nere. 3-0 a Roseto nei quarti di finale, 3-0 a Treviso in Semifinale per ritrovarsi in finale nell’infuocatissimo derby contro la Fortitudo Bologna. Altro 3-0, imbattuta nei Playoffs e storico scudetto per gli uomini di Ettore Messina. Back to back per Marko Jaric in grado di vincere per il secondo anno consecutivo con due squadre differenti il campionato italiano. Marko è un leader e lo dimostra con le statistiche: 15 punti, 3 rubate, 3 assist e 5 rimbalzi di media nella sua stagione. Il bis è servito con la vittoria in Coppa Italia, dove la Scavolini Pesaro è dominata. 9 punti in finale per Jaric, in una prestazione corale super per i bolognesi.

http://www.basketinside.com

In Eurolega la Virtus viaggia fortissimo, come in campionato. Il girone di regular season è vinto con una sola sconfitta, qualificandosi al primo posto. Nella Top 16, la Virtus regola senza tanti problemi gli spagnoli dell’Estudiantes con una doppia vittoria, mentre nei quarti di finale deve soffrire parecchio per avere la meglio sull’Olimpia Lubiana. Jaric vola nelle statistiche, come nella Serie A, viaggiando a 13 punti di media oltre alla solita quantità di assist e rimbalzi. L’esperienza e la calma mostrata dal talento di Belgrado è impressionante, dimostrando di giocare probabilmente il suo miglior basket in carriera. Semifinali contro i cugini della Fortitudo, per l’ennesima volta contro in questa stagione. Altro 3-0 che permette alla Virtus di affrontare in finale gli spagnoli del Tau Vitoria. Serie finale tiratissima, vinta 3-2 con grande sofferenza ma che permette a Jaric e compagni di poter festeggiare di fronte al pubblico di casa. Campioni d’Europa, d’Italia e Coppa Italia vinta. Grande Slam e stagione indimenticabile per la Virtus Bologna e per Marko Jaric.

Le statistiche di questa strepitosa stagione sono eccezionali. Oltre 15 punti di media, 3 assist, 4 palle rubate e 5 rimbalzi di media per un giocatore che definire “all-arounder” è poco. In grado di fare tutto, con grande leadership, Il serbo sembra avere un futuro roseo davanti a sé, con la prospettiva NBA che lo alletta sempre di più.

A sorpresa forse, non farà altrettanto bene in NBA, tra Clippers e Timberwolves per la maggior parte della sua avventura americana prima di tornare in Europa a terminare la carriera ad alti livelli con Real Madrid e Montepaschi Siena. Pochissime apparizioni senza successo in NBA dopo queste ultime esperienze europee per il serbo, che deciderà poi di ritirarsi.

La sua parentesi a Bologna, tra Fortitudo e Virtus, resta la parte migliore della sua carriera con l’apoteosi della stagione 2000-01, la stagione perfetta del Grande Slam della Virtus Bologna che rimarrà per sempre nella storia. Jaric è sempre stato un personaggio sotto i riflettori, famoso anche per le sue relazioni con note showgirl, Adriana Lima su tutte con cui si è sposato e ha avuto due bambine. Noi abbiamo preferito concentrarci sul lato cestistico, su cui è stato certamente un innovatore, dato che non era così usuale vedere un playmaker di oltre 2 metri nei primi anni del 2000.

Tanti auguri golden boy, tanti auguri Marko Jaric.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy