City of Cagliari: Sassari vince con autorità su Milano, finale domani con Limoges

City of Cagliari: Sassari vince con autorità su Milano, finale domani con Limoges

Il resoconto delle semifinali del City of Cagliari.

di La Redazione

La Dinamo Banco di Sardegna conquista la sfida con le scarpette rosse e stacca il biglietto per la finale di domani dell’ottava edizione del torneo di Cagliari. Gli uomini di coach Esposito dettano il ritmo fin dal primo quarto, condotti da un incisivo Jack Cooley, a referto con una doppia doppia da 15 punti e 10 rimbalzi. Il Banco firma il massimo vantaggio di +22 e contiene i tentativi di rimonta dell’Olimpia, trascinata da un super Mike James (29 pt). In una ottima prestazione corale emergono ben sette uomini in doppia cifra: determinanti anche Terran Petteway (16 pt), Stefano Gentile (14 pt, 4 rb) Rashawn Thomas (11 pt, 7 rb) e Scott Bamforth (11 pt, 7 as). Ottimo apporto di Marco Spissu (11 pt, 5 as) e Achille Polonara (10 pt, 4 rb).

Coach Esposito manda in campo Petteway, Gentile, Thomas, Polonara e Cooley, Pianigiani risponde con James, Bertans, Micov, Tarczewski e Maras. Jack Cooley apre le danze, gli risponde Tarczewski. Petteway si iscrive a referto e Milano mette la testa avanti con Bertans e Tarczewski. 5 punti di Polonara danno ossigeno e vantaggio al Banco di Sardegna. James ristabilisce la parità ma Bamforth e Cooley trascinano la squadra avanti (16-13). Due minuti di grande intensità di Daniele Magro incrementano il vantaggio sassarese, anche Gentile si unisce alla causa (26-17). Nella seconda frazione James e Fontecchio conducono l’Olimpia ma i giganti ricacciano indietro dall’arco con Petteway e Spissu. (41-32). Cooley -a quota 9 punti e 5 rimbalzi- fa la voce grossa nel pitturato e firma il +10. James sblocca i suoi in chiusura di primo tempo: dopo 20’ il tabellone dice 47-35. Al rientro dall’intervallo lungo i giganti firmano un parziale da 11-2. Gli uomini di coach Esposito muovono con fluidità la palla e sono bravi a pressare le scarpette rosse, rendendogli difficile la via del canestro (58-39). Milano prova a rientrare in partita con Mike James ma il Banco è in fiducia e continua la sua corsa fino a +20. L’Olimpia piazza il break e dimezza lo svantaggio con Ortner, il giovane Shashkov e James (75-63). Negli ultimi dieci minuti di gioco gli uomini di coach Pianigiani tentano l’ultimo aggancio trascinati da un super James: il Banco resta saldamente in controllo. La schiacciata di Petteway fa esplodere il PalaPirastu e dice 92-73.

La Dinamo stacca il biglietto per la finale che disputerà domani, alle 18, contro Limoges Csp. La sfida finisce 94-76.

Dinamo Banco di Sardegna 94– Olimpia Milano 76
Parziali: 26-17; 20-18; 28-28; 19-13.
Progressivi: 26-17; 47-35; 75-63; 94-76.

Dinamo Bds. Spissu 11, Marzaioli, Smith, Bamforth11, Petteway 16, Devecchi, Magro 6, Gentile 14, Thomas 11, Polonara 10, Diop, Cooley 15. All. Vincenzo Esposito

Olimpia: James 29 (5/9, 5/9, 5 rim, 4 ass), Waller 4 (1/2, 0/2), Bertans 8 (2/2, 0/3), Shashkov 10 (1/3, 2/2), Fontecchio 10 (1/3, 2/6), Babilodze (0/1, 0/1), Micov 4 (2/4, 0/3), tarczewski 8 (4/6, 9 rim), Maras (0/1), Ortner 5 /1/3).

Al PalaPirastu il Limoges stacca il biglietto per la finale battendo il Fenerbahce per 84-75. Grande avvio per l’ottava edizione dell’International Tournament City of Cagliari: ad aprire la giornata di semifinale l’appassionante sfida tra Limoges Csp e Fenerbahce. La squadra francese conquista la finale imponendosi su un Fener mai in controllo. A entusiasmare i presenti l’atletismo di Doumbouya e la fisicità di Lauvergne. Ora occhi puntati sulla seconda semifinale al via alle 20:30 tra Dinamo Banco di Sardegna e Olimpia Milano.

Coach Miling manda in campo Hardy, Howard, Miles, Perrantes e Samuels, coach Erdem Cam risponde con Hersek, Guduric, Guler, Muhammes e Omic. Avvio di energia per il Limoges che infila i primi punti a referto con Howard, per il Fenerbahce rompe il ghiaccioOmic. I francesi si portano avanti con il solito Howard e Samuels. Ma i turcghi trovano fluidità in attacco e si riportano a contatto con Guler e Lauvergne. È l’ex Nba a firmare il sorpasso. Miles chiude la prima frazione 16-17. Il Fenerbahce scappa fino al +6 in avvio di seconda frazione, ma il Limoges si riporta a contatto con un break di 6 lunghezze con Doumbouya e Bouteille. I francesi mettono la testa avanti ma Ennis sigla la parità. È un botta e risposta serrato, finchè il Csp non trova l’allungo con Miles e Hardy. Il canestro di Samuels manda le squadre negli spogliatoi su 39-34. Al rientro dall’intervallo lungo Limoges trova il parziale per portarsi avanti in doppia cifra con la coppia Hardy-Perrantes. Dopo essere andati sul -15 il Fenerbahce si sblocca e si riporta in partita. Al 30’ il tabellone dice 62-52. Nei primi 90’’ del secondo tempo una fiammata giallonera riporta i turchi a un solo possesso di distanza. A condurre la corazzata di coach Obradovic Lauvergne con Ennis e Minchev (64-61). La reazione del Limoges ha la faccia e l’energia di Doumbouya e del capitano Bouteille. Le due squadre si affrontano a viso aperto, ma la formazione francese trova l’allungo finale e stacca il biglietto per la finale. Al PalaPirastu finisce 84-75.

Limoges CSP 84 – Fenerbahce Erkek 75

Parziali: 17-16;23-17; 23-18; 22-23.

Progressivi: 17-16; 39-34; 62-52; 84-75.

Limoges Csp. Hardy 17, Howard 10, Larribau, Doumboula 11, Bouteille 10, Bazille, Miles 6, Boutsiele 4, Jaiteh 8, Perrantes 10, Samuels 8. All. Kirie Miling

Fenerbahce Erkek. Dragovic, Tirpaci, Hersek, Ennis 17, Biberovic, Arna 3, Minchev 9, Guduric 8, Guler 11, Muhammed, Lauvergne 15, Omic 12. All. Obradovic

Arbitri i signori Carmelo Paternicò, Manuel Attard e Giulio Pepponi.

Cagliari, 15 settembre 2018

Ufficio Stampa
Dinamo Banco di Sardegna

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy